17.7 C
Rome
sabato, 25 Maggio 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Storie Perché ti voglio bene

Perché ti voglio bene

- Advertisement -

Quando ti sei svegliata questa mattina ti ho osservata ed ho sperato che tu mi
rivolgessi la parola,anche solo poche parole,chiedendo la mia opinione o
ringraziandomi per qualcosa di buono che ti era accaduto ieri, però ho notato che eri
molto occupata a cercare il vestito giusto da metterti per andare a lavorare.
Ho continuato ad aspettate ancora mentre correvi in casa per vestirti e sistemarti,
sapevo che avresti avuto del tempo anche solo per fermarti qualche minuto e dirmi
“CIAO”; però eri troppo occupata.Per questo ho acceso il cielo per te, l’ho riempito di
colori e di canti di uccelli per vedere se così mi ascoltavi, però nemmeno di questo ti
sei resa conto.
Ti ho osservata mentre ti accingevi al lavoro e ti ho aspettato pazientemente tutto il
giorno,con le molte cose che avevi da fare, suppongo che tu sia stata troppo
occupata per dirmi qualcosa.
Al tuo rientro ho visto la stanchezza sul tuo volto ed ho pensato di rinfrescarti un poco
facendo cadere una lieve pioggia, perchè questa la portasse via, il mio era un dono, ma
tu ti sei infuriata ed hai offeso il mio nome.
Desideravo tanto che tu mi parlassi….c’era ancora tanto tempo ho pensato.
Dopo hai acceso il televisore,ti ho aspettato pazientemente, mentre guardavi a tv,
hai cenato ed immersa nel tuo mondo ti sei dimenticata nuovamente di parlare con me.
Ho notato che eri stanca ed ho compreso il tuo desiderio di silenzio e cosi ho fatto
scendere il sole ed al suo posto ho disteso una coperta di stelle ed al centro di questa
ho acceso una candela: era uno spettacolo bellissimo,ma tu non ti sei accorta di nulla.
Al momento di dormire, dopo aver augurato la buona notte alla famiglia, ti sei coricata
e quasi immediatamente ti sei addormentata. Ho accompagnato i tuoi sogni con
musica e dolci pensieri ed i miei angeli hanno vegliato su di te, ma non importa, perchè
forse nemmeno ti rendi conto che io sono sempre li con te.
Ho più pazienza di quanto t’immagini, mi piacerebbe pure insegnarti ad avere pazienza
tu con gli altri.
Ti amo tanto che attendo tutti i giorni una preghiera, i doni che ti ho dato oggi sono
frutto del mio amore per te.
Bene, ti sei svegliata di nuovo ed ancora una volta io sono qui ed aspetto, senza
nient’altro che il mio amore per te,sperando che oggi tu possa dedicarmi un pò di
tempo.Buona giornata.

Tuo papà
Dio

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Perché ti voglio bene

  

- Advertisement -

Quando ti sei svegliata questa mattina ti ho osservata ed ho sperato che tu mi
rivolgessi la parola,anche solo poche parole,chiedendo la mia opinione o
ringraziandomi per qualcosa di buono che ti era accaduto ieri, però ho notato che eri
molto occupata a cercare il vestito giusto da metterti per andare a lavorare.
Ho continuato ad aspettate ancora mentre correvi in casa per vestirti e sistemarti,
sapevo che avresti avuto del tempo anche solo per fermarti qualche minuto e dirmi
“CIAO”; però eri troppo occupata.Per questo ho acceso il cielo per te, l’ho riempito di
colori e di canti di uccelli per vedere se così mi ascoltavi, però nemmeno di questo ti
sei resa conto.
Ti ho osservata mentre ti accingevi al lavoro e ti ho aspettato pazientemente tutto il
giorno,con le molte cose che avevi da fare, suppongo che tu sia stata troppo
occupata per dirmi qualcosa.
Al tuo rientro ho visto la stanchezza sul tuo volto ed ho pensato di rinfrescarti un poco
facendo cadere una lieve pioggia, perchè questa la portasse via, il mio era un dono, ma
tu ti sei infuriata ed hai offeso il mio nome.
Desideravo tanto che tu mi parlassi….c’era ancora tanto tempo ho pensato.
Dopo hai acceso il televisore,ti ho aspettato pazientemente, mentre guardavi a tv,
hai cenato ed immersa nel tuo mondo ti sei dimenticata nuovamente di parlare con me.
Ho notato che eri stanca ed ho compreso il tuo desiderio di silenzio e cosi ho fatto
scendere il sole ed al suo posto ho disteso una coperta di stelle ed al centro di questa
ho acceso una candela: era uno spettacolo bellissimo,ma tu non ti sei accorta di nulla.
Al momento di dormire, dopo aver augurato la buona notte alla famiglia, ti sei coricata
e quasi immediatamente ti sei addormentata. Ho accompagnato i tuoi sogni con
musica e dolci pensieri ed i miei angeli hanno vegliato su di te, ma non importa, perchè
forse nemmeno ti rendi conto che io sono sempre li con te.
Ho più pazienza di quanto t’immagini, mi piacerebbe pure insegnarti ad avere pazienza
tu con gli altri.
Ti amo tanto che attendo tutti i giorni una preghiera, i doni che ti ho dato oggi sono
frutto del mio amore per te.
Bene, ti sei svegliata di nuovo ed ancora una volta io sono qui ed aspetto, senza
nient’altro che il mio amore per te,sperando che oggi tu possa dedicarmi un pò di
tempo.Buona giornata.

Tuo papà
Dio

- Advertisement -
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
271FansMi piace
768FollowerSegui
13,000FollowerSegui
574FollowerSegui
55IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO