10 C
Roma
Sab, 6 Marzo 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Il Papa vicino ai preti in difficoltà

Il Papa vicino ai preti in difficoltà

- Advertisement -

Due diverse comunità di sacerdoti. Due diverse forme di vicinanza. Ma lo stesso filo rosso che lega anche questo ulteriore «venerdì della misericordia» ai cinque che lo hanno preceduto.

Ieri il Papa ha voluto dedicare ai sacerdoti il gesto giubilare che compie ogni mese. Prima si è recato nella comunità ‘Monte Tabor’, dove si trovano otto presbiteri provenienti da diocesi differenti, sofferenti per diverse forme di disagio (legate soprattutto a crisi vocazionali). Poi ha visitato la comunità dei sacerdoti anziani della diocesi di Roma, che si chiama ufficialmente ‘Casa San Gaetano’, ma è più nota come ‘I cento preti’.

Nella prima struttura, come riferisce in una nota il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, Francesco «si è incontrato con i sacerdoti ospiti nella piccola cappella, ascoltandoli e pregando con loro». Gli ospiti della comunità vengono accompagnati da un diacono permanente, Ermes Luparia, già colonnello dell’Aeronautica, ora specializzato in psicologia e dedito al servizio dell’accompagnamento nello spirito dei Padri Salvatoriani. Nella comunità per i preti anziani, invece, si trovano attualmente 21 presbiteri, alcuni dei quali molto malati, assistiti da tre suore e altro personale. «Il ‘direttore’ della Casa – ha fatto sapere Lombardi –, don Antonio Antonelli, è stato parroco per molti anni e ora è anch’egli molto malato. In maggioranza si tratta di sacerdoti diocesani, ma non mancano alcuni religiosi».

Dopo aver dato la vita nel servizio della Chiesa e dei fedeli, ora questi preti vivono nel ritiro, e non molti si ricordano di loro. Ma il Papa sì, e con questa visita ha voluto dimostrarlo. La visita è stata infatti molto affettuosa e partecipata.

Due le motivazioni che hanno spinto Francesco a scegliere le due comunità sacerdotali. Da un lato «il Giubileo consiste in misura essenziale di opere di misericordia allo stesso tempo corporali e spirituali» ricorda la sala stampa della Santa Sede. Dall’altro, nel mese in cui ha celebrato il Giubileo dei sacerdoti, Il Papa «ha voluto manifestare la sua vicinanza e attenzione anche a quei sacerdoti che non hanno potuto partecipare fisicamente alle bellissime celebrazioni giubilari, ma che sono sempre presenti alla sua preghiera e al suo cuore», ha concluso Lombardi.

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Il Papa vicino ai preti in difficoltà

- Advertisement -

Due diverse comunità di sacerdoti. Due diverse forme di vicinanza. Ma lo stesso filo rosso che lega anche questo ulteriore «venerdì della misericordia» ai cinque che lo hanno preceduto.

Ieri il Papa ha voluto dedicare ai sacerdoti il gesto giubilare che compie ogni mese. Prima si è recato nella comunità ‘Monte Tabor’, dove si trovano otto presbiteri provenienti da diocesi differenti, sofferenti per diverse forme di disagio (legate soprattutto a crisi vocazionali). Poi ha visitato la comunità dei sacerdoti anziani della diocesi di Roma, che si chiama ufficialmente ‘Casa San Gaetano’, ma è più nota come ‘I cento preti’.

Nella prima struttura, come riferisce in una nota il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, Francesco «si è incontrato con i sacerdoti ospiti nella piccola cappella, ascoltandoli e pregando con loro». Gli ospiti della comunità vengono accompagnati da un diacono permanente, Ermes Luparia, già colonnello dell’Aeronautica, ora specializzato in psicologia e dedito al servizio dell’accompagnamento nello spirito dei Padri Salvatoriani. Nella comunità per i preti anziani, invece, si trovano attualmente 21 presbiteri, alcuni dei quali molto malati, assistiti da tre suore e altro personale. «Il ‘direttore’ della Casa – ha fatto sapere Lombardi –, don Antonio Antonelli, è stato parroco per molti anni e ora è anch’egli molto malato. In maggioranza si tratta di sacerdoti diocesani, ma non mancano alcuni religiosi».

Dopo aver dato la vita nel servizio della Chiesa e dei fedeli, ora questi preti vivono nel ritiro, e non molti si ricordano di loro. Ma il Papa sì, e con questa visita ha voluto dimostrarlo. La visita è stata infatti molto affettuosa e partecipata.

Due le motivazioni che hanno spinto Francesco a scegliere le due comunità sacerdotali. Da un lato «il Giubileo consiste in misura essenziale di opere di misericordia allo stesso tempo corporali e spirituali» ricorda la sala stampa della Santa Sede. Dall’altro, nel mese in cui ha celebrato il Giubileo dei sacerdoti, Il Papa «ha voluto manifestare la sua vicinanza e attenzione anche a quei sacerdoti che non hanno potuto partecipare fisicamente alle bellissime celebrazioni giubilari, ma che sono sempre presenti alla sua preghiera e al suo cuore», ha concluso Lombardi.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
641FollowerSegui
201IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Libri Consigliati – Marzo 2019

Un solo Libro, due eredi

Perché le suore indossano il velo?

Le 217 domande di Gesù

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x