19.6 C
Rome
lunedì, 16 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Fede e Devozione Hai un problema? Parlane con Gesù

Hai un problema? Parlane con Gesù

- Advertisement -

Italo Calvino, in un suo racconto, ha scritto una frase che si attaglia al momento presente: “Non c’è più nessuno che ascolti nessuno. Solo la notte ascolta se stessa” (Un re in ascolto). Ci vuole poco a capire che la gente, oggi, ha un disperato e insoddisfatto bisogno di parlare. Poiché gli orecchi disponibili scarseggiano, le categorie più ambite sono quelle degli psicologi e dei preti.

Non di rado, però, si può uscire delusi anche da questi tentativi: la psicologia, a volte, complica la vita, anziché semplificarla; i sacerdoti sono spesso talmente indaffarati da non riuscire a dare spazio sufficiente ai colloqui coi fedeli.

L’uomo è un essere comunicativo: ha bisogno di condividere il suo mondo, di esprimere sentimenti e stati d’animo, esperienze e visioni della vita. Se non riesce nell’intento, trova altre strade per sfogare le energie: l’industria pornografica fa grandi affari grazie a una sorta di incomunicabilità globale, di un ripiegamento triste su se stessi.

In realtà, per il credente, ci sarebbe una soluzione quasi sempre trascurata, forse a causa di un’incompetenza addebitabile agli stessi direttori spirituali: parlare con Gesù, sostare con Lui e raccontargli quello che si vive. Solo in questo dialogo costante i nodi si sciolgono, i problemi si chiariscono, la pesantezza si muta in leggerezza. Gesù sta lí, in attesa di una scelta.

La guarigione nasce sempre da un racconto: che cos’è la Bibbia se non la grande narrazione dell’amore del Padre per suo figlio, del Creatore per la sua creatura? Il diavolo è muto, dice qualcuno, e non ha torto: lui vuole che il dialogo tra Dio e l’uomo si interrompa, che sia sostituito dal silenzio tombale della morte. Parliamo con Gesù, e la vita fiorirà di nuovo, come per miracolo.

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Hai un problema? Parlane con Gesù

  

- Advertisement -

Italo Calvino, in un suo racconto, ha scritto una frase che si attaglia al momento presente: “Non c’è più nessuno che ascolti nessuno. Solo la notte ascolta se stessa” (Un re in ascolto). Ci vuole poco a capire che la gente, oggi, ha un disperato e insoddisfatto bisogno di parlare. Poiché gli orecchi disponibili scarseggiano, le categorie più ambite sono quelle degli psicologi e dei preti.

Non di rado, però, si può uscire delusi anche da questi tentativi: la psicologia, a volte, complica la vita, anziché semplificarla; i sacerdoti sono spesso talmente indaffarati da non riuscire a dare spazio sufficiente ai colloqui coi fedeli.

L’uomo è un essere comunicativo: ha bisogno di condividere il suo mondo, di esprimere sentimenti e stati d’animo, esperienze e visioni della vita. Se non riesce nell’intento, trova altre strade per sfogare le energie: l’industria pornografica fa grandi affari grazie a una sorta di incomunicabilità globale, di un ripiegamento triste su se stessi.

In realtà, per il credente, ci sarebbe una soluzione quasi sempre trascurata, forse a causa di un’incompetenza addebitabile agli stessi direttori spirituali: parlare con Gesù, sostare con Lui e raccontargli quello che si vive. Solo in questo dialogo costante i nodi si sciolgono, i problemi si chiariscono, la pesantezza si muta in leggerezza. Gesù sta lí, in attesa di una scelta.

La guarigione nasce sempre da un racconto: che cos’è la Bibbia se non la grande narrazione dell’amore del Padre per suo figlio, del Creatore per la sua creatura? Il diavolo è muto, dice qualcuno, e non ha torto: lui vuole che il dialogo tra Dio e l’uomo si interrompa, che sia sostituito dal silenzio tombale della morte. Parliamo con Gesù, e la vita fiorirà di nuovo, come per miracolo.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
847FollowerSegui
13,000FollowerSegui
603FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO