18.6 C
Rome
domenica, 22 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Tu sei

- Advertisement -

poetry


Le mie labbra rimangono chiuse
come se su loro fosse posto un macigno
simile a quello che soccombe un sepolcro.

Non ci sono parole adatte a descriverti,
non ci sono parole tanto belle come te
e come le tue, da ricompensare il tuo amore.

E allora mi dici che le uniche parole adatte
sono il mio nome.
Come avrei voluto amarti,
come avrei voluto averti,
come avrei non voluto perderti.

Tu sei l’eterno dramma
che mi condanna a non amarti.
Sei l’eterna risposta 
al perché non posso averti.
Sei tu.

Tu sei colei per la quale
avrei riscritto la storia del mondo.
Tu sei colei per la quale 
mi sarei consumato d’amore.

Tu sei colei che per sempre
avrei custodito come un prezioso Tesoro.

Giuseppe Gravante

in collaborazione con poetare.it

G. Gravante
Teologo della Liturgia. È docente di Liturgia presso l'Istituto di Musica Sacra e presso l'Istituto per la formazione laicale "J. Ratzinger" della Diocesi di Termoli-Larino. Nell'Arcidiocesi di Chieti-Vasto, è docente di Religione Cattolica. Ha studiato Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Lateranense; Archivistica Storica e Biblioteconomia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ha approfondito la propria formazione liturgica (attraverso seminari e corsi) presso i Pontifici Istituti Liturgici di "S. Anselmo" in Roma e di "S. Giustina" in Padova. È direttore del sito web di cultura e informazione cattolica SpeSalvi.it; collabora con diverse testate online di natura filosofico-teologico e con testate giornalistiche locali. Per Tau Editrice (febbraio 2016): Culmine e Fonte. L’evoluzione della Messa dal Concilio di Trento alla riforma del Vaticano II.
Articolo precedenteO Luna
Articolo successivoGuardare i tuoi occhi

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Tu sei

- Advertisement -

poetry


Le mie labbra rimangono chiuse
come se su loro fosse posto un macigno
simile a quello che soccombe un sepolcro.

Non ci sono parole adatte a descriverti,
non ci sono parole tanto belle come te
e come le tue, da ricompensare il tuo amore.

E allora mi dici che le uniche parole adatte
sono il mio nome.
Come avrei voluto amarti,
come avrei voluto averti,
come avrei non voluto perderti.

- Advertisement -

Tu sei l’eterno dramma
che mi condanna a non amarti.
Sei l’eterna risposta 
al perché non posso averti.
Sei tu.

Tu sei colei per la quale
avrei riscritto la storia del mondo.
Tu sei colei per la quale 
mi sarei consumato d’amore.

Tu sei colei che per sempre
avrei custodito come un prezioso Tesoro.

Giuseppe Gravante

in collaborazione con poetare.it

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

G. Gravante
Teologo della Liturgia. È docente di Liturgia presso l'Istituto di Musica Sacra e presso l'Istituto per la formazione laicale "J. Ratzinger" della Diocesi di Termoli-Larino. Nell'Arcidiocesi di Chieti-Vasto, è docente di Religione Cattolica. Ha studiato Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Lateranense; Archivistica Storica e Biblioteconomia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ha approfondito la propria formazione liturgica (attraverso seminari e corsi) presso i Pontifici Istituti Liturgici di "S. Anselmo" in Roma e di "S. Giustina" in Padova. È direttore del sito web di cultura e informazione cattolica SpeSalvi.it; collabora con diverse testate online di natura filosofico-teologico e con testate giornalistiche locali. Per Tau Editrice (febbraio 2016): Culmine e Fonte. L’evoluzione della Messa dal Concilio di Trento alla riforma del Vaticano II.
Articolo precedenteO Luna
Articolo successivoGuardare i tuoi occhi

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Teilhard, rivoluzione teologica

Vincere ansietà e paure

Il Padre nostro e la tentazione

Immergersi nella storicità di Gesù

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO