30.7 C
Rome
giovedì, 27 Giugno 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Recensioni Libri Libri: La mia vita. La mia storia. Hillary Rodham Clinton (2003)

Libri: La mia vita. La mia storia. Hillary Rodham Clinton (2003)

- Advertisement -

 

“L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.”
                                             Nelson Mandela

 

Forse, dopo le recenti corse elettorali per le presidenziali negli States, questo mio incipit in cui accosto la figura della senatrice Rodham Clinton a Nelson Mandela potrebbe sembrare una provocazione.

Lessi questa sua autobiografia in occasione del duro scandalo politico e soprattutto personale che ella subì in occasione del caso Lewinsky. All’epoca mi incuriosì molto come una donna così intelligente sia riuscita a salvare il suo matrimonio e la sua salute mentale in una simile situazione.

Lessi le oltre 600 pagine in meno di 12 ore. Mi meravigliai allora come oggi di quale enorme forza abbia l’educazione e la fede – in Dio senz’altro – ma anche nella verità e nella giustizia. Certo dal 2003 sulla Clinton c’è molto altro da leggere. Non solo libri ma anche la cronaca politica ed altro.

Tuttavia ritengo sia saggio non dimenticare che la politica e il potere sono un binomio che la luce della verità non riesce mai ad illuminare al contempo rendendo chiara l’immagine a chi osserva nella speranza di capire. La storia quella vera viene fuori solo col tempo esattamente come la semina.

Ogni raccolto è sempre postumo alla semina. Ho recuperato dallo scaffale questo libro per confrontarlo con i blog e i vari articoli e notizie che circolavano sulla ex first Lady durante la campagna elettorale con Donald Trump. La dicotomia è evidente come il sorgere del sole e se la Signora Clinton nel frattempo non si è ammalata di qualche grave malattia psichiatrica allora c’è decisamente qualcosa che non va.

Hillary Rodham Clinton è nota a centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Scrive con candore, umorismo e passione circa la sua educazione nella periferia americana della classe media degli anni ‘50 e la sua trasformazione da semplice ragazza in  studentessa attivista, per poi diventare avvocato di successo e di prestigio, ed infine a giungere ad essere First Lady. Questo libro non rivela solo un elenco di avvenimenti e circostanze ma ci rivela con limpida chiarezza come una persona cresce e sviluppa il proprio ruolo assegnatogli dalla vita. La sua biografia ci insegna come con o senza potere e visibilità ogni persona ha un ruolo che va ben oltre la sua storia personale.

Hillary Rodham Clinton raggiunse la maggiore età in un periodo di cambiamento sociale e politico tumultuoso in America. Come molte donne della sua generazione, è cresciuta con  scelte e opportunità sconosciute a sua madre o a sua nonna. Ha tracciato il proprio corso attraverso un terreno inesplorato – rispondendo al mutare dei tempi e alla sua fede interiore – diventando un emblema per alcuni e un ostacolo per gli altri. Figlia amata, avvocato, moglie, madre, icona internazionale, questa donna ha vissuto grandi guerre politiche e scandali senza mai dismettere la sua lotta per la giustizia.

Lei è stata l’unica First Lady a svolgere un ruolo importante nel plasmare la legislazione nazionale, Hillary Rodham Clinton ha viaggiato instancabilmente in tutto il paese per migliorare l’assistenza sanitaria, ampliare le opportunità economiche ed educative e promuovere i bisogni dei bambini e delle famiglie. Ha girato in lungo e in largo il mondo per promuovere i diritti delle donne, i diritti umani e la democrazia. Questo libro, per alcuni addirittura noioso è un affascinante mix di emozioni e fatti. A tratti intimo,  diventa improvvisamente potente e stimolante, catturando l’essenza di una delle più rilevanti donne del nostro tempo e il processo attraverso il quale si è venuta a definire e trovare non solo la propria voce ma quella di ogni donna e di ogni persona.

Rimane solo da porsi una domanda. Come mai il suo paese non ha deciso di elevarla alla presidenza. Sono certa che ogni lettore ha una sua opinione personale a riguardo e io desidero che questa libertà non venga intaccata perché in questo libro la risposta non può esserci visto che esso è stato pubblicato molti anni prima del 2016. L’unica cosa che a me è chiaro, indipendentemente dal fatto che qui stiamo parlando di lei, è che gli USA non sono ancora pronti di avere una “donna” presidente. Per questo paese così potente

 

quanto fragile a causa delle sue innumerevoli contraddizioni sociali ancora irrisolte una donna non è “sufficiente”. Per quanto colta, abile, preparata, forte, integerrima, ella è “donna” e non può soppiantare nessun uomo, anche il più “deprecabile” che si possa immaginare.

Ogni volta che una donna varca una soglia interdetta per il genere femminile, specialmente nei luoghi della rappresentanza, e lo fa alla luce della pari dignità e o delle pari opportunità i generi questo diventa come una invisibile sfida che mina un mondo “devastantemente” al maschile, eppure il solo concepibile tutti e diviene così un gesto di portata simbolica straordinaria.

Contributo allo sviluppo della personalità:
7
Culturalmente valido:
9
Spiritualmente utile:
6
Discernimento del bene e del male:
7
Avvincente:
6
Innovativo:
10
Indicatore di culture diverse:
6
Resa semantica:
8
Pertinenza terminologica:
9
Qualità stilistica:
7
E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Libri: La mia vita. La mia storia. Hillary Rodham Clinton (2003)

  

- Advertisement -

 

“L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.”
                                             Nelson Mandela

 

Forse, dopo le recenti corse elettorali per le presidenziali negli States, questo mio incipit in cui accosto la figura della senatrice Rodham Clinton a Nelson Mandela potrebbe sembrare una provocazione.

