9.1 C
Roma
Mar, 31 Marzo 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa La visita del Papa a Cuba è un evento nazionale persino per...

La visita del Papa a Cuba è un evento nazionale persino per gli atei

- Advertisement -

Secondo il portale Cuba Contemporánea, la visita è diventata un “evento popolare”

La visita che papa Francesco inizierà questo sabato, 19 settembre, a Cuba è piena di significato per il continente americano, ma ancor più per i cubani che hanno visto in Francesco una via d’uscita dalla loro difficile situazione economica, dall’isolamento a cui gli Stati Uniti hanno sottoposto l’isola e dalla costante denuncia – poco nota fuori del Paese – delle violazioni dei diritti umani subite dai “nemici” del regime.

Un fatto che tocca tutti i cuori

Secondo il portale Cuba Contemporánea, la visita è diventata un “evento popolare” per l’ingente quantità di misture e sincretismi religiosi che popolano l’isola e anche per gli atei, che “si preparano a celebrare il grande evento, che avviene nel contesto della celebrazione dell’80° anniversario del ristabilimento delle relazioni diplomatiche tra Cuba e la Santa Sede e a pochi giorni dai festeggiamenti per la giornata della Virgen de la Caridad del Cobre – che 100 anni fa i veterani della Guerra di Indipendenza chiesero venisse proclamata Patrona di Cuba – e dellaVirgen de Regla, per molti cubani regina delle acque e di quel mare che separa, ad esempio gli Stati Uniti e Cuba, ora sulla via di normalizzare le loro relazioni bilaterali”.

Per il portale cubano, la gente ha preso degli indumenti gialli, colore dello Stato vaticano, e le chiese hanno aperto le proprie porte e realizzato novene esplicative della visita del papa e di preghiera in onore della Madonna, “come dimostrazione del fatto che si tratta non solo di simboli dell’iconografia cattolica, ma anche di rappresentazioni di un’identità nazionale e culturale che raggiunge anche gli atei”. Forse come in nessun’altra visita in un Paese del mondo, la visita di papa Francesco a Cuba è già vista come “un fatto nazionale”.

Preparazione e frutti

Consultato dal portale, il consultore del Pontificio Consiglio della Cultura della Santa Sede Roberto Méndez ha detto a Cuba Contemporánea che “la preparazione della visita del Santo Padre Francesco non è stata limitata al funzionamento di una commissione congiunta della Chiesa cattolica di Cuba e delle autorità statali. Si potrebbe dire che (lo Stato) ha previsto quello che deve avere a che fare con le questioni formali e la logistica necessaria, ma non si può ignorare la preparazione spirituale promossa dalle comunità cattoliche, parrocchie o cappelle, soprattutto nelle diocesi che visiterà il papa”.

Un’attività che richiama fortemente l’attenzione degli analisti della realtà cubana è che sono scese nelle strade de L’Avana decine di missionari volontari, tra i quali molti giovani, che vanno di casa in casa, non solo portando materiale propagandistico relativo alla visita e invitando alla Messa che si celebrerà nella Plaza de la Revolución, ma anche spiegando l’importanza della visita e il suo valore spirituale, e mostrando che ha senso non solo per i cristiani, ma per tutto il popolo cubano.

“Sono certo che, una volta conclusa la visita, al di là dell’impatto che provocherà il carisma personale di Francesco, questo lavoro previo sarà fruttuoso a livello spirituale perché non parte da una visione chiusa della Chiesa, ma coinvolge quegli elementi della religiosità popolare tanto radicati nella cultura cubana”, ha concluso Méndez.

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

La visita del Papa a Cuba è un evento nazionale persino per gli atei

  

- Advertisement -

Secondo il portale Cuba Contemporánea, la visita è diventata un “evento popolare”

La visita che papa Francesco inizierà questo sabato, 19 settembre, a Cuba è piena di significato per il continente americano, ma ancor più per i cubani che hanno visto in Francesco una via d’uscita dalla loro difficile situazione economica, dall’isolamento a cui gli Stati Uniti hanno sottoposto l’isola e dalla costante denuncia – poco nota fuori del Paese – delle violazioni dei diritti umani subite dai “nemici” del regime.

Un fatto che tocca tutti i cuori

Secondo il portale Cuba Contemporánea, la visita è diventata un “evento popolare” per l’ingente quantità di misture e sincretismi religiosi che popolano l’isola e anche per gli atei, che “si preparano a celebrare il grande evento, che avviene nel contesto della celebrazione dell’80° anniversario del ristabilimento delle relazioni diplomatiche tra Cuba e la Santa Sede e a pochi giorni dai festeggiamenti per la giornata della Virgen de la Caridad del Cobre – che 100 anni fa i veterani della Guerra di Indipendenza chiesero venisse proclamata Patrona di Cuba – e dellaVirgen de Regla, per molti cubani regina delle acque e di quel mare che separa, ad esempio gli Stati Uniti e Cuba, ora sulla via di normalizzare le loro relazioni bilaterali”.

Per il portale cubano, la gente ha preso degli indumenti gialli, colore dello Stato vaticano, e le chiese hanno aperto le proprie porte e realizzato novene esplicative della visita del papa e di preghiera in onore della Madonna, “come dimostrazione del fatto che si tratta non solo di simboli dell’iconografia cattolica, ma anche di rappresentazioni di un’identità nazionale e culturale che raggiunge anche gli atei”. Forse come in nessun’altra visita in un Paese del mondo, la visita di papa Francesco a Cuba è già vista come “un fatto nazionale”.

Preparazione e frutti

- Advertisement -

Consultato dal portale, il consultore del Pontificio Consiglio della Cultura della Santa Sede Roberto Méndez ha detto a Cuba Contemporánea che “la preparazione della visita del Santo Padre Francesco non è stata limitata al funzionamento di una commissione congiunta della Chiesa cattolica di Cuba e delle autorità statali. Si potrebbe dire che (lo Stato) ha previsto quello che deve avere a che fare con le questioni formali e la logistica necessaria, ma non si può ignorare la preparazione spirituale promossa dalle comunità cattoliche, parrocchie o cappelle, soprattutto nelle diocesi che visiterà il papa”.

Un’attività che richiama fortemente l’attenzione degli analisti della realtà cubana è che sono scese nelle strade de L’Avana decine di missionari volontari, tra i quali molti giovani, che vanno di casa in casa, non solo portando materiale propagandistico relativo alla visita e invitando alla Messa che si celebrerà nella Plaza de la Revolución, ma anche spiegando l’importanza della visita e il suo valore spirituale, e mostrando che ha senso non solo per i cristiani, ma per tutto il popolo cubano.

“Sono certo che, una volta conclusa la visita, al di là dell’impatto che provocherà il carisma personale di Francesco, questo lavoro previo sarà fruttuoso a livello spirituale perché non parte da una visione chiusa della Chiesa, ma coinvolge quegli elementi della religiosità popolare tanto radicati nella cultura cubana”, ha concluso Méndez.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
285FansMi piace
925FollowerSegui
13,000FollowerSegui
631FollowerSegui
69IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Paolo apostolo: vita e teologia

I “beati” dell’Apocalisse

Dianich: Vi racconto Gesù

Un solo Libro, due eredi

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO