13.6 C
Rome
sabato, 16 20 Novembre19

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Recensioni Film Pentagon Papers

Pentagon Papers

Recensioni Film di interesse

- Advertisement -

The Pentagon Papers (“Documenti del Pentagono”) sono dei documenti top-secret di 7000 pagine del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America che presentano uno studio approfondito sulle strategie e i rapporti del governo federale con il Vietnam nel periodo che va dal 1945 al 1967. Furono raccolti nel 1967, per volere di Robert McNamara, che voleva darli all’amico Robert Kennedy, che in quel momento pensava di candidarsi alla presidenza. I Pentagon Papers furono poi copiati da Daniel Ellsberg, venduti e pubblicati per la prima volta sul New York Times, in prima pagina, il 13 giugno 1971 e in seguito sul Washington Post.

Nel giugno 1967 il segretario alla difesa Robert McNamara commissionò uno studio confidenziale sulla storia della guerra del Vietnam, a cui collaborarono tra gli altri l’assistente del segretario alla difesa John T. McNaughton, Morton H. Halperin, Leslie H. Gelb e per alcuni mesi Daniel Ellsberg, che lavorava alla RAND Corporation, una società specializzata in analisi delle politiche pubbliche. Lo studio, dal nome US-Vietnam Relations, 1945-1967: History of US Decision Making Process on Vietnam Policy, rimase segreto, tanto che neanche l’allora presidente Johnson ne fu a conoscenza prima della pubblicazione.

Dall’ottobre del 1969, Ellsberg e il ricercatore Antony Russo cominciarono a copiare i documenti con l’intenzione di diffonderli per rivelare le menzogne e gli omicidi di massa commessi nella guerra del Vietnam, nel sud-est asiatico, nei ventitré anni presi in esame dallo studio. Nel febbraio 1971 Ellsberg consegnò le carte a Neil Sheehan del New York Times, che cominciò la pubblicazione nel giugno dello stesso anno, per un totale di 134 documenti.

Un sondaggio d’opinione fatto nel marzo 1971, indicava che la fiducia dell’opinione pubblica nei confronti dell’operato del presidente Richard Nixon era diminuita del 50%, perché il pubblico americano pensava che la guerra del Vietnam fosse “moralmente ingiustificabile”. Il presidente in carica Nixon, quando seppe della pubblicazione dei Pentagon Papersandò su tutte le furie, perché pensava che la loro pubblicazione, anche se si riferivano all’amministrazione Johnson, avrebbe ulteriormente danneggiato la fiducia pubblica nella sua leadership e mandò un’ingiunzione per bloccare la pubblicazione dei documenti, ma il New York Times fece appello portando il caso alla Corte suprema, che annullò l’ingiunzione, a favore della libertà di stampa.

Nixon non contento, ordinò un’indagine su Ellesberg e nominò Egil Krogh e David Young, soprannominati scherzosamente gli “idraulici”, per “bloccare” la fuga di notizie. Il consigliere particolare di Nixon, Charles W. Colson, estese il gruppo di idraulici a persone di agenzie investigative con Howard Hunt, già agente della CIA e Gordon Liddy, un ex agente dell’FBI. Naturalmente nei controlli era compresa anche la sede del Comitato Nazionale Democratico, che aveva sede nell’edificio del Watergate. Questi controlli illegali porteranno all’impeachment di Nixon nello scandalo Watergate.

I Pentagon Papers rivelarono che il governo degli Stati Uniti aveva esteso il proprio ruolo nel conflitto con bombardamenti e raid aerei nel Laos, in Cambogia e in Vietnam del Nord e aveva intrapreso delle azioni di guerra prima che gli americani ne fossero informati.

I documenti rivelarono inoltre i reali obiettivi della guerra del Vietnam, definiti dallo stesso McNaughton come segue:

  • 70%: evitare una sconfitta umiliante;
  • 20%: mantenere il Vietnam del Sud e il territorio adiacente libero dal dominio cinese;
  • 10%: assicurare ai sud-vietnamiti un modo di vivere migliore e più libero;
  • Anche emergere dalla crisi senza alcuna inaccettabile macchia per i metodi utilizzati;
  • Non per “Aiutare un amico”, anche se sarebbe difficile rimanere se invitati ad andar via.