Lessi questa sua autobiografia in occasione del duro scandalo politico e soprattutto personale che ella subì in occasione del caso Lewinsky. All’epoca mi incuriosì molto come una donna così intelligente sia riuscita a salvare il suo matrimonio e la sua salute mentale in una simile situazione.

- Advertisement -

Lessi le oltre 600 pagine in meno di 12 ore. Mi meravigliai allora come oggi di quale enorme forza abbia l’educazione e la fede – in Dio senz’altro – ma anche nella verità e nella giustizia. Certo dal 2003 sulla Clinton c’è molto altro da leggere. Non solo libri ma anche la cronaca politica ed altro.

Tuttavia ritengo sia saggio non dimenticare che la politica e il potere sono un binomio che la luce della verità non riesce mai ad illuminare al contempo rendendo chiara l’immagine a chi osserva nella speranza di capire. La storia quella vera viene fuori solo col tempo esattamente come la semina.

Ogni raccolto è sempre postumo alla semina. Ho recuperato dallo scaffale questo libro per confrontarlo con i blog e i vari articoli e notizie che circolavano sulla ex first Lady durante la campagna elettorale con Donald Trump. La dicotomia è evidente come il sorgere del sole e se la Signora Clinton nel frattempo non si è ammalata di qualche grave malattia psichiatrica allora c’è decisamente qualcosa che non va.

Hillary Rodham Clinton è nota a centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Scrive con candore, umorismo e passione circa la sua educazione nella periferia americana della classe media degli anni ‘50 e la sua trasformazione da semplice ragazza in  studentessa attivista, per poi diventare avvocato di successo e di prestigio, ed infine a giungere ad essere First Lady. Questo libro non rivela solo un elenco di avvenimenti e circostanze ma ci rivela con limpida chiarezza come una persona cresce e sviluppa il proprio ruolo assegnatogli dalla vita. La sua biografia ci insegna come con o senza potere e visibilità ogni persona ha un ruolo che va ben oltre la sua storia personale.

Hillary Rodham Clinton raggiunse la maggiore età in un periodo di cambiamento sociale e politico tumultuoso in America. Come molte donne della sua generazione, è cresciuta con  scelte e opportunità sconosciute a sua madre o a sua nonna. Ha tracciato il proprio corso attraverso un terreno inesplorato – rispondendo al mutare dei tempi e alla sua fede interiore – diventando un emblema per alcuni e un ostacolo per gli altri. Figlia amata, avvocato, moglie, madre, icona internazionale, questa donna ha vissuto grandi guerre politiche e scandali senza mai dismettere la sua lotta per la giustizia.

Lei è stata l’unica First Lady a svolgere un ruolo importante nel plasmare la legislazione nazionale, Hillary Rodham Clinton ha viaggiato instancabilmente in tutto il paese per migliorare l’assistenza sanitaria, ampliare le opportunità economiche ed educative e promuovere i bisogni dei bambini e delle famiglie. Ha girato in lungo e in largo il mondo per promuovere i diritti delle donne, i diritti umani e la democrazia. Questo libro, per alcuni addirittura noioso è un affascinante mix di emozioni e fatti. A tratti intimo,  diventa improvvisamente potente e stimolante, catturando l’essenza di una delle più rilevanti donne del nostro tempo e il processo attraverso il quale si è venuta a definire e trovare non solo la propria voce ma quella di ogni donna e di ogni persona.

Rimane solo da porsi una domanda. Come mai il suo paese non ha deciso di elevarla alla presidenza. Sono certa che ogni lettore ha una sua opinione personale a riguardo e io desidero che questa libertà non venga intaccata perché in questo libro la risposta non può esserci visto che esso è stato pubblicato molti anni prima del 2016. L’unica cosa che a me è chiaro, indipendentemente dal fatto che qui stiamo parlando di lei, è che gli USA non sono ancora pronti di avere una “donna” presidente. Per questo paese così potente

 

quanto fragile a causa delle sue innumerevoli contraddizioni sociali ancora irrisolte una donna non è “sufficiente”. Per quanto colta, abile, preparata, forte, integerrima, ella è “donna” e non può soppiantare nessun uomo, anche il più “deprecabile” che si possa immaginare.

Ogni volta che una donna varca una soglia interdetta per il genere femminile, specialmente nei luoghi della rappresentanza, e lo fa alla luce della pari dignità e o delle pari opportunità i generi questo diventa come una invisibile sfida che mina un mondo “devastantemente” al maschile, eppure il solo concepibile tutti e diviene così un gesto di portata simbolica straordinaria.

- Advertisement -
Contributo allo sviluppo della personalità:
7
Culturalmente valido:
9
Spiritualmente utile:
6
Discernimento del bene e del male:
7
Avvincente:
6
Innovativo:
10
Indicatore di culture diverse:
6
Resa semantica:
8
Pertinenza terminologica:
9
Qualità stilistica:
7

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato di SpeSalvi.it

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
273FansMi piace
801FollowerSegui
13,000FollowerSegui
582FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

La ricerca storica su Gesù

Libri consigliati – Ottobre 2018

Desiderio e sequela

Sposati e sii sottomessa, 2011

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO