13.9 C
Roma
Dom, 18 Aprile 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiPapaPapa Francesco: il primo altare cristiano è stato quello della Croce

Papa Francesco: il primo altare cristiano è stato quello della Croce

Il Papa all'Udienza Generale

- Advertisement -

All’udienza generale, Papa Francesco prosegue le catechesi dedicate alla Santa Messa, soffermandosi sulla Liturgia eucaristica.

“Quando noi ci avviciniamo all’altare per celebrare la Messa, la nostra memoria va all’altare della Croce, dove è stato fatto il primo sacrificio”. All’udienza generale, Papa Francesco parla della Liturgia eucaristica, precisamente della presentazione dei doni, proseguendo le catechesi dedicate alla Santa Messa. Il tradizionale incontro del mercoledì, come spiegato dallo stesso Pontefice, si svolge in modo singolare a causa del freddo pungente che ha colpito Roma in questi giorni: l’evento ha luogo nell’aula Paolo VI mentre alcuni fedeli, radunati nella Basilica Vaticano, seguono tutto con i maxischermo.

Il primo altare è quello della Croce

La preparazione dei doni “è la prima parte della Liturgia eucaristica” ed è significativo e importante che siano i fedeli a portare “il pane e il vino” al sacerdote, quale “offerta spirituale della Chiesa lì raccolta per l’Eucaristia”. “Il centro della Messa”, dunque, “è l’altare, e l’altare è Cristo”. Papa Bergoglio chiarisce che “la vita dei fedeli, la loro sofferenza, la loro preghiera, il loro lavoro, sono uniti a quelli di Cristo e alla sua offerta totale, e in questo modo acquistano un valore nuovo”.

Il Signore dà tanto e chiede poco

Il pane e il vino rappresentano l’offerta della propria vita, “affinché sia trasformata dallo Spirito Santo nel sacrificio di Cristo e diventi con Lui una sola offerta spirituale gradita al Padre”. Il Signore “ci dà tanto”, aggiunge Papa Francesco, e “ci chiede poco”: “ci chiede, nella vita ordinaria, buona volontà; ci chiede cuore aperto, ci chiede voglia di essere migliori”.

La spiritualità del dono di sé

Soprattutto in questo tempo di Quaresima, il Pontefice auspica che tutti i discepoli di Cristo possano coltivare “la spiritualità del dono di sé”, che “questo momento della Messa ci insegna”. Con “il cuore aperto alla potenza di Dio” è possibile trovare senso nelle proprie giornate, vivere in modo pieno “le relazioni con gli altri, le cose che facciamo, le sofferenze che incontriamo, aiutandoci a costruire la città terrena alla luce del Vangelo”.

Originale: Aleteia.org
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Papa Francesco: il primo altare cristiano è stato quello della Croce

Il Papa all'Udienza Generale

- Advertisement -

All’udienza generale, Papa Francesco prosegue le catechesi dedicate alla Santa Messa, soffermandosi sulla Liturgia eucaristica.

“Quando noi ci avviciniamo all’altare per celebrare la Messa, la nostra memoria va all’altare della Croce, dove è stato fatto il primo sacrificio”. All’udienza generale, Papa Francesco parla della Liturgia eucaristica, precisamente della presentazione dei doni, proseguendo le catechesi dedicate alla Santa Messa. Il tradizionale incontro del mercoledì, come spiegato dallo stesso Pontefice, si svolge in modo singolare a causa del freddo pungente che ha colpito Roma in questi giorni: l’evento ha luogo nell’aula Paolo VI mentre alcuni fedeli, radunati nella Basilica Vaticano, seguono tutto con i maxischermo.

Il primo altare è quello della Croce

La preparazione dei doni “è la prima parte della Liturgia eucaristica” ed è significativo e importante che siano i fedeli a portare “il pane e il vino” al sacerdote, quale “offerta spirituale della Chiesa lì raccolta per l’Eucaristia”. “Il centro della Messa”, dunque, “è l’altare, e l’altare è Cristo”. Papa Bergoglio chiarisce che “la vita dei fedeli, la loro sofferenza, la loro preghiera, il loro lavoro, sono uniti a quelli di Cristo e alla sua offerta totale, e in questo modo acquistano un valore nuovo”.

Il Signore dà tanto e chiede poco

- Advertisement -

Il pane e il vino rappresentano l’offerta della propria vita, “affinché sia trasformata dallo Spirito Santo nel sacrificio di Cristo e diventi con Lui una sola offerta spirituale gradita al Padre”. Il Signore “ci dà tanto”, aggiunge Papa Francesco, e “ci chiede poco”: “ci chiede, nella vita ordinaria, buona volontà; ci chiede cuore aperto, ci chiede voglia di essere migliori”.

La spiritualità del dono di sé

Soprattutto in questo tempo di Quaresima, il Pontefice auspica che tutti i discepoli di Cristo possano coltivare “la spiritualità del dono di sé”, che “questo momento della Messa ci insegna”. Con “il cuore aperto alla potenza di Dio” è possibile trovare senso nelle proprie giornate, vivere in modo pieno “le relazioni con gli altri, le cose che facciamo, le sofferenze che incontriamo, aiutandoci a costruire la città terrena alla luce del Vangelo”.

- Advertisement -
Originale: Aleteia.org

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
647FollowerSegui
226IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Libri consigliati – Ottobre 2018

Il Vangelo di Marco

Morandini: Cambiare rotta

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x