Il film eccellentemente interpretato da due veri calibri del cinema americano due camaleonti del ruolo come Tom Hanks (attore, regista e produttore è già stato diretto da Steven Spielberg in: Salvate Il Soldato Ryan 1998; Prova a prendermi 2002; The Terminal 2004; Il Ponte delle Spie 2015; e diretto da Ron Howard in: Splash-Una Sirena a New York 1984; Apollo 13, 1995; Il Codice da Vinci 2006; Angeli e Demoni 2009; Inferno 2016 e diretto da Nora Ephron in: Insonnia d’Amore 1993; C’è posta per te 1998; e da Jonathan Demme in: Philadelphia 1993; da Frank Darabont in: Il Miglio Verde 1999 e infine da Robert Zemekis in: Forest Gump 1994; Cast Away 2000; Polar Express 2004) al suo attivo ben 2 Oscar e affiancato dalla grande Meryl Streep (al suo attivo 54 interpretazioni e ben 3 Oscar e ricordata da tutti in Kramer contro Kramer insieme a Dustin Huffman diretti da Robert Benton 1979; La casa degli Spiriti trasposizione dell’omonimo successo letterario internazionale di Isabel Allende nel 1993 con un cast che annoverava Jeremy Irons, Antonio Banderas, Glenn Close, Vanessa Redgrave e la giovane Winona Ryder; Il Diavolo Veste Prada nel 2006; Mamma Mia ! 2008; The Iron Lady 2011) entrambi perfettamente all’altezza del rispettivo ruolo di direttori dei primi due quotidiani che pubblicheranno gli scottanti dossier.

Un film scrupoloso e al contempo non privo di introspezione e conflitto di coscienza nella fedele e totale tradizione dello spirito “spielberghiano”. Una pellicola che merita.

Contributo allo sviluppo della personalità:
8
Culturalmente valido:
8
Spiritualmente utile:
7
Discernimento del bene e del male:
7
Avvincente:
7
Innovativo:
7
Indicatore di culture diverse:
6
Resa dei personaggi:
8
Colonna sonora:
7
Fotografia:
7
Pertinenza linguistica e prossemica:
8
Montaggio
7
E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Pentagon Papers

Recensioni Film di interesse

  

- Advertisement -

The Pentagon Papers (“Documenti del Pentagono”) sono dei documenti top-secret di 7000 pagine del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America che presentano uno studio approfondito sulle strategie e i rapporti del governo federale con il Vietnam nel periodo che va dal 1945 al 1967. Furono raccolti nel 1967, per volere di Robert McNamara, che voleva darli all’amico Robert Kennedy, che in quel momento pensava di candidarsi alla presidenza. I Pentagon Papers furono poi copiati da Daniel Ellsberg, venduti e pubblicati per la prima volta sul New York Times, in prima pagina, il 13 giugno 1971 e in seguito sul Washington Post.

Nel giugno 1967 il segretario alla difesa Robert McNamara commissionò uno studio confidenziale sulla storia della guerra del Vietnam, a cui collaborarono tra gli altri l’assistente del segretario alla difesa John T. McNaughton, Morton H. Halperin, Leslie H. Gelb e per alcuni mesi Daniel Ellsberg, che lavorava alla RAND Corporation, una società specializzata in analisi delle politiche pubbliche. Lo studio, dal nome US-Vietnam Relations, 1945-1967: History of US Decision Making Process on Vietnam Policy, rimase segreto, tanto che neanche l’allora presidente Johnson ne fu a conoscenza prima della pubblicazione.

Dall’ottobre del 1969, Ellsberg e il ricercatore Antony Russo cominciarono a copiare i documenti con l’intenzione di diffonderli per rivelare le menzogne e gli omicidi di massa commessi nella guerra del Vietnam, nel sud-est asiatico, nei ventitré anni presi in esame dallo studio. Nel febbraio 1971 Ellsberg consegnò le carte a Neil Sheehan del New York Times, che cominciò la pubblicazione nel giugno dello stesso anno, per un totale di 134 documenti.

Un sondaggio d’opinione fatto nel marzo 1971, indicava che la fiducia dell’opinione pubblica nei confronti dell’operato del presidente Richard Nixon era diminuita del 50%, perché il pubblico americano pensava che la guerra del Vietnam fosse “moralmente ingiustificabile”. Il presidente in carica Nixon, quando seppe della pubblicazione dei Pentagon Papersandò su tutte le furie, perché pensava che la loro pubblicazione, anche se si riferivano all’amministrazione Johnson, avrebbe ulteriormente danneggiato la fiducia pubblica nella sua leadership e mandò un’ingiunzione per bloccare la pubblicazione dei documenti, ma il New York Times fece appello portando il caso alla Corte suprema, che annullò l’ingiunzione, a favore della libertà di stampa.

Nixon non contento, ordinò un’indagine su Ellesberg e nominò Egil Krogh e David Young, soprannominati scherzosamente gli “idraulici”, per “bloccare” la fuga di notizie. Il consigliere particolare di Nixon, Charles W. Colson, estese il gruppo di idraulici a persone di agenzie investigative con Howard Hunt, già agente della CIA e Gordon Liddy, un ex agente dell’FBI. Naturalmente nei controlli era compresa anche la sede del Comitato Nazionale Democratico, che aveva sede nell’edificio del Watergate. Questi controlli illegali porteranno all’impeachment di Nixon nello scandalo Watergate.

- Advertisement -

I Pentagon Papers rivelarono che il governo degli Stati Uniti aveva esteso il proprio ruolo nel conflitto con bombardamenti e raid aerei nel Laos, in Cambogia e in Vietnam del Nord e aveva intrapreso delle azioni di guerra prima che gli americani ne fossero informati.

I documenti rivelarono inoltre i reali obiettivi della guerra del Vietnam, definiti dallo stesso McNaughton come segue:

  • 70%: evitare una sconfitta umiliante;
  • 20%: mantenere il Vietnam del Sud e il territorio adiacente libero dal dominio cinese;
  • 10%: assicurare ai sud-vietnamiti un modo di vivere migliore e più libero;
  • Anche emergere dalla crisi senza alcuna inaccettabile macchia per i metodi utilizzati;
  • Non per “Aiutare un amico”, anche se sarebbe difficile rimanere se invitati ad andar via.

Il film eccellentemente interpretato da due veri calibri del cinema americano due camaleonti del ruolo come Tom Hanks (attore, regista e produttore è già stato diretto da Steven Spielberg in: Salvate Il Soldato Ryan 1998; Prova a prendermi 2002; The Terminal 2004; Il Ponte delle Spie 2015; e diretto da Ron Howard in: Splash-Una Sirena a New York 1984; Apollo 13, 1995; Il Codice da Vinci 2006; Angeli e Demoni 2009; Inferno 2016 e diretto da Nora Ephron in: Insonnia d’Amore 1993; C’è posta per te 1998; e da Jonathan Demme in: Philadelphia 1993; da Frank Darabont in: Il Miglio Verde 1999 e infine da Robert Zemekis in: Forest Gump 1994; Cast Away 2000; Polar Express 2004) al suo attivo ben 2 Oscar e affiancato dalla grande Meryl Streep (al suo attivo 54 interpretazioni e ben 3 Oscar e ricordata da tutti in Kramer contro Kramer insieme a Dustin Huffman diretti da Robert Benton 1979; La casa degli Spiriti trasposizione dell’omonimo successo letterario internazionale di Isabel Allende nel 1993 con un cast che annoverava Jeremy Irons, Antonio Banderas, Glenn Close, Vanessa Redgrave e la giovane Winona Ryder; Il Diavolo Veste Prada nel 2006; Mamma Mia ! 2008; The Iron Lady 2011) entrambi perfettamente all’altezza del rispettivo ruolo di direttori dei primi due quotidiani che pubblicheranno gli scottanti dossier.

Un film scrupoloso e al contempo non privo di introspezione e conflitto di coscienza nella fedele e totale tradizione dello spirito “spielberghiano”. Una pellicola che merita.

- Advertisement -
Contributo allo sviluppo della personalità:
8
Culturalmente valido:
8
Spiritualmente utile:
7
Discernimento del bene e del male:
7
Avvincente:
7
Innovativo:
7
Indicatore di culture diverse:
6
Resa dei personaggi:
8
Colonna sonora:
7
Fotografia:
7
Pertinenza linguistica e prossemica:
8
Montaggio
7

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
278FansMi piace
870FollowerSegui
13,000FollowerSegui
605FollowerSegui
58IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Consigli Pubblicitari

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO