25.2 C
Rome
mercoledì, 18 Settembre 2019
Home Tags Giuseppe Gravante

Tag: Giuseppe Gravante

Il povero sventurato

Il povero sventurato giace lì,  credendo di essere il centro del mondo ma non sa di essere un unico punto, solo nel suo universo, che tanto più assomiglia ad un mare in frotta che lo sbalza ovunque tranne nel posto dove vorrebbe essere. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Ascoltami

Ascoltami, soave brezza del mattino vento leggero che soccorri in volo il verbo incarnato. Conducimi lungo i sentieri dell'essere donami abbondanza  e ricchezza di Spirito. Tu relazione mistica che ti rendi imperscrutabile e tutta rivelata, infinita e minuta, accorri ad evocare lo spirito che ti avverte lontana, brucia la selva peccaminosa che si annida nel cuore, muta di questa il...

Il cielo

Il cielo a quest'ora tarda appare come il campo sterminato in cui si danno battaglia le stelle. S'affannano a brillare, sono così gelose che sembrano esplodere d'ira ma poi fondersi tra loro come in un abbraccio violento tra due dame usurpate  della loro natura e trasfigurate nell'immagine della luce offuscata. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Spesso desidero

Spesso desidero essere colui di cui si è scritto il dramma della morte. Cerco di sfuggire alla vita, sperando che stia vivendo il nulla. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Il canto

Il canto del sordo vegliardo che spinge il suo braccio nell'affondo fatale che annienta il cieco  e muto nemico si confonde  col canto della notte che si spegne nel giorno. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Fidarsi

Fidarsi, questo immenso atto d'arresa che un uomo indifeso produce quando prostituisce il suo spirito consegnandosi tutto, al lutto beffardo che porta nel ventre, generando alla vita il torbido essere che anela a morire nel giorno  della sua sventura. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Entrando nel buio

Entrando nel buio  ti vedo ben chiaro soave pensiero. Torna il fragore si sparge di luce l'immenso versante del cosmo arrossato. La brama di averti corrompe il mio spirito anelo al riposo e sogno il tuo cuore. Spegni il calore, perchè ho freddo e sto tremando affretta il mio incontro con l'eterno raggio che s'infrange nel cielo, disperso nel vento. Giuseppe Gravante in...

Passi sfrenati

Passi sfrenati sfregano il suolo e t'invocano: "fermati, basta!" Accogli il tempo giardino svanito nell'attimo  del passaggio all'ardito. Scopri il tuo cuore chiudi te stesso rimpiangi la vita. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Incantato

Incantato dai vermigli prati ricoperti dal manto su loro posato  dalla madre naturale che in tempo di brivido provvede a loro  e al loro calore con perdita sofferta di mute foglie imbarazzate. Il cielo si tinge del nulla e le sue lacrime portano via il dissenso del giorno che s'attarda a morire. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Sogno di volare nel vento

Sogno di volare nel vento essere accolto nell'abbraccio del Sole, che si spegne nel cielo stellato. Desidero di essere compreso nel verso illibato dell'animo nobile. Tutto è spento, tutto è sospiro ogni cosa è mutevole nessuno sorride. Tutto è ciò che appare ma nulla è ciò che sembra. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Il palpito

Il palpito del mio amore tende la sua mano verso di te. Il mio canto libero vuole svegliare l'aurora e dar vita al giorno della tua anima. Riscaldare ardendo i tuoi gelidi attimi che ti abbandonano allo sconforto, riempire di sole  questo campo gioviale, che ormai stenta  a sorridere. Chiamami presto son qui, aspetto solo che tu mi chiami auspico solo...

Libero si muove

Libero si muove il mio pensiero  verso di te, amore mio. Il tuo ricordo mi teneva imbrigliato, e persa l'immagine  del tuo splendido volto, librante ancora ti sognavo ma tu non eri mai come volevo perché ormai non c'eri più. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Cielo sfrontato

Cielo sfrontato, che ti nascondi dietro un po' di stelle; detesti apparire  così come sei. Ti tingi il volto di ciocchi di nuvole e quando piangi diventi scuro quasi avessi paura di arrenderti allo sguardo di chi ti desidera e vuole che tu sia solo blu. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Ti urlerà di accoglierlo

Ferito nel cuore scegli un attimo di calma pensa a ciò che ti ha scosso agitalo e ascoltalo vedrai ti urlerà di accoglierlo. Diventerà parte di te e tu ti servirai di lui per renderlo più bello e amarti di più. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Se sei come sei

Se sei come sei è perché tu non sei. Il come vorresti resta nel desiderio di ciò che non hai seppur non sai che così come sei sei già tutto. Giuseppe Gravante in collaborazione con poetare.it

Mi basta

Mi basta arrossire in viso, come il cielo. Sulla riva di un lago scoprire il mio difetto che difetta ad esser un difetto, è solo un modo di fare che è fatto per esser tale e nulla è niente ma tutto è ciò che appare e ancora niente  è ciò che sembra Giuseppe Gravante in collaborazione con...
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO