14.3 C
Roma
Mar, 31 Marzo 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Il Papa: anche se perseguitata e fraintesa, la Chiesa non si stanca...

Il Papa: anche se perseguitata e fraintesa, la Chiesa non si stanca mai di accogliere

È l’ultima tappa del viaggio di san Paolo che arriva a Roma, al centro stamani dell’udienza generale.

- Advertisement -

È l’ultima tappa del viaggio di san Paolo che arriva a Roma, al centro stamani dell’udienza generale. Si conclude dunque con l’immagine della Chiesa come “casa aperta” a tutti i cuori in ricerca, il ciclo di catechesi sugli Atti degli Apostoli, iniziato il 29 maggio dell’anno scorso

Debora Donnini – Città del Vaticano

La Parola di Dio è “inarrestabile”, “vuole correre per comunicare salvezza a tutti”. E’ sull’annuncio dell’amore di Dio per gli uomini e sulla chiamata della Chiesa, che verte stamani la catechesi all’udienza generale, tenutasi in Aula Paolo VI, alla presenza festosa di circa 7mila fedeli. Ma anche sull’incoraggiare a rendere le nostre case “cenacoli di fraternità”. (Ascolta il servizio con la voce del Papa)

La Chiesa non si stanca di annunciare l’amore di Dio

Nel brano degli Atti al centro dell’odierna riflessione, San Paolo arriva a Roma, nel cuore dell’Impero, e gli viene concesso di abitare per conto proprio, in una casa, con un soldato che gli faceva da guardia: “era ai domiciliari”, sintetizza il Papa. Quindi, malgrado prigioniero, accoglie quelli che venivano da lui e volevano conoscere Cristo. “Paolo non ha la libertà di muoversi ma è libero di parlare perché la Parola non è incatenata”, evidenzia Francesco: è “una Parola pronta a lasciarsi seminare a piene mani dall’Apostolo”:

Questa casa aperta a tutti i cuori in ricerca è immagine della Chiesa che, pur perseguitata, fraintesa e incatenata, mai si stanca di accogliere con cuore materno ogni uomo e ogni donna per annunciare loro l’amore del Padre che si è reso visibile in Gesù.

Impregnare le nostre case di Vangelo

Con il suo arrivo a Roma, termina dunque il racconto degli Atti degli Apostoli che non si chiude con il martirio dell’Apostolo ma con la semina della Parola di Dio e così “la fine del racconto di Luca, imperniato sul viaggio del Vangelo nel mondo”, ricapitola “il dinamismo della Parola di Dio”, ribadisce il Papa in questa catechesi che chiude il ciclo di riflessioni sugli Atti. Paolo può quindi incontrare i notabili giudei e cerca di convincerli riguardo a Gesù, vedendo nel Vangelo  “il compimento delle promesse fatte al popolo eletto”. Poi, dopo questo incontro informale, ne segue uno più ufficiale durante il quale annuncia il Regno di Dio ma “poiché non tutti sono convinti, egli denuncia l’indurimento del cuore del popolo di Dio” e celebra la salvezza delle nazioni  sensibili a Dio e capaci di ascoltare la parola del Vangelo.

Cari fratelli e sorelle, al termine di questo itinerario, vissuto insieme seguendo la corsa del Vangelo nel mondo, lo Spirito ravvivi in ciascuno di noi la chiamata ad essere evangelizzatori coraggiosi e gioiosi. Renda capaci anche noi, come Paolo, di impregnare le nostre case di Vangelo e di renderle cenacoli di fraternità, dove accogliere il Cristo vivo, che «viene incontro a noi in ogni uomo e in ogni tempo».  

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Il Papa: anche se perseguitata e fraintesa, la Chiesa non si stanca mai di accogliere

È l’ultima tappa del viaggio di san Paolo che arriva a Roma, al centro stamani dell’udienza generale.

  

- Advertisement -

È l’ultima tappa del viaggio di san Paolo che arriva a Roma, al centro stamani dell’udienza generale. Si conclude dunque con l’immagine della Chiesa come “casa aperta” a tutti i cuori in ricerca, il ciclo di catechesi sugli Atti degli Apostoli, iniziato il 29 maggio dell’anno scorso

Debora Donnini – Città del Vaticano

La Parola di Dio è “inarrestabile”, “vuole correre per comunicare salvezza a tutti”. E’ sull’annuncio dell’amore di Dio per gli uomini e sulla chiamata della Chiesa, che verte stamani la catechesi all’udienza generale, tenutasi in Aula Paolo VI, alla presenza festosa di circa 7mila fedeli. Ma anche sull’incoraggiare a rendere le nostre case “cenacoli di fraternità”. (Ascolta il servizio con la voce del Papa)

La Chiesa non si stanca di annunciare l’amore di Dio

Nel brano degli Atti al centro dell’odierna riflessione, San Paolo arriva a Roma, nel cuore dell’Impero, e gli viene concesso di abitare per conto proprio, in una casa, con un soldato che gli faceva da guardia: “era ai domiciliari”, sintetizza il Papa. Quindi, malgrado prigioniero, accoglie quelli che venivano da lui e volevano conoscere Cristo. “Paolo non ha la libertà di muoversi ma è libero di parlare perché la Parola non è incatenata”, evidenzia Francesco: è “una Parola pronta a lasciarsi seminare a piene mani dall’Apostolo”:

- Advertisement -

Questa casa aperta a tutti i cuori in ricerca è immagine della Chiesa che, pur perseguitata, fraintesa e incatenata, mai si stanca di accogliere con cuore materno ogni uomo e ogni donna per annunciare loro l’amore del Padre che si è reso visibile in Gesù.

Impregnare le nostre case di Vangelo

Con il suo arrivo a Roma, termina dunque il racconto degli Atti degli Apostoli che non si chiude con il martirio dell’Apostolo ma con la semina della Parola di Dio e così “la fine del racconto di Luca, imperniato sul viaggio del Vangelo nel mondo”, ricapitola “il dinamismo della Parola di Dio”, ribadisce il Papa in questa catechesi che chiude il ciclo di riflessioni sugli Atti. Paolo può quindi incontrare i notabili giudei e cerca di convincerli riguardo a Gesù, vedendo nel Vangelo  “il compimento delle promesse fatte al popolo eletto”. Poi, dopo questo incontro informale, ne segue uno più ufficiale durante il quale annuncia il Regno di Dio ma “poiché non tutti sono convinti, egli denuncia l’indurimento del cuore del popolo di Dio” e celebra la salvezza delle nazioni  sensibili a Dio e capaci di ascoltare la parola del Vangelo.

Cari fratelli e sorelle, al termine di questo itinerario, vissuto insieme seguendo la corsa del Vangelo nel mondo, lo Spirito ravvivi in ciascuno di noi la chiamata ad essere evangelizzatori coraggiosi e gioiosi. Renda capaci anche noi, come Paolo, di impregnare le nostre case di Vangelo e di renderle cenacoli di fraternità, dove accogliere il Cristo vivo, che «viene incontro a noi in ogni uomo e in ogni tempo».  

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
285FansMi piace
925FollowerSegui
13,000FollowerSegui
631FollowerSegui
69IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO