7.3 C
Roma
Ven, 16 Aprile 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiEcumenismoIl Papa chiama Tawadros II, uniti “in questi giorni difficili”

Il Papa chiama Tawadros II, uniti “in questi giorni difficili”

“Dio abbia misericordia del mondo e della Chiesa”

- Advertisement -

Francesco ha telefonato al Patriarca copto ortodosso dell’Egitto per rinnovare i legami di fraternità nel tempo della pandemia: “Dio abbia misericordia del mondo e della Chiesa”

Alessandro De Carolis – Città del Vaticano

Un impegno di pace “soprattutto in questi giorni difficili”. Sta in questa frase il cuore di una condivisione che ha una lunga storia ora calata nella realtà globale della pandemia. La condivisione è quella che il 10 maggio vede il Papa e il Patriarca copto Tawadros II rinnovare la promessa della preghiera quotidiana e reciproca, impegno dichiarato anche ieri nel corso di una telefonata fatta da Francesco alla massima autorità della Chiesa egiziana copto-ortodossa, in occasione della Giornata dell’amore fraterno che lega le due realtà.

Un solido legame

Il 10 maggio è una pagina ecumenica ormai consegnata agli annali, perché in quel giorno del ’73 per la prima volta un Pontefice di Roma, Paolo VI, incontrava un Patriarca copto, Shenouda III. E un 10 maggio più recente, nel 2013, ha rinverdito la tradizione quando il Papa e il Patriarca Tawadros II si sono incontrati per la prima volta in Vaticano, incontro dopo il quale è stata istitutita la Giornata dell’amore fraterno.

L’Egitto nel cuore

Nel corso della telefonata di ieri, riferisce la Fides, Francesco ha espresso “il suo amore e il suo apprezzamento per l’Egitto e gli egiziani”, affermando di unirsi in preghiera “per la pace del mondo soprattutto in questi giorni difficili”. “Alla fine della telefonata”, prosegue la Fides, il Papa e il Patriarca copto ortodosso si sono scambiati l’impegno a pregare affinché “Dio abbia misericordia del mondo e della Chiesa e di tutti i credenti”, dandosi appuntamento alla Giornata mondiale di preghiera, digiuno e opere di carità per liberare il pianeta dal Coronavirus, in programma per il 14 maggio, su iniziativa dell’“Alto Comitato per la fratellanza umana”.

L’Alto Comitato è composto da leader religiosi, studiosi ed esponenti della cultura di tutto il mondo, appartenenti al mondo cristiano, musulmano ed ebraico, che si ispirano al Documento sulla fratellanza umana, firmato da Papa Francesco e dal grande imam di al-Azhar, Ahmed al-Tayyeb, il 4 febbraio 2019.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Il Papa chiama Tawadros II, uniti “in questi giorni difficili”

“Dio abbia misericordia del mondo e della Chiesa”

- Advertisement -

Francesco ha telefonato al Patriarca copto ortodosso dell’Egitto per rinnovare i legami di fraternità nel tempo della pandemia: “Dio abbia misericordia del mondo e della Chiesa”

Alessandro De Carolis – Città del Vaticano

Un impegno di pace “soprattutto in questi giorni difficili”. Sta in questa frase il cuore di una condivisione che ha una lunga storia ora calata nella realtà globale della pandemia. La condivisione è quella che il 10 maggio vede il Papa e il Patriarca copto Tawadros II rinnovare la promessa della preghiera quotidiana e reciproca, impegno dichiarato anche ieri nel corso di una telefonata fatta da Francesco alla massima autorità della Chiesa egiziana copto-ortodossa, in occasione della Giornata dell’amore fraterno che lega le due realtà.

Un solido legame

Il 10 maggio è una pagina ecumenica ormai consegnata agli annali, perché in quel giorno del ’73 per la prima volta un Pontefice di Roma, Paolo VI, incontrava un Patriarca copto, Shenouda III. E un 10 maggio più recente, nel 2013, ha rinverdito la tradizione quando il Papa e il Patriarca Tawadros II si sono incontrati per la prima volta in Vaticano, incontro dopo il quale è stata istitutita la Giornata dell’amore fraterno.

- Advertisement -

L’Egitto nel cuore

Nel corso della telefonata di ieri, riferisce la Fides, Francesco ha espresso “il suo amore e il suo apprezzamento per l’Egitto e gli egiziani”, affermando di unirsi in preghiera “per la pace del mondo soprattutto in questi giorni difficili”. “Alla fine della telefonata”, prosegue la Fides, il Papa e il Patriarca copto ortodosso si sono scambiati l’impegno a pregare affinché “Dio abbia misericordia del mondo e della Chiesa e di tutti i credenti”, dandosi appuntamento alla Giornata mondiale di preghiera, digiuno e opere di carità per liberare il pianeta dal Coronavirus, in programma per il 14 maggio, su iniziativa dell’“Alto Comitato per la fratellanza umana”.

L’Alto Comitato è composto da leader religiosi, studiosi ed esponenti della cultura di tutto il mondo, appartenenti al mondo cristiano, musulmano ed ebraico, che si ispirano al Documento sulla fratellanza umana, firmato da Papa Francesco e dal grande imam di al-Azhar, Ahmed al-Tayyeb, il 4 febbraio 2019.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
647FollowerSegui
225IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Matino: L’allegria

Eva e il serpente

Libri consigliati – Ottobre 2018

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x