17.6 C
Roma
Lun, 6 Aprile 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Cultura ed Educazione “Questo è un papato d’impatto, di un esperto di umanità”

“Questo è un papato d’impatto, di un esperto di umanità”

- Advertisement -
DOMENICO AGASSO JR
CITTÀ DEL VATICANO

Professor Andrea Riccardi, Francesco è un Papa “rivoluzionario”?  

 

«Il suo pontificato è d’impatto, quindi può sembrare rivoluzionario dal punto di vista del suo carisma personale. Invece è in continuità soprattutto con il Concilio Vaticano e Paolo VI. Anche se questa eredità è mischiata con la creatività molto spiccata di Bergoglio: ci troviamo davanti a un insegnamento impastato di genio e storia personale». 

 

È considerato “vicino alla gente”, un Papa che “abbatte distanze e muri”: ma non sta rischiando di rendere il suo magistero troppo legato a conversazioni, gesti ed emozioni? Troppo poco profondo?  

«È una delle accuse che riceve: avere scarsa profondità teologica. E gli imputano di rimediare a questo con la prossimità. Questo Papa non è un teologo, non ha la struttura accademica di Joseph Ratzinger, come del resto neanche di Paolo VI e Giovanni XXIII, però ha una sua caratteristica particolare, che viene dalla sua storia di Gesuita, Vescovo, latinoamericano: è, come diceva Montini, un esperto di umanità». 

 

Ma la fede come la pone nell’umanità di cui è esperto?  

«La coniuga. E questo si esprime in una comunicazione profonda: Francesco dice cose che toccano l’animo e la vita della gente. Il Papa conosce i dolori delle persone, e affronta concretamente temi come il peso della vita, il senso del peccato. Infatti insiste molto sulla conversione e sulla penitenza: è anche un Papa confessore».  

 

Ecco, l’altra definizione che lo accompagna è “Papa della misericordia”: ma non è sproporzionata l’insistenza sul perdono di Dio che supera ogni cosa in confronto al peccato originale?  

«La misericordia è una grande elaborazione teologica, non una scorciatoia. Nel cristianesimo mai è sproporzionata o fuori luogo l’insistenza sul perdono di Dio, anzi, forse c’è stata troppo poco: il Papa compie un riequilibrio. Ma la misericordia di Francesco non è il perdono a prezzi scontati. C’è dietro a lui una grande, comprensiva e severa tradizione, come quella dei Gesuiti. E non è la copertura per un pensiero debole: il pensiero forte di un Papa non è solo accademico».  

 

Questo pontificato può essere un “ponte” tra la dottrina cristiana e la società contemporanea?  

«Se il Novecento è stato il secolo più secolarizzato della storia, il nostro è pieno di “religioso pulviscolare”, spesso fondamentalista e fanatizzato: si tratta di comunicare i valori del Vangelo in un mondo iper religioso, in particolare in Africa, Americhe e Asia. Qui si colloca il messaggio del Papa, che è un messaggio sodo e radicato nella realtà, dentro una linea che comincia lontano e che in lui ha un ardito interprete». 

 

Questo articolo è stato pubblicato nell’edizione odierna del quotidiano La Stampa  

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

“Questo è un papato d’impatto, di un esperto di umanità”

  

- Advertisement -
DOMENICO AGASSO JR
CITTÀ DEL VATICANO

Professor Andrea Riccardi, Francesco è un Papa “rivoluzionario”?  

 

«Il suo pontificato è d’impatto, quindi può sembrare rivoluzionario dal punto di vista del suo carisma personale. Invece è in continuità soprattutto con il Concilio Vaticano e Paolo VI. Anche se questa eredità è mischiata con la creatività molto spiccata di Bergoglio: ci troviamo davanti a un insegnamento impastato di genio e storia personale». 

 

È considerato “vicino alla gente”, un Papa che “abbatte distanze e muri”: ma non sta rischiando di rendere il suo magistero troppo legato a conversazioni, gesti ed emozioni? Troppo poco profondo?  

«È una delle accuse che riceve: avere scarsa profondità teologica. E gli imputano di rimediare a questo con la prossimità. Questo Papa non è un teologo, non ha la struttura accademica di Joseph Ratzinger, come del resto neanche di Paolo VI e Giovanni XXIII, però ha una sua caratteristica particolare, che viene dalla sua storia di Gesuita, Vescovo, latinoamericano: è, come diceva Montini, un esperto di umanità». 

- Advertisement -

 

Ma la fede come la pone nell’umanità di cui è esperto?  

«La coniuga. E questo si esprime in una comunicazione profonda: Francesco dice cose che toccano l’animo e la vita della gente. Il Papa conosce i dolori delle persone, e affronta concretamente temi come il peso della vita, il senso del peccato. Infatti insiste molto sulla conversione e sulla penitenza: è anche un Papa confessore».  

 

Ecco, l’altra definizione che lo accompagna è “Papa della misericordia”: ma non è sproporzionata l’insistenza sul perdono di Dio che supera ogni cosa in confronto al peccato originale?  

«La misericordia è una grande elaborazione teologica, non una scorciatoia. Nel cristianesimo mai è sproporzionata o fuori luogo l’insistenza sul perdono di Dio, anzi, forse c’è stata troppo poco: il Papa compie un riequilibrio. Ma la misericordia di Francesco non è il perdono a prezzi scontati. C’è dietro a lui una grande, comprensiva e severa tradizione, come quella dei Gesuiti. E non è la copertura per un pensiero debole: il pensiero forte di un Papa non è solo accademico».  

 

Questo pontificato può essere un “ponte” tra la dottrina cristiana e la società contemporanea?  

«Se il Novecento è stato il secolo più secolarizzato della storia, il nostro è pieno di “religioso pulviscolare”, spesso fondamentalista e fanatizzato: si tratta di comunicare i valori del Vangelo in un mondo iper religioso, in particolare in Africa, Americhe e Asia. Qui si colloca il messaggio del Papa, che è un messaggio sodo e radicato nella realtà, dentro una linea che comincia lontano e che in lui ha un ardito interprete». 

 

Questo articolo è stato pubblicato nell’edizione odierna del quotidiano La Stampa  

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
285FansMi piace
930FollowerSegui
13,000FollowerSegui
631FollowerSegui
70IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Wilmer: Mosè, lezioni di deserto

Liturgia e secolarizzazione

Desiderio e sequela

Il Vangelo di Marco

La morte, compagna della vita

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO