26.2 C
Rome
mercoledì, 26 Giugno 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Cultura ed Educazione “Ma tu lo sai il bene che fai?”. La telefonata di papa...

“Ma tu lo sai il bene che fai?”. La telefonata di papa Francesco a Roberto Benigni

- Advertisement -

Il regista premio oscar ha avuto due incontri personali con i pontefici. Di cui ha svelato recentemente il contenuto

Roberto Benigni e le conversazioni con i papi. Da Bergoglio a Giovanni Paolo II, i pontefici hanno incrociato sulla loro strada l’attore e comico toscano.

“TU LO SAI IL BENE CHE FAI?”

Alla Festa del Cinema di Roma (askanews.it, 24 ottobre) Benigni, divertito, ha raccontato del suo primo contatto con Papa Francesco: «Una cosa da ridere: dopo la prima puntata de “I dieci comandamenti mi ha chiamato alle 8 di mattina e a casa mia gli hanno detto ‘sta dormendo, richiami‘. Vi immaginate?».

Papa Francesco, come sempre, non demorde. E lo ha richiamato! «Mi ha detto: ‘Ma tu lo sai il bene che fai?‘. E io gli ho risposto: ‘Io? Ma lei fa il bene‘. Una cosa straordinaria”».

LA CHIESA IN USCITA

La telefonata citata da Benigni è avvenuta martedì 16 dicembre 2014. E qualche dopo giorno è iniziata a circolare la notizia. Ma i contenuti non sono mai stati rivelati. Il Vaticano non l’ha smentita.

L’allora presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia monsignor Vincenzo Paglia disse a Famiglia Cristiana (19 dicembre 2014): «Non sorprende» questo gesto di Bergoglio. «La sua trasmissione su “I Dieci Comandamenti” – aggiunse Paglia – si inserisce bene nel solco della Chiesa ‘in uscita” voluta da Bergoglio. In questo caso si tratta di ‘artisti in uscita’ che sanno utilizzare il bagaglio della sapienza biblica senza però tanti orpelli».

“VOLEVA VEDERE LA VITA E’ BELLA

Quella con Bergoglio è stata la seconda telefonata tra il regista-premio nobel e i pontefici.

Di Giovanni Paolo II, infatti, Benigni ha ricordato la denuncia (notizia di dominio pubblico), con relativo processo, per aver storpiato in “Wojtylaccio” il nome del Papa: «Sono stato condannato, un milione di ammenda e un anno di galera con la condizionale». Poi però c’è il retroscena: Wojtyla lo ha invitato in Vaticano, «una cosa spettacolare, voleva vedere “La vita è bella”», ricorda il regista toscano.

“ERA IN PANTOFOLE”

«Ero partito da Roma per Los Angeles quando ricevetti la chiamata dal Vaticano. Presi subito un aereo e tornai indietro». Benigni appena giunto a Roma si reca subito a San Pietro per incontrare il pontefice (intelligonews.it, 23 ottobre).

«Con lui – rammenta – c’erano una quarantina di suore polacche bellissime, elegantissime, facevano un inchino che non ho mai visto, una specie di “ola”. E poi è arrivato lui, il Papa, in pantofole. Dopo la proiezione mi disse che lo avevo fatto piangere e mi scrisse una lettera come quella che un padre può scrivere a un figlio».

Ascoltate l’intervento di Benigni alla presentazione del libro “Il nome di Dio è misericordia” di Papa Francesco. Interessante quando dice: “La misericordia non non è una virtù seduta in poltrona, non sta ferma un secondo ma va incontro ai poveri e ai peccatori”

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

“Ma tu lo sai il bene che fai?”. La telefonata di papa Francesco a Roberto Benigni

  

- Advertisement -

Il regista premio oscar ha avuto due incontri personali con i pontefici. Di cui ha svelato recentemente il contenuto

Roberto Benigni e le conversazioni con i papi. Da Bergoglio a Giovanni Paolo II, i pontefici hanno incrociato sulla loro strada l’attore e comico toscano.

“TU LO SAI IL BENE CHE FAI?”

Alla Festa del Cinema di Roma (askanews.it, 24 ottobre) Benigni, divertito, ha raccontato del suo primo contatto con Papa Francesco: «Una cosa da ridere: dopo la prima puntata de “I dieci comandamenti mi ha chiamato alle 8 di mattina e a casa mia gli hanno detto ‘sta dormendo, richiami‘. Vi immaginate?».

- Advertisement -

Papa Francesco, come sempre, non demorde. E lo ha richiamato! «Mi ha detto: ‘Ma tu lo sai il bene che fai?‘. E io gli ho risposto: ‘Io? Ma lei fa il bene‘. Una cosa straordinaria”».

LA CHIESA IN USCITA

La telefonata citata da Benigni è avvenuta martedì 16 dicembre 2014. E qualche dopo giorno è iniziata a circolare la notizia. Ma i contenuti non sono mai stati rivelati. Il Vaticano non l’ha smentita.

L’allora presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia monsignor Vincenzo Paglia disse a Famiglia Cristiana (19 dicembre 2014): «Non sorprende» questo gesto di Bergoglio. «La sua trasmissione su “I Dieci Comandamenti” – aggiunse Paglia – si inserisce bene nel solco della Chiesa ‘in uscita” voluta da Bergoglio. In questo caso si tratta di ‘artisti in uscita’ che sanno utilizzare il bagaglio della sapienza biblica senza però tanti orpelli».

“VOLEVA VEDERE LA VITA E’ BELLA

Quella con Bergoglio è stata la seconda telefonata tra il regista-premio nobel e i pontefici.

Di Giovanni Paolo II, infatti, Benigni ha ricordato la denuncia (notizia di dominio pubblico), con relativo processo, per aver storpiato in “Wojtylaccio” il nome del Papa: «Sono stato condannato, un milione di ammenda e un anno di galera con la condizionale». Poi però c’è il retroscena: Wojtyla lo ha invitato in Vaticano, «una cosa spettacolare, voleva vedere “La vita è bella”», ricorda il regista toscano.

“ERA IN PANTOFOLE”

«Ero partito da Roma per Los Angeles quando ricevetti la chiamata dal Vaticano. Presi subito un aereo e tornai indietro». Benigni appena giunto a Roma si reca subito a San Pietro per incontrare il pontefice (intelligonews.it, 23 ottobre).

«Con lui – rammenta – c’erano una quarantina di suore polacche bellissime, elegantissime, facevano un inchino che non ho mai visto, una specie di “ola”. E poi è arrivato lui, il Papa, in pantofole. Dopo la proiezione mi disse che lo avevo fatto piangere e mi scrisse una lettera come quella che un padre può scrivere a un figlio».

Ascoltate l’intervento di Benigni alla presentazione del libro “Il nome di Dio è misericordia” di Papa Francesco. Interessante quando dice: “La misericordia non non è una virtù seduta in poltrona, non sta ferma un secondo ma va incontro ai poveri e ai peccatori”

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato di SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
272FansMi piace
804FollowerSegui
13,000FollowerSegui
582FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

La ricerca storica su Gesù

12 storie di ordinaria santità

Le lettere di Paolo

Teilhard, rivoluzione teologica

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO