22.2 C
Roma
Lun, 14 Giugno 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Ninna nanna

- Advertisement -

Dio mio che dormi debole tra le mie braccia,

Bambino mio tutto caldo sul mio cuore che batte,

Adoro nelle mie mani e cullo sorpresa,

La meraviglia che Tu, oh Dio, mi hai donato.

Oh Dio mio, io non avevo figli.

Vergine come sono, in questo umile stato,

Quale gioia in fiore da me sarebbe nata?

Ma Tu, Onnipotente, me l’hai donata.

Cosa Ti darò in cambio, io che ho ricevuto

La tua grazia? Oh Dio, sorrido dolcemente

Perché avevo anch’io, piccola e limitata,

Avevo una grazia e Te l’ho donata.

Oh Dio mio, Tu non avevi un bocca

Per parlare agli uomini sperduti quaggiù…

La tua bocca di latte rivolta verso il mio seno,

Oh figlio mio, sono io che te l’ho donata.

Oh Dio mio, Tu non avevi una mano

Per guarire con un dito i loro poveri corpi stanchi…

La tua mano, bocciolo chiuso, rosa ancor incerto,

Oh figlio mio, sono io che te l’ho donata.

Oh Dio mio, Tu non avevi un corpo

Per spezzare con loro il pane quotidiano…

Il tuo corpo a primavera da me plasmato,

Oh figlio mio, sono io che te l’ho donato.

Oh Dio mio, tu non avevi la morte

Per salvare il mondo… Quanto dolore! Laggiù,

La tua morte d’uomo, una sera, nera, abbandonata,

Piccolo mio, sono io che te l’ho donata.

«Le canzoni e le ore»: Il Rosario delle gioie, 1931; ristampato da Gallimard nel 1983.

Marie Noël

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Ninna nanna

- Advertisement -

Dio mio che dormi debole tra le mie braccia,

Bambino mio tutto caldo sul mio cuore che batte,

Adoro nelle mie mani e cullo sorpresa,

La meraviglia che Tu, oh Dio, mi hai donato.

Oh Dio mio, io non avevo figli.

- Advertisement -

Vergine come sono, in questo umile stato,

Quale gioia in fiore da me sarebbe nata?

Ma Tu, Onnipotente, me l’hai donata.

Cosa Ti darò in cambio, io che ho ricevuto

La tua grazia? Oh Dio, sorrido dolcemente

Perché avevo anch’io, piccola e limitata,

Avevo una grazia e Te l’ho donata.

Oh Dio mio, Tu non avevi un bocca

Per parlare agli uomini sperduti quaggiù…

La tua bocca di latte rivolta verso il mio seno,

Oh figlio mio, sono io che te l’ho donata.

Oh Dio mio, Tu non avevi una mano

Per guarire con un dito i loro poveri corpi stanchi…

La tua mano, bocciolo chiuso, rosa ancor incerto,

Oh figlio mio, sono io che te l’ho donata.

Oh Dio mio, Tu non avevi un corpo

Per spezzare con loro il pane quotidiano…

Il tuo corpo a primavera da me plasmato,

Oh figlio mio, sono io che te l’ho donato.

Oh Dio mio, tu non avevi la morte

Per salvare il mondo… Quanto dolore! Laggiù,

La tua morte d’uomo, una sera, nera, abbandonata,

Piccolo mio, sono io che te l’ho donata.

«Le canzoni e le ore»: Il Rosario delle gioie, 1931; ristampato da Gallimard nel 1983.

Marie Noël

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
648FollowerSegui
311IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

La speranza di Giobbe

“Non fare come gli ipocriti”

Interrogare la sofferenza

Cosentino: Non è quel che credi

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x