19.8 C
Rome
sabato, 21 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Teologia, Dottrina e Magistero Nasce “Antiochia – Teologia per”

Nasce “Antiochia – Teologia per”

La teologia esce dalle aule universitarie e si appresta a dare un contributo concreto al territorio e alla società.

- Advertisement -
di: Facoltà teologica Triveneto

Portare il contributo concreto della teologia al territorio e alla società: è l’impegno di alcune persone che hanno conseguito i titoli di studio in teologia e che ora hanno dato vita ad un’associazione, nata con il patrocinio della Facoltà teologica del Triveneto.

La teologia esce dalle aule universitarie e si appresta a dare un contributo concreto al territorio e alla società. Lo fa attraverso l’impegno di persone che hanno conseguito i titoli di studio in teologia, ex studenti e docenti laici, che hanno dato vita ad un’associazione dal nome significativo, “Antiochia – Teologia per”, nata anche con il patrocinio della Facoltà teologica del Triveneto.

Annunciata dal preside, mons. Roberto Tommasi, all’apertura dell’anno accademico 2018/2019, l’associazione si è costituita con l’assemblea dei soci del 13 dicembre 2018 ed è stata riconosciuta come associazione privata di fedeli con personalità giuridica canonica dal vescovo di Padova, Claudio Cipolla, il 24 maggio 2019.

«Finalità immediata dell’associazione – spiega la presidente Assunta Steccanella – è la promozione di attività di formazione e di approfondimento circa tematiche riguardanti le discipline sacre o ad esse connesse, con particolare attenzione alla formazione permanente degli iscritti e all’impegno a rendersi disponibili per la realizzazione di momenti formativi negli ambiti della pastorale parrocchiale e della formazione civile».

L’idea di un’associazione è entrata in gestazione nella primavera del 2015, e si è gradualmente sviluppata anche grazie ad un proficuo confronto tra alcuni docenti e studenti della Facoltà, che hanno cercato di dare concretezza all’invito di papa Francesco a essere “Chiesa in uscita” e a promuovere una nuova tappa dell’evangelizzazione.

Il nome scelto – Antiochia – rimanda al passo degli Atti degli apostoli (11,19-26) che orienta l’operare dei soci, ma è anche il nome della capitale della provincia romana della Siria: «Mantenere viva la memoria di luoghi tanto martoriati – afferma la presidente –, esprime il nostro desiderio di coltivare una speciale attenzione alle diffuse situazioni di umana sofferenza e ai bisogni della Chiesa. Come raccomanda papa Francesco: “La preoccupazione pastorale deve permeare l’intera formazione degli alunni” così da abituarli a “guardare oltre i confini della propria diocesi, nazione o rito, e ad andare incontro alle necessità della Chiesa intera, pronti nel loro animo a predicare dovunque l’Evangelo” (Veritatis gaudium 2)».

Un impegno che assume ancora maggior valore alla luce del discorso tenuto da papa Francesco a Napoli, nella recente visita alla Pontificia Facoltà teologica dell’Italia meridionale (21 giugno 2019). Il pontefice ha messo in guardia i teologi dal rischio di «essere inghiottiti nella condizione del privilegio di chi si colloca prudentemente fuori dal mondo e non condivide nulla di rischioso con la maggioranza dell’umanità» e li ha esortati invece a un «cammino continuo di uscita da sé e di incontro con l’altro», come «uomini e donne di compassione», capaci di attuare una «Pentecoste teologica» che permetta «alle donne e agli uomini del nostro tempo di ascoltare nella propria lingua una riflessione cristiana che risponda alla loro ricerca di senso e di vita piena».

In concreto, i membri dell’associazione operano in primo luogo nella formazione permanente degli iscritti, promuovendo incontri, lezioni, corsi, tavole rotonde e progettando format che possano essere utili alla vita delle parrocchie.

L’associazione funge, inoltre, da centro di coordinamento e di informazione per le comunità locali, individuando modalità e indicando nominativi di teologi e di teologhe in grado di animare attività di formazione a livello delle singole realtà, sia in ambito ecclesiale che civile.

Le attività sono al loro esordio; a breve verranno resi pubblici i recapiti per chi volesse contattarla.

In autunno si terrà la prima assemblea pubblica di presentazione ufficiale dell’associazione e delle future attività, con la possibilità di iscriversi e farne così attivamente parte: possono essere infatti ammessi come soci ordinari coloro che abbiano conseguito un titolo di studio in discipline sacre e connesse alle sacre (laurea e laurea magistrale in scienze religiose; baccalaureato, licenza o dottorato in teologia); gli studenti in teologia e in scienze religiose della Facoltà, in attesa di conseguire i titoli, possono iscriversi come amici di Antiochia.

Originale: Settimana News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Nasce “Antiochia – Teologia per”

La teologia esce dalle aule universitarie e si appresta a dare un contributo concreto al territorio e alla società.

  

- Advertisement -
di: Facoltà teologica Triveneto

Portare il contributo concreto della teologia al territorio e alla società: è l’impegno di alcune persone che hanno conseguito i titoli di studio in teologia e che ora hanno dato vita ad un’associazione, nata con il patrocinio della Facoltà teologica del Triveneto.

La teologia esce dalle aule universitarie e si appresta a dare un contributo concreto al territorio e alla società. Lo fa attraverso l’impegno di persone che hanno conseguito i titoli di studio in teologia, ex studenti e docenti laici, che hanno dato vita ad un’associazione dal nome significativo, “Antiochia – Teologia per”, nata anche con il patrocinio della Facoltà teologica del Triveneto.

Annunciata dal preside, mons. Roberto Tommasi, all’apertura dell’anno accademico 2018/2019, l’associazione si è costituita con l’assemblea dei soci del 13 dicembre 2018 ed è stata riconosciuta come associazione privata di fedeli con personalità giuridica canonica dal vescovo di Padova, Claudio Cipolla, il 24 maggio 2019.

«Finalità immediata dell’associazione – spiega la presidente Assunta Steccanella – è la promozione di attività di formazione e di approfondimento circa tematiche riguardanti le discipline sacre o ad esse connesse, con particolare attenzione alla formazione permanente degli iscritti e all’impegno a rendersi disponibili per la realizzazione di momenti formativi negli ambiti della pastorale parrocchiale e della formazione civile».

L’idea di un’associazione è entrata in gestazione nella primavera del 2015, e si è gradualmente sviluppata anche grazie ad un proficuo confronto tra alcuni docenti e studenti della Facoltà, che hanno cercato di dare concretezza all’invito di papa Francesco a essere “Chiesa in uscita” e a promuovere una nuova tappa dell’evangelizzazione.

Il nome scelto – Antiochia – rimanda al passo degli Atti degli apostoli (11,19-26) che orienta l’operare dei soci, ma è anche il nome della capitale della provincia romana della Siria: «Mantenere viva la memoria di luoghi tanto martoriati – afferma la presidente –, esprime il nostro desiderio di coltivare una speciale attenzione alle diffuse situazioni di umana sofferenza e ai bisogni della Chiesa. Come raccomanda papa Francesco: “La preoccupazione pastorale deve permeare l’intera formazione degli alunni” così da abituarli a “guardare oltre i confini della propria diocesi, nazione o rito, e ad andare incontro alle necessità della Chiesa intera, pronti nel loro animo a predicare dovunque l’Evangelo” (Veritatis gaudium 2)».

- Advertisement -

Un impegno che assume ancora maggior valore alla luce del discorso tenuto da papa Francesco a Napoli, nella recente visita alla Pontificia Facoltà teologica dell’Italia meridionale (21 giugno 2019). Il pontefice ha messo in guardia i teologi dal rischio di «essere inghiottiti nella condizione del privilegio di chi si colloca prudentemente fuori dal mondo e non condivide nulla di rischioso con la maggioranza dell’umanità» e li ha esortati invece a un «cammino continuo di uscita da sé e di incontro con l’altro», come «uomini e donne di compassione», capaci di attuare una «Pentecoste teologica» che permetta «alle donne e agli uomini del nostro tempo di ascoltare nella propria lingua una riflessione cristiana che risponda alla loro ricerca di senso e di vita piena».

In concreto, i membri dell’associazione operano in primo luogo nella formazione permanente degli iscritti, promuovendo incontri, lezioni, corsi, tavole rotonde e progettando format che possano essere utili alla vita delle parrocchie.

L’associazione funge, inoltre, da centro di coordinamento e di informazione per le comunità locali, individuando modalità e indicando nominativi di teologi e di teologhe in grado di animare attività di formazione a livello delle singole realtà, sia in ambito ecclesiale che civile.

Le attività sono al loro esordio; a breve verranno resi pubblici i recapiti per chi volesse contattarla.

In autunno si terrà la prima assemblea pubblica di presentazione ufficiale dell’associazione e delle future attività, con la possibilità di iscriversi e farne così attivamente parte: possono essere infatti ammessi come soci ordinari coloro che abbiano conseguito un titolo di studio in discipline sacre e connesse alle sacre (laurea e laurea magistrale in scienze religiose; baccalaureato, licenza o dottorato in teologia); gli studenti in teologia e in scienze religiose della Facoltà, in attesa di conseguire i titoli, possono iscriversi come amici di Antiochia.

- Advertisement -
Originale: Settimana News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Libri – Diacone: un dossier di studio

Liturgia e secolarizzazione

Ri-innamorarsi

La grande città e la salvezza

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO