14.5 C
Rome
giovedì, 17 Ottobre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Notizie Papa Francesco è arrivato in Romania

Papa Francesco è arrivato in Romania

La visita, con il motto “Camminiamo insieme”

- Advertisement -
Al via il 30.esimo viaggio apostolico di Papa Francesco, fino al 2 giugno in Romania. La visita, con il motto “Camminiamo insieme”, è la seconda di un Pontefice nel Paese, dopo quella compiuta da san Giovanni Paolo II tra il 7 e il 9 maggio 1999

Barbara Castelli – Città del Vaticano

La prima giornata di Papa Francesco in Romania è a Bucarest. Alle 10:09, ora italiana, il Pontefice è atterrato all’aeroporto della capitale, accolto dal presidente, Klaus Werner Iohannis, e dalla consorte. Ai piedi della scala anteriore dell’aereo, anche due bambini in abito tradizionale, con fiori per accogliere l’ospite illustre. Tra bandierine bianche e gialle, oltre che blu, giallo e rosso, secondo i colori della bandiera nazionale romena, e cori festanti, anche circa 400 persone, per dare subito a Papa Bergoglio un assaggio dell’accoglienza che il Paese riserverà al Successore di Pietro. Dopo la guardia d’onore, accompagnato dal Nunzio Apostolico in Romania mons. Miguel Maury Buendía, arcivescovo titolare di Italica, Papa Francesco lascia l’aeroporto per recarsi al Palazzo presidenziale Cotroceni, dove avrà luogo la cerimonia di benvenuto, l’incontro con il primo ministro, signora Vasilica Viorica Dăncilă, e l’incontro con le autorità, la società civile e il corpo diplomatico, durante il quale il Pontefice pronuncerà il primo discorso.

Bucarest è la città più grande della Romania, sulle sponde del fiume Dâmbovița, affluente minore del Danubio. L’architettura elegante precedente al comunismo è sopravvissuta solo parzialmente, ma a sufficienza per attirare alla capitale il soprannome di “Piccola Parigi”, con le sue chiese ortodosse e gli edifici in stile liberty e art nouveau. La città presenta una composizione multietnica: 86% romeni, 1,2% rom e 12,6% di altre etnie (ebrei, magiari, tedeschi, armeni, greci, bulgari, polacchi, albanesi, turchi e altri); e multireligiosa: 84,3% ortodossi, 1,2% cattolici (latini e bizantini) e 13% di altre confessioni.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Papa Francesco è arrivato in Romania

La visita, con il motto “Camminiamo insieme”

  

- Advertisement -
Al via il 30.esimo viaggio apostolico di Papa Francesco, fino al 2 giugno in Romania. La visita, con il motto “Camminiamo insieme”, è la seconda di un Pontefice nel Paese, dopo quella compiuta da san Giovanni Paolo II tra il 7 e il 9 maggio 1999

Barbara Castelli – Città del Vaticano

La prima giornata di Papa Francesco in Romania è a Bucarest. Alle 10:09, ora italiana, il Pontefice è atterrato all’aeroporto della capitale, accolto dal presidente, Klaus Werner Iohannis, e dalla consorte. Ai piedi della scala anteriore dell’aereo, anche due bambini in abito tradizionale, con fiori per accogliere l’ospite illustre. Tra bandierine bianche e gialle, oltre che blu, giallo e rosso, secondo i colori della bandiera nazionale romena, e cori festanti, anche circa 400 persone, per dare subito a Papa Bergoglio un assaggio dell’accoglienza che il Paese riserverà al Successore di Pietro. Dopo la guardia d’onore, accompagnato dal Nunzio Apostolico in Romania mons. Miguel Maury Buendía, arcivescovo titolare di Italica, Papa Francesco lascia l’aeroporto per recarsi al Palazzo presidenziale Cotroceni, dove avrà luogo la cerimonia di benvenuto, l’incontro con il primo ministro, signora Vasilica Viorica Dăncilă, e l’incontro con le autorità, la società civile e il corpo diplomatico, durante il quale il Pontefice pronuncerà il primo discorso.

Bucarest è la città più grande della Romania, sulle sponde del fiume Dâmbovița, affluente minore del Danubio. L’architettura elegante precedente al comunismo è sopravvissuta solo parzialmente, ma a sufficienza per attirare alla capitale il soprannome di “Piccola Parigi”, con le sue chiese ortodosse e gli edifici in stile liberty e art nouveau. La città presenta una composizione multietnica: 86% romeni, 1,2% rom e 12,6% di altre etnie (ebrei, magiari, tedeschi, armeni, greci, bulgari, polacchi, albanesi, turchi e altri); e multireligiosa: 84,3% ortodossi, 1,2% cattolici (latini e bizantini) e 13% di altre confessioni.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
603FollowerSegui
57IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Dai racconti orali ai Vangeli

Salire a Gerusalemme

Sposati e sii sottomessa, 2011

I profeti minori “quadriformi”

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO