18.9 C
Roma
Mer, 27 Maggio 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Etica e Vita Pasqua: la morte non avrà l'ultima parola.

Pasqua: la morte non avrà l’ultima parola.

- Advertisement -

Pasqua è credere che la morte non avrà l'ultima parola; che tutte le pietre, anche le più pesanti, possono essere rovesciate
Pasqua è credere che la morte non avrà l’ultima parola; che tutte le pietre, anche le più pesanti, possono essere rovesciate

La solennità di Pasqua si celebra nei tre giorni del Triduo del Signore crocifisso, sepolto e risorto i quali, dunque, non sono una preparazione, ma sono la Pasqua. Si tratta di un’acquisizione non così recente eppure non da tutti compresa. Del resto, c’è il rischio concreto di perdere lo stesso significato della Pasqua. Per alcuni è il giorno in cui si celebra la resurrezione di Gesù, per altri – come ricorda il catechismo della Prima Comunione – è il giorno in cui ci si deve confessare e comunicare; per tanti altri, infine, è il giorno da festeggiare…con chi si vuole. È soltanto questo? Soltanto la celebrazione di una festa, l’osservanza di un precetto, una vacanza con gli amici? Certamente no. Pasqua è credere che la morte non avrà l’ultima parola; che tutte le pietre, anche le più pesanti, possono essere rovesciate; è sapere che la nostra vita è più di una semplice vita terrena; è accettare il rischio dell’amore per l’uomo, per ogni uomo e per tutto l’uomo anche quando deve fare i conti con il tradimento, l’ingratitudine, il calvario; è la più grande provocazione di DIO all’uomo perché questi creda nella vita e nel futuro; è non aver paura delle sorprese; è far rivivere la speranza e la gioia; è diventare segno della resurrezione di Cristo e non solo credere nella resurrezione di Cristo; è agire perché l ‘amore vinca l’odio, la solidarietà l’indifferenza e l’egoismo; il bene prevalga sul male è incontrare uomini e donne che si impegnano per rifiutare l’ingiustizia e la violenza ; è inventare sempre nuovi spazi in cui ognuno è accolto e amato; è vita che spinge a far trionfare la vita; è lavorare per un’esistenza che non ci è stata data per esserci tolta, ma per esserci ridonata diversa, non a favore di un mondo che finisce, ma per cieli nuovi e terra nuova; che la vita e la storia sono chiamate a recitare un ultimo atto scritto tutto da DIO; che Pasqua è attendere questo ultimo atto. Buona Pasqua a tutti!

Don Roberto Antonucci

0
0
vote
Article Rating
R. Antonucci
Sacerdote dell'Arcidiocesi Metropolitana di Chieti-Vasto. Ordinato presbitero il 29 giugno 2011, è attualmente Parroco delle Parrocchie di Santa Maria ad Nives a Filetto e di San Cristinziano Martire a San Martino sulla Marrucina. Oltre agli studi filosofico-teologici, ha compiuto con successo il curriculum accademico in Giurisprudenza.

2 Commenti

Iscriviti
Notificami
guest
2 Commenti
Più nuovi
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
mercoledì, 2 Gennaio 2019 21:03

Ciao don Roberto, mi piace molto seguirti su questo blog. 🙂 Un saluto.

Francesco
Francesco
domenica, 30 Giugno 2013 16:07

Ciao don Roberto, mi piace molto seguirti su questo blog. 🙂 Un saluto.

Pasqua: la morte non avrà l’ultima parola.

  

- Advertisement -

Pasqua è credere che la morte non avrà l'ultima parola; che tutte le pietre, anche le più pesanti, possono essere rovesciate
Pasqua è credere che la morte non avrà l’ultima parola; che tutte le pietre, anche le più pesanti, possono essere rovesciate

La solennità di Pasqua si celebra nei tre giorni del Triduo del Signore crocifisso, sepolto e risorto i quali, dunque, non sono una preparazione, ma sono la Pasqua. Si tratta di un’acquisizione non così recente eppure non da tutti compresa. Del resto, c’è il rischio concreto di perdere lo stesso significato della Pasqua. Per alcuni è il giorno in cui si celebra la resurrezione di Gesù, per altri – come ricorda il catechismo della Prima Comunione – è il giorno in cui ci si deve confessare e comunicare; per tanti altri, infine, è il giorno da festeggiare…con chi si vuole. È soltanto questo? Soltanto la celebrazione di una festa, l’osservanza di un precetto, una vacanza con gli amici? Certamente no. Pasqua è credere che la morte non avrà l’ultima parola; che tutte le pietre, anche le più pesanti, possono essere rovesciate; è sapere che la nostra vita è più di una semplice vita terrena; è accettare il rischio dell’amore per l’uomo, per ogni uomo e per tutto l’uomo anche quando deve fare i conti con il tradimento, l’ingratitudine, il calvario; è la più grande provocazione di DIO all’uomo perché questi creda nella vita e nel futuro; è non aver paura delle sorprese; è far rivivere la speranza e la gioia; è diventare segno della resurrezione di Cristo e non solo credere nella resurrezione di Cristo; è agire perché l ‘amore vinca l’odio, la solidarietà l’indifferenza e l’egoismo; il bene prevalga sul male è incontrare uomini e donne che si impegnano per rifiutare l’ingiustizia e la violenza ; è inventare sempre nuovi spazi in cui ognuno è accolto e amato; è vita che spinge a far trionfare la vita; è lavorare per un’esistenza che non ci è stata data per esserci tolta, ma per esserci ridonata diversa, non a favore di un mondo che finisce, ma per cieli nuovi e terra nuova; che la vita e la storia sono chiamate a recitare un ultimo atto scritto tutto da DIO; che Pasqua è attendere questo ultimo atto. Buona Pasqua a tutti!

Don Roberto Antonucci

0
0
vote
Article Rating
- Advertisement -
- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

R. Antonucci
Sacerdote dell'Arcidiocesi Metropolitana di Chieti-Vasto. Ordinato presbitero il 29 giugno 2011, è attualmente Parroco delle Parrocchie di Santa Maria ad Nives a Filetto e di San Cristinziano Martire a San Martino sulla Marrucina. Oltre agli studi filosofico-teologici, ha compiuto con successo il curriculum accademico in Giurisprudenza.

2 Commenti

Iscriviti
Notificami
guest
2 Commenti
Più nuovi
Più vecchi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
mercoledì, 2 Gennaio 2019 21:03

Ciao don Roberto, mi piace molto seguirti su questo blog. 🙂 Un saluto.

Francesco
Francesco
domenica, 30 Giugno 2013 16:07

Ciao don Roberto, mi piace molto seguirti su questo blog. 🙂 Un saluto.

289FansMi piace
949FollowerSegui
13,000FollowerSegui
626FollowerSegui
94IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Accompagnare gli adulti nella fede

Vincere ansietà e paure

Il Libro della Sapienza

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

0 0 vote
Article Rating
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO