16.2 C
Rome
domenica, 26 Maggio 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Vita Ecclesiale In Siria i curdi stanno chiudendo le scuole cristiane

In Siria i curdi stanno chiudendo le scuole cristiane

Dispersa una manifestazione a colpi d'arma da fuoco

- Advertisement -

Gli istituti si erano rifiutati di applicare il nuovo programma che impone l’insegnamento della lingua curda. Dispersa una manifestazione a colpi d’arma da fuoco

Elementi armati delle cosiddette “milizie di autogestione curda” hanno imposto la chiusura di alcuni istituti scolastici che fanno capo alle locali comunità cristiane sire e assire, nella Siria nord-orientale. Il fatto è avvenuto ieri, a Qamishli, nella provincia siriana nord-orientale di Hassaké.

Secondo informazioni diffuse da ankawa.com e riportate da Fides, le scuole cristiane sono state chiuse per non aver implementato i nuovi curricula scolastici imposti dalle forze autonomiste curde del cosiddetto “autogoverno autonomo della Regione di Jazira”, e che prevedono anche l’insegnamento obbligatorio della lingua curda in tutti gli istituti scolastici.

Le milizie autonomiste curde hanno anche disperso con colpi di arma da fuoco una manifestazione di protesta dei genitori degli alunni, che si erano radunati spontaneamente davanti alla chiesa siro-ortodossa di Qamishli dedicata alla Vergine Maria per protestare contro la chiusura delle scuole cristiane.

Una recente disposizione del Partito dell’Unione democratica (PYD, sigla politica curda affiliata al PKK) ha chiesto a tutte le comunità locali di conformare i programmi delle rispettive scuole ai nuovi programmi scolastici ispirati all’autonomismo curdo. Nei primi giorni di agosto, le forze curde avevano già chiuso una scuola cristiana nella città di Derbiseye, dopo che la dirigenza dell’istituto scolastico si era rifiutata di adottare il curriculum scolastico fondato sull’insegnamento della lingua e della cultura curda.

Le comunità assire chiedono aiuto a Mosca

“Sigle organizzate della diaspora cristiana assira in Occidente, come la Federazione Assira olandese (AFN) – riporta l’agenzia dei missionari – hanno preso l’iniziativa di contattare ambienti diplomatici di Mosca per fornire informazioni e sensibilizzare anche il governo e gli apparati russi riguardo alle iniziative unilaterali messe in atto dai gruppi militari curdi. È stato segnalato, tra le altre cose, che le milizie curde locali hanno invaso i villaggi di Tel Jazira e Tel Baz, accompagnati da ufficiali curdi del PKK.

Dall’aprile 2018 più di centocinquanta rifugiati curdi di Afrin sono stati ospitati nel villaggio assiro di Tel Nasri. Le locali comunità assire temono che tali iniziative segnino un processo di progressiva acquisizione di terre e case appartenenti alle famiglie cristiane da parte delle forze curde. In quell’area agiscono anche gruppi armati, spesso in competizione e in contrasto tra loro, che si presentano come forze di protezione e autodifesa delle comunità cristiane locali, finendo spesso per rendere ancora più intricata la situazione sul campo”.

Originale: Aleteia.org
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

In Siria i curdi stanno chiudendo le scuole cristiane

Dispersa una manifestazione a colpi d'arma da fuoco

  

- Advertisement -

Gli istituti si erano rifiutati di applicare il nuovo programma che impone l’insegnamento della lingua curda. Dispersa una manifestazione a colpi d’arma da fuoco

Elementi armati delle cosiddette “milizie di autogestione curda” hanno imposto la chiusura di alcuni istituti scolastici che fanno capo alle locali comunità cristiane sire e assire, nella Siria nord-orientale. Il fatto è avvenuto ieri, a Qamishli, nella provincia siriana nord-orientale di Hassaké.

Secondo informazioni diffuse da ankawa.com e riportate da Fides, le scuole cristiane sono state chiuse per non aver implementato i nuovi curricula scolastici imposti dalle forze autonomiste curde del cosiddetto “autogoverno autonomo della Regione di Jazira”, e che prevedono anche l’insegnamento obbligatorio della lingua curda in tutti gli istituti scolastici.

Le milizie autonomiste curde hanno anche disperso con colpi di arma da fuoco una manifestazione di protesta dei genitori degli alunni, che si erano radunati spontaneamente davanti alla chiesa siro-ortodossa di Qamishli dedicata alla Vergine Maria per protestare contro la chiusura delle scuole cristiane.

Una recente disposizione del Partito dell’Unione democratica (PYD, sigla politica curda affiliata al PKK) ha chiesto a tutte le comunità locali di conformare i programmi delle rispettive scuole ai nuovi programmi scolastici ispirati all’autonomismo curdo. Nei primi giorni di agosto, le forze curde avevano già chiuso una scuola cristiana nella città di Derbiseye, dopo che la dirigenza dell’istituto scolastico si era rifiutata di adottare il curriculum scolastico fondato sull’insegnamento della lingua e della cultura curda.

- Advertisement -

Le comunità assire chiedono aiuto a Mosca

“Sigle organizzate della diaspora cristiana assira in Occidente, come la Federazione Assira olandese (AFN) – riporta l’agenzia dei missionari – hanno preso l’iniziativa di contattare ambienti diplomatici di Mosca per fornire informazioni e sensibilizzare anche il governo e gli apparati russi riguardo alle iniziative unilaterali messe in atto dai gruppi militari curdi. È stato segnalato, tra le altre cose, che le milizie curde locali hanno invaso i villaggi di Tel Jazira e Tel Baz, accompagnati da ufficiali curdi del PKK.

Dall’aprile 2018 più di centocinquanta rifugiati curdi di Afrin sono stati ospitati nel villaggio assiro di Tel Nasri. Le locali comunità assire temono che tali iniziative segnino un processo di progressiva acquisizione di terre e case appartenenti alle famiglie cristiane da parte delle forze curde. In quell’area agiscono anche gruppi armati, spesso in competizione e in contrasto tra loro, che si presentano come forze di protezione e autodifesa delle comunità cristiane locali, finendo spesso per rendere ancora più intricata la situazione sul campo”.

- Advertisement -
Originale: Aleteia.org
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
271FansMi piace
773FollowerSegui
13,000FollowerSegui
574FollowerSegui
55IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO