18.7 C
Roma
Mer, 21 Ottobre 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Fede e Devozione Hai un problema? Parlane con Gesù

Hai un problema? Parlane con Gesù

- Advertisement -

Italo Calvino, in un suo racconto, ha scritto una frase che si attaglia al momento presente: “Non c’è più nessuno che ascolti nessuno. Solo la notte ascolta se stessa” (Un re in ascolto). Ci vuole poco a capire che la gente, oggi, ha un disperato e insoddisfatto bisogno di parlare. Poiché gli orecchi disponibili scarseggiano, le categorie più ambite sono quelle degli psicologi e dei preti.

Non di rado, però, si può uscire delusi anche da questi tentativi: la psicologia, a volte, complica la vita, anziché semplificarla; i sacerdoti sono spesso talmente indaffarati da non riuscire a dare spazio sufficiente ai colloqui coi fedeli.

L’uomo è un essere comunicativo: ha bisogno di condividere il suo mondo, di esprimere sentimenti e stati d’animo, esperienze e visioni della vita. Se non riesce nell’intento, trova altre strade per sfogare le energie: l’industria pornografica fa grandi affari grazie a una sorta di incomunicabilità globale, di un ripiegamento triste su se stessi.

In realtà, per il credente, ci sarebbe una soluzione quasi sempre trascurata, forse a causa di un’incompetenza addebitabile agli stessi direttori spirituali: parlare con Gesù, sostare con Lui e raccontargli quello che si vive. Solo in questo dialogo costante i nodi si sciolgono, i problemi si chiariscono, la pesantezza si muta in leggerezza. Gesù sta lí, in attesa di una scelta.

La guarigione nasce sempre da un racconto: che cos’è la Bibbia se non la grande narrazione dell’amore del Padre per suo figlio, del Creatore per la sua creatura? Il diavolo è muto, dice qualcuno, e non ha torto: lui vuole che il dialogo tra Dio e l’uomo si interrompa, che sia sostituito dal silenzio tombale della morte. Parliamo con Gesù, e la vita fiorirà di nuovo, come per miracolo.

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Hai un problema? Parlane con Gesù

  

- Advertisement -

Italo Calvino, in un suo racconto, ha scritto una frase che si attaglia al momento presente: “Non c’è più nessuno che ascolti nessuno. Solo la notte ascolta se stessa” (Un re in ascolto). Ci vuole poco a capire che la gente, oggi, ha un disperato e insoddisfatto bisogno di parlare. Poiché gli orecchi disponibili scarseggiano, le categorie più ambite sono quelle degli psicologi e dei preti.

Non di rado, però, si può uscire delusi anche da questi tentativi: la psicologia, a volte, complica la vita, anziché semplificarla; i sacerdoti sono spesso talmente indaffarati da non riuscire a dare spazio sufficiente ai colloqui coi fedeli.

L’uomo è un essere comunicativo: ha bisogno di condividere il suo mondo, di esprimere sentimenti e stati d’animo, esperienze e visioni della vita. Se non riesce nell’intento, trova altre strade per sfogare le energie: l’industria pornografica fa grandi affari grazie a una sorta di incomunicabilità globale, di un ripiegamento triste su se stessi.

In realtà, per il credente, ci sarebbe una soluzione quasi sempre trascurata, forse a causa di un’incompetenza addebitabile agli stessi direttori spirituali: parlare con Gesù, sostare con Lui e raccontargli quello che si vive. Solo in questo dialogo costante i nodi si sciolgono, i problemi si chiariscono, la pesantezza si muta in leggerezza. Gesù sta lí, in attesa di una scelta.

La guarigione nasce sempre da un racconto: che cos’è la Bibbia se non la grande narrazione dell’amore del Padre per suo figlio, del Creatore per la sua creatura? Il diavolo è muto, dice qualcuno, e non ha torto: lui vuole che il dialogo tra Dio e l’uomo si interrompa, che sia sostituito dal silenzio tombale della morte. Parliamo con Gesù, e la vita fiorirà di nuovo, come per miracolo.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
286FansMi piace
985FollowerSegui
13,000FollowerSegui
631FollowerSegui
122IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Libri consigliati

Per una riconciliazione liturgica

Bibbia: poeti e poesie

Wénin: Abramo

Il “counseling” pastorale

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x