22.7 C
Roma
Mer, 29 Settembre 2021
Home Tags Culmen et Fons

Tag: Culmen et Fons

La liturgia ad abbonamento

di: Marcello Neri In un breve articolo Lucetta Scaraffia ha denunciato che “alla sottovalutazione della liturgia ha contribuito anche – bisogna riconoscerlo – l’immediata adesione delle gerarchie ecclesiastiche alla richiesta di sospendere i riti pubblici, senza neppure il tentativo di proporre altre strade per consentire almeno la partecipazione...

Il sacro è immutabile?

di: Andrea Grillo La recente reazione del card. Robert Sarah al MP Traditionis custodes, che si può leggere qui in italiano, al di là degli spunti polemici e delle affermazioni azzardate, mostra in modo assai chiaro come tutto il suo ragionamento ruoti intorno alla pretesa “evidenza di un...

Messa in latino: il problema è simbolico

di: Giuseppe Savagnone Non ha mancato di suscitare accese polemiche il motu proprio “Traditionis custodes”, con cui papa Francesco ha modificato le regole per la celebrazione della cosiddetta “messa in latino”, non abolendola – come erroneamente è stato detto nel disinvolto linguaggio giornalistico –, ma certamente ridimensionandola. Intolleranza verso...

Liturgia: ars celebrandi non restaurandi

di: Pietro Groccia Partiamo da una domanda: che cos’è la liturgia? La liturgia è culmen et fons di tutta l’attività della Chiesa e per mezzo di essa viene esercitato il sacerdozio di Cristo che associa la sua santa Chiesa, la manifesta e la implica, per ritus et praeces, perché...

Johann Sebastian Bach

di: Giordano Cavallari (a cura) Chiara Bertoglio è musicista (pianista), musicologa e teologa. Qui risponde alle domande di SettimanaNews in occasione della data anniversario della morte di Johann Sebastian Bach (28 luglio 1750). Chiara, puoi tracciare una breve linea di collegamento culturale tra il tempo delle Riforme cinquecentesche...

Liturgia: superare lo stato di eccezione

di: Andrea Grillo Da una grave crisi si possono trarre cose buone: questo è il senso più autentico di ciò che chiamiamo tradizione. Anche l’occasione di una serissima crisi pandemica, che apre una riflessione comune e collettiva sullo “stato di eccezione civile”, permette di leggere con maggiore...

Ministero e liturgia

di: Andrea Cappelletti (a cura) Sul ruolo del presbitero, sullo stato della liturgia e sulla incidenza della stessa nella pastorale, raccogliamo la visione di don Massimiliano Cenzato, direttore dell’ufficio liturgico e dell’archivio della Diocesi di Mantova. Massimiliano, quale bilancio ti senti di tracciare a più di...

Perché il rito della consacrazione dice che il sangue di Cristo è versato “per voi e per tutti”

«Questo è il calice del mio Sangue per la nuova ed eterna alleanza, versato per voi e per tutti in remissione dei peccati». Così il testo del rito della consacrazione traduce, nel Messale italiano, il latino "pro vobis et pro multis". Perché si è scelta questa...

«Pace in terra agli uomini, amati dal Signore»: il vero significato della nuova traduzione

«Pace in terra agli uomini, amati dal Signore»: il liturgista don Roberto Gulino spiega il vero significato della nuova traduzione e l'importanza di quella virgola, senza la quale si rischia di fraintendere L'entrata in vigore del nuovo Messale romano testimonia la vitalità e la freschezza...

Perché si dice “non sono degno” prima di ricevere l’Eucaristia?

"O Signore non sono degno di partecipare alla tua mensa ma di soltanto una parola e io sarò salvato". Un lettore chiede perché la liturgia ci fa dire queste parole prima di accostarci alla Comunione. La risposta del liturgista. Durante la liturgia eucaristica prima di ricevere...

Qual è la corretta posizione delle mani per ricevere l’Eucaristia?

Un lettore chiese qual è la corretta posizione delle mani per ricevere l'Eucaristia. La risposta del liturgista padre Lamberto Crociani. Sono un vecchio catechista. Mi permetto disturbare per porre una domanda che mi è stata fatta a mia volta alla quale desidero rispondere esattamente. Ho...

Ma è davvero un Messale “nuovo”?

di: Luca Mazzinghi Con l’Avvento 2020 la Chiesa italiana ha inaugurato l’uso della nuova edizione del Messale romano. L’attenzione dei media cade inevitabilmente sulla traduzione del Padre nostro, che in realtà esiste dal 2008 nella nuova edizione della Bibbia CEI, si focalizza su una frase cambiata all’inizio del Gloria, sull’aggiunta...

Una spiritualità per chi presiede la liturgia

di: Matteo Ferrari Certamente la figura di Giovanni Battista come ce lo presenta il quarto Vangelo riguarda ogni cristiano. In qualche modo, egli viene presentato come un modello del discepolo di Gesù. Giovanni è “testimone della luce”, ha il compito nel mondo di ridestare quel desiderio...

Perché nel nuovo Messale si parla della «rugiada dello Spirito Santo»?

Una lettrice chiede perché nel nuovo Messale si usa la formula "con la rugiada dello Spirito Santo". La spiegazione del liturgista Desidero sapere le ragioni per cui nel nuovo messale tra le innovazioni si trova anche questa: «santifica questi doni con la rugiada (e non...

Minorità di una messale maggiorenne

di: Andrea Grillo Ora che sta per entrare nell’uso comune, in molte diocesi, a partire dalla I domenica di Avvento, questa “terza edizione” del Messale romano in lingua italiana merita una più precisa parola di considerazione, di commento e di accompagnamento. Perché ora, proprio nell’arrivare alla meta tanto...

Perché i 3 cicli dell’anno liturgico?

L'anno liturgico non corrisponde a quello civile. Inizia la prima Domenica d'Avvento, quest'anno il 29 novembre 3 cicli dell’anno liturgico: cosa rappresentano, e come sapere se siamo nell’anno A, B o C? Ora, nel novembre 2020, stiamo terminando un anno liturgico del ciclo A e ci...
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
644FollowerSegui
316IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Preghiera per proteggere la tua casa e scacciare gli spiriti cattivi

E' una lunga invocazione che chiede anzitutto l'intervento della gloria di Gesù Cristo E’ una preghiera potente in cui si invocano Gesù Cristo, la Madonna...

Libri consigliati

Rileggere il Decalogo

“Non fare come gli ipocriti”

Desiderio e sequela

La teologia di papa Francesco

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility