13.9 C
Roma
Dom, 18 Aprile 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiPapaIl Papa: prego per il Brasile colpito dalla pandemia

Il Papa: prego per il Brasile colpito dalla pandemia

- Advertisement -

Ieri in una telefonata all’arcivescovo di Aparecida, monsignor Orlando Brandes, il Papa ha assicurato la sua preghiera, raccomandando tutti i brasiliani di guardare alla Madonna di Aparecida in questo particolare momento di difficoltà a causa del coronavirus

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

Affetto, solidarietà, preghiera e amore per la Madonna di Aparecida. E’ quanto ha espresso ieri Papa Francesco in una telefonata a monsignor Orlando Brandes arcivescovo di Aparecida. Un colloquio nel quale il Pontefice ha mostrato vicinanza al popolo brasiliano provato dalla pandemia di coronavirus che, nel Paese, ha già provocato quasi 40mila vittime.

Nelle braccia della Madre di Aparecida

“Dite al popolo brasiliano che non solo prego per tutti voi, ma vi accompagno sempre con il cuore”. Così ha riferito in un’intervista l’arcivescovo Brandes che ha parlato del “grande dono ricevuto” alla vigilia del Corpus Domini. Francesco, assicurando le sue preghiere, ha raccomandato di affidarsi alla Madonna di Aparecida per la quale lui ha una particolare devozione. L’immagine della Vergine, infatti, è presente nei Giardini Vaticani dal settembre 2016 e per questo il Papa la sente vicina. Nella conversazione con monsignor Brandes, ha anche ricordato di essere stato ad Aparecida nel 2007 per la quinta Conferenza generale dell’episcopato latinoamericano e nel 2013 nel corso della Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro. “Ricordo – ha detto il Papa nella telefonata – che ho preso in grembo la Madonna, la Madonnina, cioè la Mamma. Vi raccomando tutti di essere tra le braccia della Madre di Aparecida”.

Coraggio e speranza

Francesco, nel colloquio, ha anche ricordato San Giuseppe Anchieta, gesuita canonizzato dal Papa nel 2014, la cui memoria si celebra il 9 giugno. Infine, salutando l’arcivescovo di Aparecida, ha esortato i brasiliani: “coraggio e fede – ha detto – siamo persone di fede”, poi ha raccomandato di benedire il popolo e ha chiesto preghiere per il suo magistero. Dall’inizio della pandemia, Francesco ha chiamato altre volte in Brasile, il 25 aprile la telefonata all’arcivescovo di Manaus, monsignor Leonardo Steiner, e poi il 9 maggio l’arcivescovo di San Paolo, il cardinale Odilo Pedro Scherer, per esprimere la sua solidarietà. “Con queste tre telefonate – ha spiegato monsignor Brandes – il nostro Papa ha fatto battere il suo cuore molto vicino al nostro”, accompagnandoci come “un padre”.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Il Papa: prego per il Brasile colpito dalla pandemia

- Advertisement -

Ieri in una telefonata all’arcivescovo di Aparecida, monsignor Orlando Brandes, il Papa ha assicurato la sua preghiera, raccomandando tutti i brasiliani di guardare alla Madonna di Aparecida in questo particolare momento di difficoltà a causa del coronavirus

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

Affetto, solidarietà, preghiera e amore per la Madonna di Aparecida. E’ quanto ha espresso ieri Papa Francesco in una telefonata a monsignor Orlando Brandes arcivescovo di Aparecida. Un colloquio nel quale il Pontefice ha mostrato vicinanza al popolo brasiliano provato dalla pandemia di coronavirus che, nel Paese, ha già provocato quasi 40mila vittime.

Nelle braccia della Madre di Aparecida

“Dite al popolo brasiliano che non solo prego per tutti voi, ma vi accompagno sempre con il cuore”. Così ha riferito in un’intervista l’arcivescovo Brandes che ha parlato del “grande dono ricevuto” alla vigilia del Corpus Domini. Francesco, assicurando le sue preghiere, ha raccomandato di affidarsi alla Madonna di Aparecida per la quale lui ha una particolare devozione. L’immagine della Vergine, infatti, è presente nei Giardini Vaticani dal settembre 2016 e per questo il Papa la sente vicina. Nella conversazione con monsignor Brandes, ha anche ricordato di essere stato ad Aparecida nel 2007 per la quinta Conferenza generale dell’episcopato latinoamericano e nel 2013 nel corso della Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro. “Ricordo – ha detto il Papa nella telefonata – che ho preso in grembo la Madonna, la Madonnina, cioè la Mamma. Vi raccomando tutti di essere tra le braccia della Madre di Aparecida”.

- Advertisement -

Coraggio e speranza

Francesco, nel colloquio, ha anche ricordato San Giuseppe Anchieta, gesuita canonizzato dal Papa nel 2014, la cui memoria si celebra il 9 giugno. Infine, salutando l’arcivescovo di Aparecida, ha esortato i brasiliani: “coraggio e fede – ha detto – siamo persone di fede”, poi ha raccomandato di benedire il popolo e ha chiesto preghiere per il suo magistero. Dall’inizio della pandemia, Francesco ha chiamato altre volte in Brasile, il 25 aprile la telefonata all’arcivescovo di Manaus, monsignor Leonardo Steiner, e poi il 9 maggio l’arcivescovo di San Paolo, il cardinale Odilo Pedro Scherer, per esprimere la sua solidarietà. “Con queste tre telefonate – ha spiegato monsignor Brandes – il nostro Papa ha fatto battere il suo cuore molto vicino al nostro”, accompagnandoci come “un padre”.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
647FollowerSegui
226IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x