13.5 C
Rome
domenica, 20 Ottobre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Io e Lei, 2015

- Advertisement -

“Ogni relazione alimenta una forza o una

debolezza dentro di voi.”

 (Mark Murdock)

 

“Il matrimonio è un mosaico che

completi con il tuo coniuge. Milioni di minuscoli

momenti che creano la vostra storia d’amore.”

( Jennifer Smith)

 

“Inventarti un senso per la tua vita

non è facile, ma è comunque permesso, e

sarai felice di esserti dato questa pena.”

(Bill Watterson)

 

“Una persona spesso incontra il suo

destino sulla strada che ha preso per evitarlo.”

(Jean de la Fontaine)

 

 

L’idea di Io e Lei è nato nella mente di Maria Sole Tognazzi dalla voglia di voler girare un nuovo film con Margherita Buy, dopo il successo di Viaggio da sola, e dopo l’incontro al Festival di Cannes del 2013 con Sabrina Ferilli, sua vecchia conoscenza di gioventù, con cui si erano confidate a vicenda di voler lavorare insieme. Margherita Buy e Sabrina Ferilli unite sullo schermo in una romantica storia d’amore, segnata  dagli  alti e i bassi di una convivenza tra due persone di carattere e  radici diverse. Federica, Margherita Buy (La seconda notte, 1986; La stazione, 1990; Maledetto il giorno che t’ho incontrato, 1992; Prestazione straordinaria, 1994; Va’ dove ti porta il cuore,1996; Tutto l’amore che c’è2000; Le fate ignoranti, 2001; Il più bel giorno della mia vita, 2002; L’amore ritorna, 2004; Manuale d’amore, 2005; I giorni dell’abbandono, 2005; Saturno contro, 2007; Due partite, 2009;Lo spazio bianco,2009; Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso, 2010; Matrimoni e altri disastri, 2010; Magnifica presenza, 2012; Viaggio sola, 2013; Mia madre, 2015) e Marina, Sabrina Ferilli (Portami la luna, 1986; Vite strozzate, 1996; Il signor Quindicipalle, 1998;  I fobici, 1999A ruota libera, 2000; Eccezzziunale veramente -Capitolo secondo… me, 2006; Tutta la vita davanti, 2008; La grande bellezza, 2013) in Io e Lei sono una coppia che vive insieme da 5 anni. Io e Lei la regista lo ha scritto insieme ad Ivano Cotroneo e Francesca Marciano, gli stessi di Viaggio da sola, il film che le aveva lasciato il desiderio di lavorare ancora con la Buy.

In un’intervista pubblicata nell’autunno del 2014 la Tognazzi così si espresse a riguardo della Buy: “ E’ stato un incontro professionale poi una bella amicizia e se mi piace qualcuno io sono fedele. Vengo da una famiglia di attori: li capisco psicologicamente, so fin dove posso spingermi, ce l’ho nel dna. Però quel tipo di confidenza e armonia che si è creato con Margherita è stato speciale. Appena uscito Viaggio sola ho pensato subito di scrivere un altro film per lei. Una passione al femminile. Non c’è una felicità per tutti, ognuno deve cercare la sua. Buy e Ferilli, la mia coppia gay con un omaggio a papà Ugo.”

Le nostre due protagoniste sono una coppia di due donne con delle storie completamente diverse. Marina è stata un’attrice, mentre al momento è un imprenditrice nel campo della ristorazione bio e ha un carattere estroverso ed è fiera della propria omosessualità. Federica invece è architetto ed è stata sposata con Sergio e ha un figlio ventiquattrenne. Il suo ex compagno si è subito consolato con una nuova compagna che ha la stessa età del figlio ed è divenuto padre per la seconda volta.

Mentre Marina crede che la loro relazione sia ormai solido avvengono tutta una serie di eventi che destabilizzano la loro situazione sentimentale. A seguito di un’intervista dove viene accidentalmente rivelato il nome di Federica, Marina scopre con amarezza quelli che sono i precari equilibri emotivi della compagna e tutti i suoi timori sociali. Pur essendo accettata dai colleghi e dalla sua famiglia Federica non ha quella pace interiore caratterizzata dalle scelte libere e coerenti.

