8.1 C
Rome
Mar, 10 Dicembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Giovani Il Papa: giovani non vi fermate, camminate e impegnatevi per essere felici

Il Papa: giovani non vi fermate, camminate e impegnatevi per essere felici

"Ti consiglio due cose: non rimanere mai a terra, alzati subito, non passare la tua vita seduto sul divano"

- Advertisement -
Francesco affida a un video registrato nella Nunziatura di Bangkok parole di incoraggiamento per i ragazzi thailandesi che questa sera sono riuniti in una veglia di preghiera. “Ti consiglio due cose: non rimanere mai a terra, alzati subito, non passare la tua vita seduto sul divano”

Cecilia Seppia – Città del Vaticano

Non passate la vita sul divano ma costruitela, andate avanti, impegnatevi! Il Papa nell’atrio della Nunziatura che lo ospita a Bangkok, in questa prima tappa del suo 32esimo viaggio apostolico, lancia un messaggio ai giovani thailandesi, riuniti oggi in una veglia di preghiera, molti dei quali prenderanno parte alla Messa nella Cattedrale dell’Assunzione venerdì, alle 17 ora locale.

So che stasera fate una veglia di preghiera, che pregate. E so che altri stanno camminando, che vengono qui. Entrambe le cose sono belle: pregare e camminare!  Nella vita devono essere fatte queste due cose: avere il cuore aperto a Dio, perché da Lui riceviamo la forza, e camminare, perché non si può stare fermo nella vita. Un giovane non può ritirarsi all’età di 20 anni, deve camminare! Sempre oltre, sempre in salita.

Parole non programmate, pronunciate e riprese in modo spontaneo, in questo videomessaggio alla gioventù thailandese, e che arrivano al cuore facendo leva sull’entusiasmo e la forza di reazione propria dei ragazzi.

Qualcuno può dirmi: ‘Sì, Padre, ma a volte sono debole e cado’. Non importa! C’è una canzone alpina che dice: ‘Nell’arte di salire, ciò che conta non è cadere, ma è non rimanere a terra’.

La strada per raggiungere la felicità che per ancora molti, troppi giovani, resta una chimera non è certo l’immobilismo. Non è il divano, non è una vita bloccata nelle paludi della difficoltà, della mancanza di lavoro, del futuro incerto che sembra non disegnare mai possibilità. E’ una strada lastricata dal coraggio e dall’impegno. Perciò Francesco guardando la telecamera dello smartphone, chiude con due consigli paterni:

Ti consiglio queste due cose: non rimanere mai a terra, alzati subito che qualcun altro ti aiuta ad alzarti, prima di tutto. In secondo luogo, non passare la tua vita seduto sul divano, fare la vita, costruire la vita, fare, andare avanti. Continua sempre a salire sulla strada. Impegnati e avrai una felicità impressionante, io te lo assicuro.  Che Dio ti benedica. Prego per te, fallo per me.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Il Papa: giovani non vi fermate, camminate e impegnatevi per essere felici

"Ti consiglio due cose: non rimanere mai a terra, alzati subito, non passare la tua vita seduto sul divano"

  

- Advertisement -
Francesco affida a un video registrato nella Nunziatura di Bangkok parole di incoraggiamento per i ragazzi thailandesi che questa sera sono riuniti in una veglia di preghiera. “Ti consiglio due cose: non rimanere mai a terra, alzati subito, non passare la tua vita seduto sul divano”

Cecilia Seppia – Città del Vaticano

Non passate la vita sul divano ma costruitela, andate avanti, impegnatevi! Il Papa nell’atrio della Nunziatura che lo ospita a Bangkok, in questa prima tappa del suo 32esimo viaggio apostolico, lancia un messaggio ai giovani thailandesi, riuniti oggi in una veglia di preghiera, molti dei quali prenderanno parte alla Messa nella Cattedrale dell’Assunzione venerdì, alle 17 ora locale.

So che stasera fate una veglia di preghiera, che pregate. E so che altri stanno camminando, che vengono qui. Entrambe le cose sono belle: pregare e camminare!  Nella vita devono essere fatte queste due cose: avere il cuore aperto a Dio, perché da Lui riceviamo la forza, e camminare, perché non si può stare fermo nella vita. Un giovane non può ritirarsi all’età di 20 anni, deve camminare! Sempre oltre, sempre in salita.

Parole non programmate, pronunciate e riprese in modo spontaneo, in questo videomessaggio alla gioventù thailandese, e che arrivano al cuore facendo leva sull’entusiasmo e la forza di reazione propria dei ragazzi.

Qualcuno può dirmi: ‘Sì, Padre, ma a volte sono debole e cado’. Non importa! C’è una canzone alpina che dice: ‘Nell’arte di salire, ciò che conta non è cadere, ma è non rimanere a terra’.

- Advertisement -

La strada per raggiungere la felicità che per ancora molti, troppi giovani, resta una chimera non è certo l’immobilismo. Non è il divano, non è una vita bloccata nelle paludi della difficoltà, della mancanza di lavoro, del futuro incerto che sembra non disegnare mai possibilità. E’ una strada lastricata dal coraggio e dall’impegno. Perciò Francesco guardando la telecamera dello smartphone, chiude con due consigli paterni:

Ti consiglio queste due cose: non rimanere mai a terra, alzati subito che qualcun altro ti aiuta ad alzarti, prima di tutto. In secondo luogo, non passare la tua vita seduto sul divano, fare la vita, costruire la vita, fare, andare avanti. Continua sempre a salire sulla strada. Impegnati e avrai una felicità impressionante, io te lo assicuro.  Che Dio ti benedica. Prego per te, fallo per me.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
279FansMi piace
873FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
58IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Fusco: La gioia dell’ascolto

Dai racconti orali ai Vangeli

Parrocchia e civiltà urbana

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Consigli Pubblicitari

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO