28.4 C
Rome
martedì, 18 Giugno 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Carità e Missioni Il Papa ai missionari del Pime: “Evangelizzazione non è proselitismo, non si...

Il Papa ai missionari del Pime: “Evangelizzazione non è proselitismo, non si cercano soci”

Non c’è una scuola per diventare evangelizzatori

- Advertisement -

Udienza al Pontificio Istituto Missioni Estere in occasione del 170° anniversario della fondazione.

REDAZIONE
ROMA

«Non c’è una scuola per diventare evangelizzatori. Ci sono aiuti, ma è una vocazione che avete da Dio: o sei o non sei evangelizzatore. E se tu non hai ricevuto questa grazia, questa vocazione, rimani a casa». Sono le parole che Papa Francesco ha rivolto questa mattina ai missionari del Pime, il Pontificio Istituto Missioni Estere, ricevuti in udienza in Vaticano in occasione del 170° anniversario della fondazione.

«C’è un pericolo che torna a spuntare, che sembrava superato ma torna a spuntare ed è confondere evangelizzazione con proselitismo», ha sottolineato il Papa nel suo discorso, alternando il testo scritto con frasi a braccio. «Questa confusione è un po’ nata da una concezione politico-economicista della evangelizzazione fra virgolette, che non è evangelizzazione. No. È la presenza lì, che ti domandano perché sei così, e lì annunci Gesù Cristo. Non è cercare nuovi soci per questa “società” cattolica».

Invece «evangelizzazione è testimoniare Gesù Cristo, morto e risorto. È Lui che attrae ed è per questo che la Chiesa cresce per attrazione e non per proselitismo, come aveva detto Benedetto XVI. Questo è evangelizzare», ha affermato il Pontefice. «Evangelizzare è la vocazione e l’identità più profonda» dei missionari che sono «una famiglia di apostoli, una comunità internazionale di sacerdoti e laici che vivono in comunione di vita e di attività».

Il Papa li ha perciò incoraggiati a «mettere la missione al centro»: «Non temiamo di intraprendere, con fiducia in Dio e tanto coraggio, una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa perché le consuetudini, gli stili, gli orari, il linguaggio e ogni struttura ecclesiale diventino un canale adeguato per l’evangelizzazione del mondo attuale».

Francesco ha citato anche il Mese missionario che si terrà il prossimo ottobre, il cui obiettivo, dice, è «risvegliare maggiormente la consapevolezza della missio ad gentes e riprendere con nuovo slancio la trasformazione missionaria della vita e della pastorale». «I missionari siano i protagonisti, per rinnovare lo slancio missionario così che tutta la vita, i programmi, il lavoro, le stesse strutture, traggano dalla missione e dalla proclamazione del Vangelo linfa vitale e criteri di rinnovamento».

Ad introdurre l’udienza con il Papa è stato il superiore generale del Pime, padre Ferruccio Brambillasca, che, in carica dal 2013, la scorsa settimana è stato eletto per un secondo mandato. L’assemblea generale ha eletto anche i suoi quattro consiglieri: padre Fabio Motta, dalla missione della Guinea Bissau; padre Xavier Lourdh, dalla missione del Giappone; fratel Massimo Cattaneo, dalla missione del Bangladesh; padre Raffaele Manenti, già missionario in India e in Thailandia, al momento direttore spirituale nel seminario teologico del Pime.

Originale: Vatican Insider
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Il Papa ai missionari del Pime: “Evangelizzazione non è proselitismo, non si cercano soci”

Non c’è una scuola per diventare evangelizzatori

  

- Advertisement -

Udienza al Pontificio Istituto Missioni Estere in occasione del 170° anniversario della fondazione.

REDAZIONE
ROMA

«Non c’è una scuola per diventare evangelizzatori. Ci sono aiuti, ma è una vocazione che avete da Dio: o sei o non sei evangelizzatore. E se tu non hai ricevuto questa grazia, questa vocazione, rimani a casa». Sono le parole che Papa Francesco ha rivolto questa mattina ai missionari del Pime, il Pontificio Istituto Missioni Estere, ricevuti in udienza in Vaticano in occasione del 170° anniversario della fondazione.

«C’è un pericolo che torna a spuntare, che sembrava superato ma torna a spuntare ed è confondere evangelizzazione con proselitismo», ha sottolineato il Papa nel suo discorso, alternando il testo scritto con frasi a braccio. «Questa confusione è un po’ nata da una concezione politico-economicista della evangelizzazione fra virgolette, che non è evangelizzazione. No. È la presenza lì, che ti domandano perché sei così, e lì annunci Gesù Cristo. Non è cercare nuovi soci per questa “società” cattolica».

Invece «evangelizzazione è testimoniare Gesù Cristo, morto e risorto. È Lui che attrae ed è per questo che la Chiesa cresce per attrazione e non per proselitismo, come aveva detto Benedetto XVI. Questo è evangelizzare», ha affermato il Pontefice. «Evangelizzare è la vocazione e l’identità più profonda» dei missionari che sono «una famiglia di apostoli, una comunità internazionale di sacerdoti e laici che vivono in comunione di vita e di attività».

Il Papa li ha perciò incoraggiati a «mettere la missione al centro»: «Non temiamo di intraprendere, con fiducia in Dio e tanto coraggio, una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa perché le consuetudini, gli stili, gli orari, il linguaggio e ogni struttura ecclesiale diventino un canale adeguato per l’evangelizzazione del mondo attuale».

- Advertisement -

Francesco ha citato anche il Mese missionario che si terrà il prossimo ottobre, il cui obiettivo, dice, è «risvegliare maggiormente la consapevolezza della missio ad gentes e riprendere con nuovo slancio la trasformazione missionaria della vita e della pastorale». «I missionari siano i protagonisti, per rinnovare lo slancio missionario così che tutta la vita, i programmi, il lavoro, le stesse strutture, traggano dalla missione e dalla proclamazione del Vangelo linfa vitale e criteri di rinnovamento».

Ad introdurre l’udienza con il Papa è stato il superiore generale del Pime, padre Ferruccio Brambillasca, che, in carica dal 2013, la scorsa settimana è stato eletto per un secondo mandato. L’assemblea generale ha eletto anche i suoi quattro consiglieri: padre Fabio Motta, dalla missione della Guinea Bissau; padre Xavier Lourdh, dalla missione del Giappone; fratel Massimo Cattaneo, dalla missione del Bangladesh; padre Raffaele Manenti, già missionario in India e in Thailandia, al momento direttore spirituale nel seminario teologico del Pime.

- Advertisement -
Originale: Vatican Insider
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
271FansMi piace
792FollowerSegui
13,000FollowerSegui
571FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Rut, la moabita

I profeti minori “quadriformi”

La preghiera, la sete, le radici

La Shoah alla luce del Sinai

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO