7.8 C
Roma
Lun, 25 Gennaio 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Preghiera Il primo compito della vita è la preghiera.

Il primo compito della vita è la preghiera.

- Advertisement -

Il Papa nella messa a Santa Marta, di cui la Radio Vaticana fornisce stralci, ha parlato del compito fondamentale dell’orazione nell’esistenza dei fedeli.

preghiera_04

La preghiera come linfa vitale per l’uomo. “Non quella dei «pappagalli»”, ma «quella fatta con il cuore». Chi sa pregare,  non è un «giustiziere», sa perdonare,  «apre la porta a Dio» e «fa miracoli». Lo ha detto il Papa nella messa a Santa Marta, ripreso come di conseuto da Radio Vaticana.

Papa Francesco ha preso le mosse da brani biblici su Marta e sul profeta Giona, persone «accomunate da una identica incapacità: non sapevano pregare».

«Agli occhi di Marta – ha commentato il Papa – pregare era perdere tempo», mentre «noi sappiamo che la preghiera fa dei miracoli». Dal brano di Marta e Maria a quello sulla antica città di Ninive, alla quale il profeta Giona annuncia su incarico di Dio l’imminente distruzione e che invece si salva perché gli abitanti, credendo alla profezia, si convertono dal primo all’ultimo invocando il perdono divino con tutte le forze.

Tuttavia, anche in questa storia di redenzione il Papa rileva un atteggiamento sbagliato, quello di Giona, più disposto a una giustizia senza misericordia in modo analogo a Marta, incline a un servizio che esclude l’interiorità.

«Ci sono altri come questo testardo Giona, – ha ammonito papa Bergoglio – che sono i giustizieri. Lui andava, profetizzava, ma nel suo cuore diceva: `Ma se la meritano. Se la meritano. Se la sono cercata!´. Lui profetizzava, ma non pregava! Non chiedeva al Signore perdono per loro. Soltanto li bastonava. Sono i giustizieri, quelli che si credono giusti! E alla fine – continua il Libro di Giona – si vede che era un uomo egoista, perché quando il Signore ha salvato, per la preghiera del popolo, Ninive, lui si è arrabbiato col Signore: `Tu sempre sei cosi´. Tu sempre perdoni!’.

Non pregare, ha commentato papa Francesco, è «chiudere le porte al Signore», che invece sa «risistemare le cose», e pregare è proprio questo, «aprire le porte al Signore perché possa fare qualcosa».

da Vaticaninsider

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Il primo compito della vita è la preghiera.

- Advertisement -

Il Papa nella messa a Santa Marta, di cui la Radio Vaticana fornisce stralci, ha parlato del compito fondamentale dell’orazione nell’esistenza dei fedeli.

preghiera_04

La preghiera come linfa vitale per l’uomo. “Non quella dei «pappagalli»”, ma «quella fatta con il cuore». Chi sa pregare,  non è un «giustiziere», sa perdonare,  «apre la porta a Dio» e «fa miracoli». Lo ha detto il Papa nella messa a Santa Marta, ripreso come di conseuto da Radio Vaticana.

Papa Francesco ha preso le mosse da brani biblici su Marta e sul profeta Giona, persone «accomunate da una identica incapacità: non sapevano pregare».

«Agli occhi di Marta – ha commentato il Papa – pregare era perdere tempo», mentre «noi sappiamo che la preghiera fa dei miracoli». Dal brano di Marta e Maria a quello sulla antica città di Ninive, alla quale il profeta Giona annuncia su incarico di Dio l’imminente distruzione e che invece si salva perché gli abitanti, credendo alla profezia, si convertono dal primo all’ultimo invocando il perdono divino con tutte le forze.

- Advertisement -

Tuttavia, anche in questa storia di redenzione il Papa rileva un atteggiamento sbagliato, quello di Giona, più disposto a una giustizia senza misericordia in modo analogo a Marta, incline a un servizio che esclude l’interiorità.

«Ci sono altri come questo testardo Giona, – ha ammonito papa Bergoglio – che sono i giustizieri. Lui andava, profetizzava, ma nel suo cuore diceva: `Ma se la meritano. Se la meritano. Se la sono cercata!´. Lui profetizzava, ma non pregava! Non chiedeva al Signore perdono per loro. Soltanto li bastonava. Sono i giustizieri, quelli che si credono giusti! E alla fine – continua il Libro di Giona – si vede che era un uomo egoista, perché quando il Signore ha salvato, per la preghiera del popolo, Ninive, lui si è arrabbiato col Signore: `Tu sempre sei cosi´. Tu sempre perdoni!’.

Non pregare, ha commentato papa Francesco, è «chiudere le porte al Signore», che invece sa «risistemare le cose», e pregare è proprio questo, «aprire le porte al Signore perché possa fare qualcosa».

da Vaticaninsider

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
292FansMi piace
985FollowerSegui
13,000FollowerSegui
641FollowerSegui
183IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Accompagnare gli adulti nella fede

Gibran: Lazzaro e la sua amata

Paolo e il suo Vangelo

Un solo Libro, due eredi

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x