Così mentre Marina, quasi per ripicca alle titubanze di Federica, decide di rimettersi in gioco sul set di un film, la Buy incontra Marco una sua vecchia conoscenza. Sembra che tra i due era scattata una attrazione mai concretizzata perché all’epoca entrambi sposati. Finisco quindi per iniziare una relazione clandestina visto che Marco è divorziato e crede che anche Federica lo sia senza immaginare minimamente che lei invece ha una relazione omosessuale. Ma Marina già insospettita dalla strana trasognante compagna un giorno si imbatte in un sms di Marco. La Ferilli si presenta al rendez vous della compagna con il suo amante e la trascina a casa imponendole di chiudere la relazione in cambio del suo perdono. Federica dice subito sì convinta che la sua retromarcia all’eterosessualità sia solo stata una sbandata. Ma la pressione tra le due compagne e insostenibile. La gelosia e il sospetto impedisce al loro rapporto di rinascere dalle cenere dell’adulterio. Finiscono così per separarsi. Federica prima fugge nell’appartamento del figlio e dei suoi amici, poi si arreda un angolo nel suo studio e più tardi opta direttamente per andare a vivere con Marco. Federica sembra estremamente disorientata eppure è Marina che soffre molto più manifestamente di questa rottura. La cerca, ma Federica non risponde. Solo dopo l’ennesima bocciatura all’esame scritto della patente questa si rende conto con quale accumulo di frustrazioni sta trascinando la sua vita. Una sera a cena a casa dal suo ex marito e con Marco scatta la molla. Ascoltando tutti; il marito che è finalmente contento di vedere in Marco un vero rivale, Marco tanto affabile che accetta persino di condividere le vacanze nella casa al mare di Sergio. Gli atteggiamenti nuovi e al contempo vecchi svegliano Federica come da un trauma cranico. Legge profondamente in se stessa e vede che lei aveva già lasciato tutto questo e aveva scritto una nuova storia, una nuova realtà. Corre da Marina e gli dichiara tutto il suo amore garantendole che questa volta la sua scelta è sicura. Marina profondamente ferita, in principio fa fatica a crederle e la respinge parzialmente dicendole di pensarci bene e di rivedersi tra sei mesi.

Federica capisce ed accetta, ma mentre scende mestamente in ascensore, Marina con impeto si precipita giù per le scale e quando l’ascensore si apre al piano terra entra in ascensore e le due si scambiano appassionate effusioni.

Il film ha ricevuto generalmente un’accoglienza positiva da parte della critica. Il tema dell’omosessualità è trattato con limpida sincerità senza artifizi ne artistici ne psicologici. Ogni coppia è l’unione di due persone che si sono riconosciute come appartenenti vicendevolmente.

Due individui, non conta il sesso, che nell’altro hanno trovato il proprio complemento. A maggior ragione in questo caso abbiamo una coppia di persone adulte e professionalmente stabili e responsabili di cui una ha persino un passato etero di tutto rispetto.

La Tognazzi non racconta solo una storia reale ed equilibrata ma porge alla sensibilità degli animi puri il messaggio che se il sesso non è tutto nella vita allora a fortiori sono i sentimenti di lealtà, dedizione, cura, protezione e riconoscimento caratteriale ed emotivo a contraddistinguere la coppia vera. Quindi proprio per questa ragione anche nelle coppie omo se la rottura scaturisce dal tradimento fisico allora la domanda da porsi è dove risiede il soggetto dell’identificazione dei propri sentimenti ? Nel compagno di vita o in quello scelto per la liaison clandestina. Esattamente come nelle coppie etero se la riflessione non porge subito una risposta  concreta la sofferenza è inevitabile ed insopportabile per tutte le parti in causa.

Con questa commedia Maria Sole, si dimostra anche più sapiente del padre, travalica ogni ombra possibile di volgarità e restituisce all’umana sensibilità un argomento per molti coperto solo di onta morale ed bieco insulto al machismo che comunque permea tutte le culture del mondo. Il lesbicismo è innanzitutto femminilità nella femminilità, accoglienza dell’accoglienza e rispetto di quella fragilità che è tale proprio a causa degli abusi etero.

La Buy, sofistica e supponente,  già interprete nelle Fate Ignoranti di una pellicola dal tema gay ha sfoderato una performance irrequieta e caleidoscopica, mentre la Ferilli ha travolto tutti con il suo vigore e la verve ruspante onesta simpatica.

[review]

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Io e Lei, 2015

  

- Advertisement -

“Ogni relazione alimenta una forza o una

debolezza dentro di voi.”

 (Mark Murdock)

 

“Il matrimonio è un mosaico che

- Advertisement -

completi con il tuo coniuge. Milioni di minuscoli

momenti che creano la vostra storia d’amore.”

( Jennifer Smith)

 

“Inventarti un senso per la tua vita

non è facile, ma è comunque permesso, e

sarai felice di esserti dato questa pena.”

(Bill Watterson)

 

“Una persona spesso incontra il suo

destino sulla strada che ha preso per evitarlo.”

(Jean de la Fontaine)

 

 

L’idea di Io e Lei è nato nella mente di Maria Sole Tognazzi dalla voglia di voler girare un nuovo film con Margherita Buy, dopo il successo di Viaggio da sola, e dopo l’incontro al Festival di Cannes del 2013 con Sabrina Ferilli, sua vecchia conoscenza di gioventù, con cui si erano confidate a vicenda di voler lavorare insieme. Margherita Buy e Sabrina Ferilli unite sullo schermo in una romantica storia d’amore, segnata  dagli  alti e i bassi di una convivenza tra due persone di carattere e  radici diverse. Federica, Margherita Buy (La seconda notte, 1986; La stazione, 1990; Maledetto il giorno che t’ho incontrato, 1992; Prestazione straordinaria, 1994; Va’ dove ti porta il cuore,1996; Tutto l’amore che c’è2000; Le fate ignoranti, 2001; Il più bel giorno della mia vita, 2002; L’amore ritorna, 2004; Manuale d’amore, 2005; I giorni dell’abbandono, 2005; Saturno contro, 2007; Due partite, 2009;Lo spazio bianco,2009; Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso, 2010; Matrimoni e altri disastri, 2010; Magnifica presenza, 2012; Viaggio sola, 2013; Mia madre, 2015) e Marina, Sabrina Ferilli (Portami la luna, 1986; Vite strozzate, 1996; Il signor Quindicipalle, 1998;  I fobici, 1999A ruota libera, 2000; Eccezzziunale veramente -Capitolo secondo… me, 2006; Tutta la vita davanti, 2008; La grande bellezza, 2013) in Io e Lei sono una coppia che vive insieme da 5 anni. Io e Lei la regista lo ha scritto insieme ad Ivano Cotroneo e Francesca Marciano, gli stessi di Viaggio da sola, il film che le aveva lasciato il desiderio di lavorare ancora con la Buy.

In un’intervista pubblicata nell’autunno del 2014 la Tognazzi così si espresse a riguardo della Buy: “ E’ stato un incontro professionale poi una bella amicizia e se mi piace qualcuno io sono fedele. Vengo da una famiglia di attori: li capisco psicologicamente, so fin dove posso spingermi, ce l’ho nel dna. Però quel tipo di confidenza e armonia che si è creato con Margherita è stato speciale. Appena uscito Viaggio sola ho pensato subito di scrivere un altro film per lei. Una passione al femminile. Non c’è una felicità per tutti, ognuno deve cercare la sua. Buy e Ferilli, la mia coppia gay con un omaggio a papà Ugo.”

Le nostre due protagoniste sono una coppia di due donne con delle storie completamente diverse. Marina è stata un’attrice, mentre al momento è un imprenditrice nel campo della ristorazione bio e ha un carattere estroverso ed è fiera della propria omosessualità. Federica invece è architetto ed è stata sposata con Sergio e ha un figlio ventiquattrenne. Il suo ex compagno si è subito consolato con una nuova compagna che ha la stessa età del figlio ed è divenuto padre per la seconda volta.

Mentre Marina crede che la loro relazione sia ormai solido avvengono tutta una serie di eventi che destabilizzano la loro situazione sentimentale. A seguito di un’intervista dove viene accidentalmente rivelato il nome di Federica, Marina scopre con amarezza quelli che sono i precari equilibri emotivi della compagna e tutti i suoi timori sociali. Pur essendo accettata dai colleghi e dalla sua famiglia Federica non ha quella pace interiore caratterizzata dalle scelte libere e coerenti.

