14.7 C
Rome
sabato, 21 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Il Papa: «No a invidie e chiacchiere, distruggono le comunità».

Il Papa: «No a invidie e chiacchiere, distruggono le comunità».

- Advertisement -

Francesco a Santa Marta: «Sono le armi del diavolo». «Una comunità cristiana, quando soffre di gelosia, finisce divisa: uno contro l’altro. É un veleno forte questo»

b991b23810

 

DOMENICO AGASSO JR
ROMA

 I cristiani non “cadano” in gelosie, invidie e chiacchiere che «dividono e distruggono la comunità». Queste sono «le armi del diavolo». É l’esortazione espressa da papa Francesco questa mattina nella Messa presieduta alla Casa Santa Marta, come riferisce Radio Vaticana.

Il Pontefice ha basato la sua riflessione sulla Prima Lettura del giorno che parla della vittoria degli israeliti sui filistei grazie al coraggio del giovane Davide. La gioia della vittoria diventa in breve tempo rabbia e gelosia per il re Saul, che vede le donne lodare Davide per avere sconfitto Golia. Ecco che «quella grande vittoria – dice Francesco – incomincia a diventare sconfitta nel cuore del re» in cui si insinua il «verme della gelosia e dell’invidia». E come avviene a Caino con Abele, il Re decide di uccidere Davide.

É così che «fa la gelosia nei nostri cuori – ha messo in evidenza il Papa – è un’inquietudine cattiva, che non tollera che un fratello o una sorella abbia qualcosa che io non ho».

E «la gelosia porta ad uccidere – ha proseguito Francesco – L’invidia porta ad uccidere. É stata proprio questa porta, la porta dell’invidia, per la quale il diavolo è entrato nel mondo».

Bergoglio ha ricordato che «la Bibbia dice: “Per l’invidia del diavolo è entrato il male nel mondo”. La gelosia e l’invidia aprono le porte a tutte le cose cattive». E «anche divide la comunità. Una comunità cristiana, quando soffre – alcuni dei membri – di invidia, di gelosia, finisce divisa: uno contro l’altro. É un veleno forte questo. É un veleno che troviamo nella prima pagina della Bibbia con Caino».

A chi è geloso e invidioso avvengono «due cose chiarissime». La prima è l’amarezza: «La persona invidiosa, la persona gelosa è una persona amara: non sa cantare, non sa lodare, non sa cosa sia la gioia, sempre guarda “che cosa ha quello ed io non ne ho”. E questo lo porta all’amarezza, un’amarezza che si diffonde su tutta la comunità». Questi sono «seminatori di amarezza».

Il secondo comportamento sono le  chiacchiere: «Perché questo non tollera che quello abbia qualcosa, la soluzione è abbassare l’altro, perché io sia un po’ alto. E lo strumento sono le chiacchiere. Cerca sempre e vedrai che dietro una chiacchiera c’è la gelosia e c’è l’invidia. E le chiacchiere dividono la comunità, distruggono la comunità. Sono le armi del diavolo».

Francesco ha sottolineato: «Una persona che è sotto l’influsso dell’invidia e della gelosia uccide», come afferma l’apostolo Giovanni: «Chi odia il suo fratello è un omicida»; «l’invidioso, il geloso, incomincia ad odiare il fratello», ha precisato il Pontefice.

«Oggi, in questa Messa – ha concluso – preghiamo per le nostre comunità cristiane, perché questo seme della gelosia non venga seminato fra noi, perché l’invidia non prenda posto nel nostro cuore, nel cuore delle nostre comunità, e così possiamo andare avanti con la lode del Signore, lodando il Signore, con la gioia. É una grazia grande, la grazia di non cadere nella tristezza, nell’essere risentiti, nella gelosia e nell’invidia».

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Il Papa: «No a invidie e chiacchiere, distruggono le comunità».

  

- Advertisement -

Francesco a Santa Marta: «Sono le armi del diavolo». «Una comunità cristiana, quando soffre di gelosia, finisce divisa: uno contro l’altro. É un veleno forte questo»

b991b23810

 

DOMENICO AGASSO JR
ROMA

 I cristiani non “cadano” in gelosie, invidie e chiacchiere che «dividono e distruggono la comunità». Queste sono «le armi del diavolo». É l’esortazione espressa da papa Francesco questa mattina nella Messa presieduta alla Casa Santa Marta, come riferisce Radio Vaticana.

Il Pontefice ha basato la sua riflessione sulla Prima Lettura del giorno che parla della vittoria degli israeliti sui filistei grazie al coraggio del giovane Davide. La gioia della vittoria diventa in breve tempo rabbia e gelosia per il re Saul, che vede le donne lodare Davide per avere sconfitto Golia. Ecco che «quella grande vittoria – dice Francesco – incomincia a diventare sconfitta nel cuore del re» in cui si insinua il «verme della gelosia e dell’invidia». E come avviene a Caino con Abele, il Re decide di uccidere Davide.

- Advertisement -

É così che «fa la gelosia nei nostri cuori – ha messo in evidenza il Papa – è un’inquietudine cattiva, che non tollera che un fratello o una sorella abbia qualcosa che io non ho».

E «la gelosia porta ad uccidere – ha proseguito Francesco – L’invidia porta ad uccidere. É stata proprio questa porta, la porta dell’invidia, per la quale il diavolo è entrato nel mondo».

Bergoglio ha ricordato che «la Bibbia dice: “Per l’invidia del diavolo è entrato il male nel mondo”. La gelosia e l’invidia aprono le porte a tutte le cose cattive». E «anche divide la comunità. Una comunità cristiana, quando soffre – alcuni dei membri – di invidia, di gelosia, finisce divisa: uno contro l’altro. É un veleno forte questo. É un veleno che troviamo nella prima pagina della Bibbia con Caino».

A chi è geloso e invidioso avvengono «due cose chiarissime». La prima è l’amarezza: «La persona invidiosa, la persona gelosa è una persona amara: non sa cantare, non sa lodare, non sa cosa sia la gioia, sempre guarda “che cosa ha quello ed io non ne ho”. E questo lo porta all’amarezza, un’amarezza che si diffonde su tutta la comunità». Questi sono «seminatori di amarezza».

Il secondo comportamento sono le  chiacchiere: «Perché questo non tollera che quello abbia qualcosa, la soluzione è abbassare l’altro, perché io sia un po’ alto. E lo strumento sono le chiacchiere. Cerca sempre e vedrai che dietro una chiacchiera c’è la gelosia e c’è l’invidia. E le chiacchiere dividono la comunità, distruggono la comunità. Sono le armi del diavolo».

Francesco ha sottolineato: «Una persona che è sotto l’influsso dell’invidia e della gelosia uccide», come afferma l’apostolo Giovanni: «Chi odia il suo fratello è un omicida»; «l’invidioso, il geloso, incomincia ad odiare il fratello», ha precisato il Pontefice.

«Oggi, in questa Messa – ha concluso – preghiamo per le nostre comunità cristiane, perché questo seme della gelosia non venga seminato fra noi, perché l’invidia non prenda posto nel nostro cuore, nel cuore delle nostre comunità, e così possiamo andare avanti con la lode del Signore, lodando il Signore, con la gioia. É una grazia grande, la grazia di non cadere nella tristezza, nell’essere risentiti, nella gelosia e nell’invidia».

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Vincere ansietà e paure

Fusco: La gioia dell’ascolto

Ezechiele quadriforme

Paolo apostolo: vita e teologia

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO