13.9 C
Roma
Dom, 18 Aprile 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiPapaIl Papa all’udienza generale: la salvezza non si compra, è un dono

Il Papa all’udienza generale: la salvezza non si compra, è un dono

Come attendere - ha domandato infine il Papa - lo Spirito, “la sua forza”?

- Advertisement -

All’udienza generale Papa Francesco ha inaugurato “un percorso di catechesi attraverso il Libro degli Atti degli Apostoli” che mostra “il meraviglioso connubio tra la Parola di Dio e lo Spirito Santo”

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano

La parola umana non diventa efficace grazie alla retorica, l’arte del bel parlare, ma tramite lo Spirito Santo che è “la dýnamis di Dio, la sua forza”. Lo Spirito “ha il potere di purificare la parola,di renderla apportatrice di vita”. È quanto ha affermato stamani Papa Francesco, durante l’udienza generale, sottolineando che la parola può aprire vie nuove, può diventare dinamite. (Ascolta il servizio con la voce del Papa)

La parola, con lo Spirito, diventa “dinamite”

La parola, visitata dallo Spirito, fa saltare schemi, resistenze e divisioni:

Quando lo Spirito visita la parola umana essa diventa dinamica, come ‘dinamite’, capace cioè di accendere i cuori e di far saltare schemi, resistenze e muri di divisione, aprendo vie nuove e dilatando i confini del popolo di Dio.

Egli si mostrò vivo

Con la catechesi odierna Papa Francesco ha inaugurato “un percorso attraverso il Libro degli Atti degli Apostoli”. Un cammino oggi scandito da questo brano biblico:

“ Egli si mostrò ad essi vivo, dopo la sua passione, […]. Ordinò loro di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di attendere l’adempimento della promessa del Padre, “quella – disse – che voi avete udito da me: Giovanni battezzò con acqua, voi invece, tra non molti giorni, sarete battezzati in Spirito Santo”

Parola e Spirito

Il Libro degli Atti degli Apostoli scritto da san Luca Evangelista, ha ricordato il Santo Padre, ripercorre “il viaggio del Vangelo nel mondo” mostrando “il meraviglioso connubio tra la Parola di Dio e lo Spirito Santo”, una “coppia vivace ed efficace”. “Colui – ha detto il Papa – che dà sonorità vibrante e incisività alla nostra parola umana così fragile, capace persino di mentire e di sottrarsi alle proprie responsabilità, è solo lo Spirito Santo”.

La salvezza è un dono

Il battesimo nello Spirito Santo, ha aggiunto Francesco, è l’esperienza che permette “di partecipare alla volontà salvifica e universale di Dio”:

Non c’è dunque da lottare per guadagnarsi o meritare il dono di Dio. Tutto è dato gratuitamente e a suo tempo. Il Signore dà tutto gratuitamente. La salvezza non si compra, non si paga: è un dono gratuito.

Non fabbricatori di missione

Il Papa ha inoltre esortato ad essere veri strumenti di salvezza. “Chiediamo al Signore – ha detto Francesco – di essere non fabbricatori, ma strumenti dell’opera salvifica” di Dio:

Il Risorto invita i suoi a non “fabbricare” da sé la missione, ma ad attendere che sia il Padre a dinamizzare i loro cuori con il suo Spirito, per potersi coinvolgere in una testimonianza missionaria capace di irradiarsi da Gerusalemme alla Samaria e di travalicare i confini di Israele per raggiungere le periferie del mondo.

Pregare con perseveranza

Come attendere – ha domandato infine il Papa – lo Spirito, “la sua forza”?

Pregando in unità e con perseveranza. È con la preghiera, infatti, che si vince la solitudine, la tentazione, il sospetto e si apre il cuore alla comunione. La presenza delle donne e di Maria, la madre di Gesù, intensifica questa esperienza: esse hanno imparato per prime dal Maestro a testimoniare la fedeltà dell’amore e la forza della comunione che vince ogni timore.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Il Papa all’udienza generale: la salvezza non si compra, è un dono

Come attendere - ha domandato infine il Papa - lo Spirito, “la sua forza”?

- Advertisement -

All’udienza generale Papa Francesco ha inaugurato “un percorso di catechesi attraverso il Libro degli Atti degli Apostoli” che mostra “il meraviglioso connubio tra la Parola di Dio e lo Spirito Santo”

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano

La parola umana non diventa efficace grazie alla retorica, l’arte del bel parlare, ma tramite lo Spirito Santo che è “la dýnamis di Dio, la sua forza”. Lo Spirito “ha il potere di purificare la parola,di renderla apportatrice di vita”. È quanto ha affermato stamani Papa Francesco, durante l’udienza generale, sottolineando che la parola può aprire vie nuove, può diventare dinamite. (Ascolta il servizio con la voce del Papa)

La parola, con lo Spirito, diventa “dinamite”

La parola, visitata dallo Spirito, fa saltare schemi, resistenze e divisioni:

Quando lo Spirito visita la parola umana essa diventa dinamica, come ‘dinamite’, capace cioè di accendere i cuori e di far saltare schemi, resistenze e muri di divisione, aprendo vie nuove e dilatando i confini del popolo di Dio.

Egli si mostrò vivo

- Advertisement -

Con la catechesi odierna Papa Francesco ha inaugurato “un percorso attraverso il Libro degli Atti degli Apostoli”. Un cammino oggi scandito da questo brano biblico:

“ Egli si mostrò ad essi vivo, dopo la sua passione, […]. Ordinò loro di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di attendere l’adempimento della promessa del Padre, “quella – disse – che voi avete udito da me: Giovanni battezzò con acqua, voi invece, tra non molti giorni, sarete battezzati in Spirito Santo”

Parola e Spirito

Il Libro degli Atti degli Apostoli scritto da san Luca Evangelista, ha ricordato il Santo Padre, ripercorre “il viaggio del Vangelo nel mondo” mostrando “il meraviglioso connubio tra la Parola di Dio e lo Spirito Santo”, una “coppia vivace ed efficace”. “Colui – ha detto il Papa – che dà sonorità vibrante e incisività alla nostra parola umana così fragile, capace persino di mentire e di sottrarsi alle proprie responsabilità, è solo lo Spirito Santo”.

La salvezza è un dono

Il battesimo nello Spirito Santo, ha aggiunto Francesco, è l’esperienza che permette “di partecipare alla volontà salvifica e universale di Dio”:

Non c’è dunque da lottare per guadagnarsi o meritare il dono di Dio. Tutto è dato gratuitamente e a suo tempo. Il Signore dà tutto gratuitamente. La salvezza non si compra, non si paga: è un dono gratuito.

Non fabbricatori di missione

Il Papa ha inoltre esortato ad essere veri strumenti di salvezza. “Chiediamo al Signore – ha detto Francesco – di essere non fabbricatori, ma strumenti dell’opera salvifica” di Dio:

Il Risorto invita i suoi a non “fabbricare” da sé la missione, ma ad attendere che sia il Padre a dinamizzare i loro cuori con il suo Spirito, per potersi coinvolgere in una testimonianza missionaria capace di irradiarsi da Gerusalemme alla Samaria e di travalicare i confini di Israele per raggiungere le periferie del mondo.

Pregare con perseveranza

Come attendere – ha domandato infine il Papa – lo Spirito, “la sua forza”?

Pregando in unità e con perseveranza. È con la preghiera, infatti, che si vince la solitudine, la tentazione, il sospetto e si apre il cuore alla comunione. La presenza delle donne e di Maria, la madre di Gesù, intensifica questa esperienza: esse hanno imparato per prime dal Maestro a testimoniare la fedeltà dell’amore e la forza della comunione che vince ogni timore.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
647FollowerSegui
226IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Paolo apostolo: vita e teologia

Libri consigliati – Ottobre 2018

A scuola di preghiera

Dialoghi sulla preghiera del cuore

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x