12.1 C
Roma
Mer, 2 Dicembre 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Storie La letterina che a soli 7 anni il piccolo Joseph Ratzinger scrisse...

La letterina che a soli 7 anni il piccolo Joseph Ratzinger scrisse a Gesù Bambino per chiedergli…

- Advertisement -

«Caro Bambino Gesù, presto scenderai sulla terra. Porterai gioia ai bambini. Anche a me porterai gioia»: queste sono parole di una lettera di Natale scritta nel 1934 da un bambino di 7 anni, che probabilmente, come i bimbi di tutti i tempi, l’ha lasciata davanti al presepe aspettando la notte di Natale. Quel bambino, 71 anni dopo diventerà Papa: era il piccolo Joseph Ratzinger. E che cosa desiderava il futuro Pontefice da piccolo? Non giocattoli, e neanche dolci: «Vorrei il Volks-Schott, un vestito per la messa verde e un Cuore di Gesù». Nella letterina natalizia, scritta con la caratteristica calligrafia corsiva dell’epoca chiamata «Sütterlinschrift», lo scolaretto ha espresso dunque tre desideri al Bambino Gesù.

Lo «Schott», che era uno dei primi libri di preghiere con il messale in lingua tedesca con testo a fronte in latino: all’epoca in Germania c’erano due edizioni, una per adulti e una per bambini; e il piccolo Joseph proprio attraverso quel libretto ha iniziato ad amare la liturgia. «I volumetti che di volta in volta ricevevo – ha raccontato Benedetto XVI nella sua biografia – erano qualcosa di prezioso, come non potevo sognarli di più belli».

Poi ha domandato un paramento per celebrare la Messa: i fratelli Ratzinger facevano il «gioco del parroco», con i paramenti preparati dalla madre: «Si celebrava la messa», ha narrato il fratello mons. Georg Ratzinger in un’intervista ad Angela Ambrogetti nel 2011, «e avevamo delle casule fatte dalla sarta della mamma proprio per noi. E uno alla volta a turno eravamo il ministrante o il chierichetto».

La terza richiesta era invece un «Cuore di Gesù»: un’immagine del Sacro Cuore a cui era molto devota tutta la famiglia Razinger.

Custodita dalla sorella Maria, la letterina del fratello che diventerà Papa è stata ritrovata durante i lavori di ristrutturazione della casa di Benedetto XVI a Pentling, in Baviera, oggi trasformata in un Museo dedicato al Pontefice. «Ora la commovente letterina – come comunica Bild – è esposta per la prima volta nella casa natale del Papa a Marktl am Inn in Baviera».

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

La letterina che a soli 7 anni il piccolo Joseph Ratzinger scrisse a Gesù Bambino per chiedergli…

- Advertisement -

«Caro Bambino Gesù, presto scenderai sulla terra. Porterai gioia ai bambini. Anche a me porterai gioia»: queste sono parole di una lettera di Natale scritta nel 1934 da un bambino di 7 anni, che probabilmente, come i bimbi di tutti i tempi, l’ha lasciata davanti al presepe aspettando la notte di Natale. Quel bambino, 71 anni dopo diventerà Papa: era il piccolo Joseph Ratzinger. E che cosa desiderava il futuro Pontefice da piccolo? Non giocattoli, e neanche dolci: «Vorrei il Volks-Schott, un vestito per la messa verde e un Cuore di Gesù». Nella letterina natalizia, scritta con la caratteristica calligrafia corsiva dell’epoca chiamata «Sütterlinschrift», lo scolaretto ha espresso dunque tre desideri al Bambino Gesù.

Lo «Schott», che era uno dei primi libri di preghiere con il messale in lingua tedesca con testo a fronte in latino: all’epoca in Germania c’erano due edizioni, una per adulti e una per bambini; e il piccolo Joseph proprio attraverso quel libretto ha iniziato ad amare la liturgia. «I volumetti che di volta in volta ricevevo – ha raccontato Benedetto XVI nella sua biografia – erano qualcosa di prezioso, come non potevo sognarli di più belli».

Poi ha domandato un paramento per celebrare la Messa: i fratelli Ratzinger facevano il «gioco del parroco», con i paramenti preparati dalla madre: «Si celebrava la messa», ha narrato il fratello mons. Georg Ratzinger in un’intervista ad Angela Ambrogetti nel 2011, «e avevamo delle casule fatte dalla sarta della mamma proprio per noi. E uno alla volta a turno eravamo il ministrante o il chierichetto».

La terza richiesta era invece un «Cuore di Gesù»: un’immagine del Sacro Cuore a cui era molto devota tutta la famiglia Razinger.

Custodita dalla sorella Maria, la letterina del fratello che diventerà Papa è stata ritrovata durante i lavori di ristrutturazione della casa di Benedetto XVI a Pentling, in Baviera, oggi trasformata in un Museo dedicato al Pontefice. «Ora la commovente letterina – come comunica Bild – è esposta per la prima volta nella casa natale del Papa a Marktl am Inn in Baviera».

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
290FansMi piace
985FollowerSegui
13,000FollowerSegui
640FollowerSegui
138IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Libri consigliati

Wénin: Abramo

Morandini: Cambiare rotta

Flavio Giuseppe: santo o traditore?

La grande città e la salvezza

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x