Così mentre Marina, quasi per ripicca alle titubanze di Federica, decide di rimettersi in gioco sul set di un film, la Buy incontra Marco una sua vecchia conoscenza. Sembra che tra i due era scattata una attrazione mai concretizzata perché all’epoca entrambi sposati. Finisco quindi per iniziare una relazione clandestina visto che Marco è divorziato e crede che anche Federica lo sia senza immaginare minimamente che lei invece ha una relazione omosessuale. Ma Marina già insospettita dalla strana trasognante compagna un giorno si imbatte in un sms di Marco. La Ferilli si presenta al rendez vous della compagna con il suo amante e la trascina a casa imponendole di chiudere la relazione in cambio del suo perdono. Federica dice subito sì convinta che la sua retromarcia all’eterosessualità sia solo stata una sbandata. Ma la pressione tra le due compagne e insostenibile. La gelosia e il sospetto impedisce al loro rapporto di rinascere dalle cenere dell’adulterio. Finiscono così per separarsi. Federica prima fugge nell’appartamento del figlio e dei suoi amici, poi si arreda un angolo nel suo studio e più tardi opta direttamente per andare a vivere con Marco. Federica sembra estremamente disorientata eppure è Marina che soffre molto più manifestamente di questa rottura. La cerca, ma Federica non risponde. Solo dopo l’ennesima bocciatura all’esame scritto della patente questa si rende conto con quale accumulo di frustrazioni sta trascinando la sua vita. Una sera a cena a casa dal suo ex marito e con Marco scatta la molla. Ascoltando tutti; il marito che è finalmente contento di vedere in Marco un vero rivale, Marco tanto affabile che accetta persino di condividere le vacanze nella casa al mare di Sergio. Gli atteggiamenti nuovi e al contempo vecchi svegliano Federica come da un trauma cranico. Legge profondamente in se stessa e vede che lei aveva già lasciato tutto questo e aveva scritto una nuova storia, una nuova realtà. Corre da Marina e gli dichiara tutto il suo amore garantendole che questa volta la sua scelta è sicura. Marina profondamente ferita, in principio fa fatica a crederle e la respinge parzialmente dicendole di pensarci bene e di rivedersi tra sei mesi.

Federica capisce ed accetta, ma mentre scende mestamente in ascensore, Marina con impeto si precipita giù per le scale e quando l’ascensore si apre al piano terra entra in ascensore e le due si scambiano appassionate effusioni.

Il film ha ricevuto generalmente un’accoglienza positiva da parte della critica. Il tema dell’omosessualità è trattato con limpida sincerità senza artifizi ne artistici ne psicologici. Ogni coppia è l’unione di due persone che si sono riconosciute come appartenenti vicendevolmente.

Due individui, non conta il sesso, che nell’altro hanno trovato il proprio complemento. A maggior ragione in questo caso abbiamo una coppia di persone adulte e professionalmente stabili e responsabili di cui una ha persino un passato etero di tutto rispetto.

La Tognazzi non racconta solo una storia reale ed equilibrata ma porge alla sensibilità degli animi puri il messaggio che se il sesso non è tutto nella vita allora a fortiori sono i sentimenti di lealtà, dedizione, cura, protezione e riconoscimento caratteriale ed emotivo a contraddistinguere la coppia vera. Quindi proprio per questa ragione anche nelle coppie omo se la rottura scaturisce dal tradimento fisico allora la domanda da porsi è dove risiede il soggetto dell’identificazione dei propri sentimenti ? Nel compagno di vita o in quello scelto per la liaison clandestina. Esattamente come nelle coppie etero se la riflessione non porge subito una risposta  concreta la sofferenza è inevitabile ed insopportabile per tutte le parti in causa.

Con questa commedia Maria Sole, si dimostra anche più sapiente del padre, travalica ogni ombra possibile di volgarità e restituisce all’umana sensibilità un argomento per molti coperto solo di onta morale ed bieco insulto al machismo che comunque permea tutte le culture del mondo. Il lesbicismo è innanzitutto femminilità nella femminilità, accoglienza dell’accoglienza e rispetto di quella fragilità che è tale proprio a causa degli abusi etero.

La Buy, sofistica e supponente,  già interprete nelle Fate Ignoranti di una pellicola dal tema gay ha sfoderato una performance irrequieta e caleidoscopica, mentre la Ferilli ha travolto tutti con il suo vigore e la verve ruspante onesta simpatica.

[review]

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
856FollowerSegui
13,000FollowerSegui
603FollowerSegui
57IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

La speranza di Giobbe

Flavio Giuseppe: santo o traditore?

La morte, compagna della vita

Teologia spirituale

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO