18 C
Rome
venerdì, 20 Settembre 2019
Home Tags Giuseppe Gravante

Tag: Giuseppe Gravante

Fede, Speranza, Carità

Fede Fede:         certezza di non aver certezze.   Speranza Speranza:              fremito irrequieto              di singoli istanti              che ambiscono              alla fine dell'irreparabile. Carità Carità:          quello che ognuno vuole          quello che nessuno offre. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Me ne vado camminando

Me ne vado camminando, tra pensieri ormai scomposti un destino a me bugiardo in te pongo vir beffardo. La speranza di rimedio mi conduce blanda e senza tedio. La certezza della meta si dissolve in acqua cheta, l'evidenza dell'inganno si arrovella come un panno  e io credo uomo solo di già prender l'ambito volo.  Giuseppe Gravante in...

Veglia in te il mio cuore

Veglia in te il mio cuore, rovesciato dal sonno che l'ha visto immobile. Veglia in te il mio cuore che lacrima rugiada d'autunno su foglie di carne solcate da frotte d'acqua più che da fiumi di lacrime. Il manto del desiderio  si è stracciato violento, tu hai freddo  e non sai come riscaldi il mio essere Giuseppe...

Vado a letto

Vado a letto chiudo gli occhi mi reggo la testa riposo pensando. Sogno sperando, spero di sognare, il tuo volto ridente Le tue mani candide, il sole negli occhi. Angelo dolce, vegliami dentro, in questo viaggio  importante. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Pioggia

La pioggia, rumoreggiando cade, e scrosci violenti caldeggiano il suol reso insicuro da tanto contatto. Il passo incerto, un equilibrio instabile soffocano l'ansia di arrivare in dimora. Il passero nel nido, l'uomo in casa, il cuor nel petto, tristi quasi aspettano ad uscir dalla tana. Ma il vento tace, la nebbia freme il sol scompare il giorno muore. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Avvolta

Avvolta da scure vesti, te ne stai li sola a scriver la tua vita, su un foglio bianco che sembra non aver fine. Un attimo, racchiuso in un sospiro, ti fermi, ti soffermi e pensi alla tua vita. Gli occhi profondi sembrano ora essere infinitamente imperscrutabili. Le guance, rodono al pensier  che non ci saranno più  carezze nel tuo futuro così come le...

Finalmente

Finalmente odo la tua voce, che viaggia nel vento, e si confonde  con il canto di un passero, che invoca al cielo il cibo per i suoi piccoli. Ed io lo stesso, quasi tu lo conoscessi, invoco al cielo, il cibo per la mia vita. Ma tu ora sei qui, dipinta nel vento e questo mi...

Tieniti forte

Tieniti forte, Tieniti e stringiti, il tempo è arrivato la vita è finita la morte è arrivata. Tieniti forte, Tieniti e stringiti, il tempo è arrivato la morte è finita la vita è iniziata. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Dimmi qualcosa

Dai dimmi qualcosa. Guardo il cielo e non posso far altro  che ammirare le stelle, le quali danzando e cantando compongono il gioco delle costellazioni. Ed ecco, guardo più in alto, eccone una, quella nascosta che porta il tuo nome: il Cigno. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Aspra pianura

Aspra pianura riversa sul mare, dormi impaziente  per esser feconda. Incolti campi ti cuci sul dorso e sembrano quasi  formarti un lenzuolo. Dormi serena  aspra pianura il tempo è arrivato, svegliati in fretta, il cuore giocondo libera presto, guarda lontano è già primavera. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Ho creduto, sperato, pregato

Ho creduto, ho sperato, ho pregato di esser felice, di non esser più solo! Ed eccomi qui,  son passati giorni, mesi, anni e sto ancora credendo sperando, pregando!   Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Vaneggio in cerca di te

Vaneggio in cerca di te, rotolando nel buio e soffrendo il gelido rumore di mura grigie che ridono di me. Soffro, perché non ti vedo, Tremo, perché ti credo persa, ma tu sei lì distesa a letto ed io ti odio e sono furioso nel vederti dormire, perché amore mio  ti riposi di me. Giuseppe Gravante in collaborazione...

Mi dici

Mi dici, con sofferta e disinteressata voce: sorridi di più! Sarai più Bello! Ma come posso, come posso farlo! Ho la gioia negata degli amici, non ho nessuno  che mi consoli, nessuno che mi parli! Eppure  non voglio arrendermi, la mia ora giungerà, non so quando, forse mai in terra, ma nel luogo, dove il mio Dio mi attende per abbracciarmi.  Giuseppe Gravante in collaborazione...

Ci sono luci

Ci sono luci , che non sono più abituato a vedere Ci sono luci, che non brillano più. Ci sono luci, imprigionate negli occhi  di chi ha da sempre sofferto. Ci sono luci, che vogliono essere libere di vedere il mondo e goderselo, pur non essendo mai nate Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Quante volte

Quante volte, in vita ho riso? Tante, Tantissime! Quante volte ho sorriso? Mai! Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Stendi i tuoi rami

Stendi i tuoi rami  verso il cielo bugiardo. Abbraccialo forte e tienilo stretto. Chiudilo in cuore in dolci pareti. Volgiti indietro, tutto è ormai perso, lasciati leggere  da chi amandoti spera, muori sereno, il vento ti è amico.  Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Flavio Giuseppe: santo o traditore?

Teilhard, rivoluzione teologica

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO