11.5 C
Roma
Ven, 16 Aprile 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeNotizieParolin sulla Riforma: “che la Curia possa diventare un aiuto al Papa”.

Parolin sulla Riforma: “che la Curia possa diventare un aiuto al Papa”.

Il Papa va in Cile per lottare contro la corruzione

- Advertisement -

“Che la Curia possa diventare davvero un aiuto al Papa”. Lo ha detto a Vatican News il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, a proposito della riforma portata avanti da Francesco. Nell’intervista rilasciata a Vatican News il porporato è intervenuto su diversi argomenti e ricordando i passi in avanti già compiuti nell’ambito dei lavori del C9, ha parlato della conversione quale “dimensione fondamentale della vita cristiana” e perciò anche come lo “spirito profondo che deve animare ogni riforma”. Tra i temi affrontati anche il Sinodo sui giovani: “il 2018 – ha spiegato – sarà caratterizzato da una speciale concentrazione dell’attenzione della Chiesa sui giovani, sulle loro attese, sulle loro aspirazioni, sulle sfide che devono affrontare e sulle speranze che portano con sé, ma anche sulle loro debolezze e paure”. “Io credo – ha aggiunto – che la cosa più innovativa di questo approccio sia la ricerca di una nuova relazione con i giovani, improntata ad un paradigma di responsabilità esente da ogni paternalismo. La chiesa vuole entrare veramente in dialogo con la realtà giovanile, vuole capire i giovani e vuole aiutarli, ma allo stesso tempo vorrei riferirmi a quel famoso discorso che fece John Kennedy quando prese possesso del suo ufficio l’anno 1961, quando disse ‘non dovete chiedervi cosa il paese può fare per voi, ma cosa voi  potete fare e dovete fare per il paese’”. “Credo che questo in fin dei conti sia l’approccio innovativo: cioè la Chiesa, il Papa, chiede ai giovani cosa posono fare loro per la Chiesa, per la diffusione del Vangelo oggi”, ha chiosato il porporato.

Il segretario di Stato è poi intervenuto anche sull’abbastanza discussa Amoris Laetitia, la quale – ha precisato – “è scaturita da un nuovo paradigma che Papa Francesco sta portando avanti con sapienza, con prudenza e anche con pazienza”. Il documento – ha aggiunto Parolin – costituisce una richiesta di aiuto alle famiglie, “oltre ad essere un abbraccio che la Chiesa fa alla famiglia e alle sue problematiche nel mondo d’oggi. E sull’imminente viaggio apostolico in Cile e Perù ha detto che due sono le sfide che “stanno a cuore al Papa”: il ruolo della popolazione indigena e la lotta alla corruzione. “Credo – ha concluso – che sarà un viaggio non semplice, ma davvero appassionante”.

Originale: Faro di Roma
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Parolin sulla Riforma: “che la Curia possa diventare un aiuto al Papa”.

Il Papa va in Cile per lottare contro la corruzione

- Advertisement -

“Che la Curia possa diventare davvero un aiuto al Papa”. Lo ha detto a Vatican News il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, a proposito della riforma portata avanti da Francesco. Nell’intervista rilasciata a Vatican News il porporato è intervenuto su diversi argomenti e ricordando i passi in avanti già compiuti nell’ambito dei lavori del C9, ha parlato della conversione quale “dimensione fondamentale della vita cristiana” e perciò anche come lo “spirito profondo che deve animare ogni riforma”. Tra i temi affrontati anche il Sinodo sui giovani: “il 2018 – ha spiegato – sarà caratterizzato da una speciale concentrazione dell’attenzione della Chiesa sui giovani, sulle loro attese, sulle loro aspirazioni, sulle sfide che devono affrontare e sulle speranze che portano con sé, ma anche sulle loro debolezze e paure”. “Io credo – ha aggiunto – che la cosa più innovativa di questo approccio sia la ricerca di una nuova relazione con i giovani, improntata ad un paradigma di responsabilità esente da ogni paternalismo. La chiesa vuole entrare veramente in dialogo con la realtà giovanile, vuole capire i giovani e vuole aiutarli, ma allo stesso tempo vorrei riferirmi a quel famoso discorso che fece John Kennedy quando prese possesso del suo ufficio l’anno 1961, quando disse ‘non dovete chiedervi cosa il paese può fare per voi, ma cosa voi  potete fare e dovete fare per il paese’”. “Credo che questo in fin dei conti sia l’approccio innovativo: cioè la Chiesa, il Papa, chiede ai giovani cosa posono fare loro per la Chiesa, per la diffusione del Vangelo oggi”, ha chiosato il porporato.

Il segretario di Stato è poi intervenuto anche sull’abbastanza discussa Amoris Laetitia, la quale – ha precisato – “è scaturita da un nuovo paradigma che Papa Francesco sta portando avanti con sapienza, con prudenza e anche con pazienza”. Il documento – ha aggiunto Parolin – costituisce una richiesta di aiuto alle famiglie, “oltre ad essere un abbraccio che la Chiesa fa alla famiglia e alle sue problematiche nel mondo d’oggi. E sull’imminente viaggio apostolico in Cile e Perù ha detto che due sono le sfide che “stanno a cuore al Papa”: il ruolo della popolazione indigena e la lotta alla corruzione. “Credo – ha concluso – che sarà un viaggio non semplice, ma davvero appassionante”.

- Advertisement -
Originale: Faro di Roma

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
647FollowerSegui
226IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x