25.2 C
Rome
mercoledì, 18 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa "Lo sguardo di Gesù trasforma la storia"

“Lo sguardo di Gesù trasforma la storia”

- Advertisement -

​L’incontro riservato con i vescovi cubani e la preghiera davanti alla statua della Virgen de la Caridad del Cobre, amatissima dai fedeli, sono state i primi due impegni di Papa Francisco nella terza e conclusiva tappa nella perla dei Caraibi. Nel pomeriggio di ieri – la notte passata in Italia – dopo un breve volo da Holguin, il pontefice è stato accolto nell’aeroporto internazionale “Antonio Maceo” da alcune centinaia di fedeli e da un coro di bambini che cantando con gioia ha scandito il suo nome.

Poi subito al Seminario San Basilio dove ha incontrato a porte chiuse, senza discorsi ufficiali, l’episcopato cubano. Infine l’intenso momento di preghiera nel Santuario, insieme ai vescovi e al seguito. Il Papa è entrato in basilica portando in dono un mazzo di fiori che ha depositato ai piedi dell’immagine di legno miracolosamente rinvenuta in mare nel 1606. Quindi ha toccato il manto della Vergine e si è segnato. Poi, dopo lunghi minuti di silenziosa preghiera personale, ha recitato due preghiere dedicate alla Virgen del Cobre. Nella prima, che fu recitata da Giovanni Paolo II quando incoronò l’immagine, l’ha così implorata: «Fai della nazione cubana una casa di fratelli e sorelle perché questo popolo spalanchi la sua mente, il suo cuore e la sua vita a Cristo! Mare della riconciliazione! Riunisci il tuo popolo disperso per il mondo».

Nella seconda ha riconosciuto come il suo nome e la sua immagine «sono scolpiti nella mente e nel cuore di tutti i cubani, dentro e fuori della patria, come segno di speranza e centro di comunione fraterna». Il Pontefice ha chiesto a Maria di proteggere di aumentare e rafforzare l’amore dei cubani, di proteggere le famiglie, i giovani e i bambini; e di consolare quanti soffrono. Al termine della cerimonia un piccolo fuori programma. Papa Francesco ha salutato i membri del piccolo coro che ha accompagnato la cerimonia ascoltando un canto che gli hanno offerto alcune bambine.

Questa mattina (il pomeriggio in Italia con cui ci sono sei ore di differenza) il Papa termina il suo viaggio a Cuba con una messa al Santuario della Virgen del Cobre e un incontro con le famiglie cubane. Poi il volo papale si dirige verso la Base militare di Andrews a Washington dove il pontefice verrà accolto personalmente dal presidente Baraci Obama.

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

“Lo sguardo di Gesù trasforma la storia”

  

- Advertisement -

​L’incontro riservato con i vescovi cubani e la preghiera davanti alla statua della Virgen de la Caridad del Cobre, amatissima dai fedeli, sono state i primi due impegni di Papa Francisco nella terza e conclusiva tappa nella perla dei Caraibi. Nel pomeriggio di ieri – la notte passata in Italia – dopo un breve volo da Holguin, il pontefice è stato accolto nell’aeroporto internazionale “Antonio Maceo” da alcune centinaia di fedeli e da un coro di bambini che cantando con gioia ha scandito il suo nome.

Poi subito al Seminario San Basilio dove ha incontrato a porte chiuse, senza discorsi ufficiali, l’episcopato cubano. Infine l’intenso momento di preghiera nel Santuario, insieme ai vescovi e al seguito. Il Papa è entrato in basilica portando in dono un mazzo di fiori che ha depositato ai piedi dell’immagine di legno miracolosamente rinvenuta in mare nel 1606. Quindi ha toccato il manto della Vergine e si è segnato. Poi, dopo lunghi minuti di silenziosa preghiera personale, ha recitato due preghiere dedicate alla Virgen del Cobre. Nella prima, che fu recitata da Giovanni Paolo II quando incoronò l’immagine, l’ha così implorata: «Fai della nazione cubana una casa di fratelli e sorelle perché questo popolo spalanchi la sua mente, il suo cuore e la sua vita a Cristo! Mare della riconciliazione! Riunisci il tuo popolo disperso per il mondo».

Nella seconda ha riconosciuto come il suo nome e la sua immagine «sono scolpiti nella mente e nel cuore di tutti i cubani, dentro e fuori della patria, come segno di speranza e centro di comunione fraterna». Il Pontefice ha chiesto a Maria di proteggere di aumentare e rafforzare l’amore dei cubani, di proteggere le famiglie, i giovani e i bambini; e di consolare quanti soffrono. Al termine della cerimonia un piccolo fuori programma. Papa Francesco ha salutato i membri del piccolo coro che ha accompagnato la cerimonia ascoltando un canto che gli hanno offerto alcune bambine.

Questa mattina (il pomeriggio in Italia con cui ci sono sei ore di differenza) il Papa termina il suo viaggio a Cuba con una messa al Santuario della Virgen del Cobre e un incontro con le famiglie cubane. Poi il volo papale si dirige verso la Base militare di Andrews a Washington dove il pontefice verrà accolto personalmente dal presidente Baraci Obama.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

La ricerca storica su Gesù

Wilmer: Mosè, lezioni di deserto

Ri-innamorarsi

Dialoghi sulla preghiera del cuore

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO