16.2 C
Rome
domenica, 26 Maggio 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Spiritualità Venerdì Santo, il Mistero della Croce

Venerdì Santo, il Mistero della Croce

Il Venerdì Santo è il giorno del silenzio e dell’adorazione

- Advertisement -
Il Venerdì Santo è il giorno del silenzio e dell’adorazione, il giorno in cui si medita la Passione di Cristo e attraverso la pratica della Via Crucis si ripercorre con Gesù la via del dolore che porta alla sua morte, una morte che, sappiamo, non è per sempre.
 

Roberta Barbi – Città del Vaticano

Dopo questo, Gesù, sapendo che ogni cosa era stata ormai compiuta, disse per adempiere la Scrittura: «Ho sete». Vi era lì un vaso pieno d’aceto; posero perciò una spugna imbevuta di aceto in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. E dopo aver ricevuto l’aceto, Gesù disse: «Tutto è compiuto!». E, chinato il capo, spirò”. (Gv 18, 28-30)

Sono silenziose le chiese, oggi. Nella liturgia non c’è canto, non c’è musica e non si celebra l’Eucaristia, perché lo spazio è tutto dedicato alla Passione e alla morte di Gesù. Ci si prostra in terra, a simboleggiare l’umiliazione dell’uomo terreno e la compartecipazione alla sofferenza del Signore. Però non è un giorno di lutto, ma un giorno di contemplazione dell’amore di Dio che arriva a sacrificare il proprio Figlio, vero Agnello pasquale, per la salvezza dell’umanità.

L’adorazione della Croce

La Croce è presente nella vita di ogni cristiano fin: nella purificazione dal peccato nel Battesimo, nell’assoluzione del Sacramento della Riconciliazione, fino all’ultimo momento della vita terrena con l’Unzione degli infermi. Il Venerdì Santo siamo invitati ad adorare la Croce per il dono della salvezza che tramite essa ci ha raggiunti. Dopo l’ascesi quaresimale, il cristiano si è preparato a non voltare lo sguardo dalla sofferenza. Durante la liturgia i fedeli toccano la Croce, la baciano e così entrano ancora più in contatto con il dolore di Cristo che è il dolore di tutti, perché Lui ha portato sulla Croce i peccati di tutta l’umanità per salvarla.  

Sulla via del dolore con Gesù

La rievocazione della Via Crucis è una pratica extra liturgica che spesso, però, viene celebrata proprio il Venerdì Santo per rievocare e ripercorrere insieme il cammino di Gesù verso il Golgota – il luogo della crocifissione – e quindi meditare sulla Passione. Introdotta per la prima volta in Europa dal domenicano Beato Alvaro De Zamora da Cordoba nel 1402 e poi dai Frati Minori, comprende 14 momenti o “stazioni” in cui ci si ferma a riflettere e pregare. È un crescendo di immagini drammatiche che culmineranno nella morte di Cristo, in ognuna delle quali Gesù è sotto l’attacco del male, per evidenziare, per contrasto, la vittoria di Lui sulla morte e sul peccato che si celebrerà da qui a due giorni la Domenica della Pasqua di Resurrezione.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Venerdì Santo, il Mistero della Croce

Il Venerdì Santo è il giorno del silenzio e dell’adorazione

  

- Advertisement -
Il Venerdì Santo è il giorno del silenzio e dell’adorazione, il giorno in cui si medita la Passione di Cristo e attraverso la pratica della Via Crucis si ripercorre con Gesù la via del dolore che porta alla sua morte, una morte che, sappiamo, non è per sempre.
 

Roberta Barbi – Città del Vaticano

Dopo questo, Gesù, sapendo che ogni cosa era stata ormai compiuta, disse per adempiere la Scrittura: «Ho sete». Vi era lì un vaso pieno d’aceto; posero perciò una spugna imbevuta di aceto in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. E dopo aver ricevuto l’aceto, Gesù disse: «Tutto è compiuto!». E, chinato il capo, spirò”. (Gv 18, 28-30)

Sono silenziose le chiese, oggi. Nella liturgia non c’è canto, non c’è musica e non si celebra l’Eucaristia, perché lo spazio è tutto dedicato alla Passione e alla morte di Gesù. Ci si prostra in terra, a simboleggiare l’umiliazione dell’uomo terreno e la compartecipazione alla sofferenza del Signore. Però non è un giorno di lutto, ma un giorno di contemplazione dell’amore di Dio che arriva a sacrificare il proprio Figlio, vero Agnello pasquale, per la salvezza dell’umanità.

L’adorazione della Croce

La Croce è presente nella vita di ogni cristiano fin: nella purificazione dal peccato nel Battesimo, nell’assoluzione del Sacramento della Riconciliazione, fino all’ultimo momento della vita terrena con l’Unzione degli infermi. Il Venerdì Santo siamo invitati ad adorare la Croce per il dono della salvezza che tramite essa ci ha raggiunti. Dopo l’ascesi quaresimale, il cristiano si è preparato a non voltare lo sguardo dalla sofferenza. Durante la liturgia i fedeli toccano la Croce, la baciano e così entrano ancora più in contatto con il dolore di Cristo che è il dolore di tutti, perché Lui ha portato sulla Croce i peccati di tutta l’umanità per salvarla.  

Sulla via del dolore con Gesù

La rievocazione della Via Crucis è una pratica extra liturgica che spesso, però, viene celebrata proprio il Venerdì Santo per rievocare e ripercorrere insieme il cammino di Gesù verso il Golgota – il luogo della crocifissione – e quindi meditare sulla Passione. Introdotta per la prima volta in Europa dal domenicano Beato Alvaro De Zamora da Cordoba nel 1402 e poi dai Frati Minori, comprende 14 momenti o “stazioni” in cui ci si ferma a riflettere e pregare. È un crescendo di immagini drammatiche che culmineranno nella morte di Cristo, in ognuna delle quali Gesù è sotto l’attacco del male, per evidenziare, per contrasto, la vittoria di Lui sulla morte e sul peccato che si celebrerà da qui a due giorni la Domenica della Pasqua di Resurrezione.

- Advertisement -
Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
271FansMi piace
774FollowerSegui
13,000FollowerSegui
573FollowerSegui
55IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

La grande città e la salvezza

Libri Consigliati – Marzo 2019

Giovani all’ombra della luce

Il mondo mistico dell’ebraismo

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO