18.1 C
Rome
domenica, 20 Ottobre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Vita cristiana Pontier: «A Parigi barbarie senza precedenti, il male non vincerà»

Pontier: «A Parigi barbarie senza precedenti, il male non vincerà»

- Advertisement -

Gli attentati di Parigi, che hanno provocato almeno 128 vittime, sono il segno di una “barbarie senza precedenti”, e in un simile frangente i cristiani sono chiamati ad essere, più che mai, “artigiani di pace”. E’ questo il messaggio che arriva in un comunicato da monsignor Georges Pontier, presidente della conferenza episcopale francese e arcivescovo di Marsiglia. «Nella sua capitale, il nostro Paese è stato colpito da una serie di attentati di una barbarie senza precedenti» si legge nel testo diffuso dalla Chiesa d’oltralpe. «Con i cattolici francesi – prosegue il testo – esprimo il mio profondo dolore davanti a questa violenza estrema che ha tolto la vita a tante persone e ferite molte altre». Quindi monsignor  Pontier afferma: «il mio pensiero, e le mie preghiere vanno alle vittime, ai loro parenti, alle forze dell’ordine, agli operatori sanitari, e ai nostri governanti sui quali pesa un pesante responsabilità. In queste ore difficili noi abbiamo fiducia in loro».

Il comunicato si conclude con un appello ai credenti: «Invito i cattolici di Francia, in questa domenica in modo speciale, attraverso la preghiera, le loro parole e i loro atti a essere artigiani di pace, di unità e di testimonianza della speranza. Noi lo sappiamo, il male non avrà l’ultima parola». Già via twitter, poco tempo la diffusione della notizia degli attentati, il Segretario generale dei vescovi francesi, monsignor Oliveir Ribadeau Dumas, aveva dato voce alla Chiesa di Francia di fronte alla violenza messa in atto dai terroristi legati all’Isis (il gruppo dello Stato islamico): «Resteremo uniti davanti a coloro che vogliono farci paura e rompere la nostra resistenza. L’orrore ci colpisce tutti. Proviamo compassione per tutte le vittime. La nostra preghiera sale verso Dio con forza».

Dalla Germania arriva poi una dichiarazione congiunte del presidente della Conferenza episcopale tedesca, il cardinale Reinhard Marx, e del presidente del Consiglio della Chiesa protestante, il vescovo Heinrich Bedford-Strohm, «Siamo profondamente scioccati dalla ondata odiosa di violenza a Parigi. In queste ore inviamo le nostre condoglianze ai parenti delle vittime. Quando le parole sui fatti incredibili non si trovano, quello per noi cristiani è il tempo di pregare. Preghiamo per le vittime». Quindi si precisa come gli attentati nella capitale francese siano «in ultima analisi un attacco a tutti i popoli e all’Europa. Come cristiani in questi tempi dobbiamo restare uniti insieme con le altre religioni e filosofie, nonostante il terrore».

Il cardinale Christoph Schönborn, presidente della Conferenza episcopale austriaca, a sua volta è intervenuto rilasciando una dichiarazione sui fatti accaduti a Parigi: «Prego per le vittime e per tutti gli uomini di questa città che mi è così cara e chiedo a tutte le persone di buona volontà, qualunque sia la loro religione, di unirsi in questa preghiera. Che sia di conforto nel mezzo del terrore e che dia forza nell’incertezza della prova».

Sul fronte delle reazioni europee da sottolineare anche quella della Conferenza delle Chiese Europee (organismo ecumenico che riunisce le principali Chiese cristiane presenti in Europa, anglicane, protestanti, ortodosse) esprime il proprio dolore per «la perdita di vite umane, piange con tutte le persone colpite da questa immane tragedia» e prega «per le vittime, le loro famiglie, per gli uomini e le donne che hanno rischiato la propria vita la scorsa notte nel servizio agli altri». Il segretario generale della Kek, Guy Liagre, ha poi descritto gli attentati come «una vile aggressione contro la Francia e un affronto a tutta l’umanità. Questi tragici eventi spinge la Kek a rafforzare il suo impegno per la costruzione della pace e della riconciliazione».

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Pontier: «A Parigi barbarie senza precedenti, il male non vincerà»

  

- Advertisement -

Gli attentati di Parigi, che hanno provocato almeno 128 vittime, sono il segno di una “barbarie senza precedenti”, e in un simile frangente i cristiani sono chiamati ad essere, più che mai, “artigiani di pace”. E’ questo il messaggio che arriva in un comunicato da monsignor Georges Pontier, presidente della conferenza episcopale francese e arcivescovo di Marsiglia. «Nella sua capitale, il nostro Paese è stato colpito da una serie di attentati di una barbarie senza precedenti» si legge nel testo diffuso dalla Chiesa d’oltralpe. «Con i cattolici francesi – prosegue il testo – esprimo il mio profondo dolore davanti a questa violenza estrema che ha tolto la vita a tante persone e ferite molte altre». Quindi monsignor  Pontier afferma: «il mio pensiero, e le mie preghiere vanno alle vittime, ai loro parenti, alle forze dell’ordine, agli operatori sanitari, e ai nostri governanti sui quali pesa un pesante responsabilità. In queste ore difficili noi abbiamo fiducia in loro».

Il comunicato si conclude con un appello ai credenti: «Invito i cattolici di Francia, in questa domenica in modo speciale, attraverso la preghiera, le loro parole e i loro atti a essere artigiani di pace, di unità e di testimonianza della speranza. Noi lo sappiamo, il male non avrà l’ultima parola». Già via twitter, poco tempo la diffusione della notizia degli attentati, il Segretario generale dei vescovi francesi, monsignor Oliveir Ribadeau Dumas, aveva dato voce alla Chiesa di Francia di fronte alla violenza messa in atto dai terroristi legati all’Isis (il gruppo dello Stato islamico): «Resteremo uniti davanti a coloro che vogliono farci paura e rompere la nostra resistenza. L’orrore ci colpisce tutti. Proviamo compassione per tutte le vittime. La nostra preghiera sale verso Dio con forza».

Dalla Germania arriva poi una dichiarazione congiunte del presidente della Conferenza episcopale tedesca, il cardinale Reinhard Marx, e del presidente del Consiglio della Chiesa protestante, il vescovo Heinrich Bedford-Strohm, «Siamo profondamente scioccati dalla ondata odiosa di violenza a Parigi. In queste ore inviamo le nostre condoglianze ai parenti delle vittime. Quando le parole sui fatti incredibili non si trovano, quello per noi cristiani è il tempo di pregare. Preghiamo per le vittime». Quindi si precisa come gli attentati nella capitale francese siano «in ultima analisi un attacco a tutti i popoli e all’Europa. Come cristiani in questi tempi dobbiamo restare uniti insieme con le altre religioni e filosofie, nonostante il terrore».

Il cardinale Christoph Schönborn, presidente della Conferenza episcopale austriaca, a sua volta è intervenuto rilasciando una dichiarazione sui fatti accaduti a Parigi: «Prego per le vittime e per tutti gli uomini di questa città che mi è così cara e chiedo a tutte le persone di buona volontà, qualunque sia la loro religione, di unirsi in questa preghiera. Che sia di conforto nel mezzo del terrore e che dia forza nell’incertezza della prova».

Sul fronte delle reazioni europee da sottolineare anche quella della Conferenza delle Chiese Europee (organismo ecumenico che riunisce le principali Chiese cristiane presenti in Europa, anglicane, protestanti, ortodosse) esprime il proprio dolore per «la perdita di vite umane, piange con tutte le persone colpite da questa immane tragedia» e prega «per le vittime, le loro famiglie, per gli uomini e le donne che hanno rischiato la propria vita la scorsa notte nel servizio agli altri». Il segretario generale della Kek, Guy Liagre, ha poi descritto gli attentati come «una vile aggressione contro la Francia e un affronto a tutta l’umanità. Questi tragici eventi spinge la Kek a rafforzare il suo impegno per la costruzione della pace e della riconciliazione».

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
856FollowerSegui
13,000FollowerSegui
603FollowerSegui
57IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Paolo apostolo: vita e teologia

“Beati” nel nostro tempo

Libri Consigliati – Marzo 2019

Gibran: Lazzaro e la sua amata

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO