18.3 C
Roma
Gio, 29 Ottobre 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Storie Grazie a Mena, donna di fede con la sclerosi multipla, Rosa non...

Grazie a Mena, donna di fede con la sclerosi multipla, Rosa non abortì

- Advertisement -

Era tetraplegica, Mena. La sclerosi multipla l’aveva costretta sulla sedia a rotelle. Una donna di fede, ancora giovane, stupenda, madre di tre figli. Ebbi la grazia di conoscerla. Diventammo amici. Un giorno un’amica le parlò di Rosa e del dramma che viveva. Era rimasta incinta e stava per abortire. Mena la incontrò. Le disse di non aver paura. Le chiese di avere coraggio. Le disse tutte le cose belle che una mamma può dire alla sua figliola. Sempre col sorriso sulle labbra. Niente da fare. Rosa era decisa. L’incontro volgeva al termine. Prima che andasse via, Mena, con un fil di voce, chiese a Leonarda, l’amica che l’accudiva:« Leo, alza…». Leonarda le alzò le braccia e le tenne in quella posizione per qualche interminabile minuto. Mena continuò:« Lascia…». Leonarda obbedì. Le braccia caddero. Mena si afflosciò sulla poltrona, riversa su se stessa. Leonarda le rialzò la testa. Mena sorrise ancora a Rosa. Un sorriso struggente. Poi, con una dolcezza immensa, le confido’:« Sai, Rosa? Io, in queste condizioni, mio figlio l’ho fatto nascere. Si chiama Gino…». Che cosa accadde, non saperei dirlo. Rosa se ne andò turbata.Corse da Daniele, il suo ragazzo. Parlarono a lungo. Si abbracciarono. Piansero. Decisero … L’ ho visto un mese fa a una festa. Si chiama Gianni. Un professionista. Giovane. Brillante. Alto. Bello. Impegnato nel volontariato. Un uomo di “successo”. Il figlio che ogni mamma vorrebbe avere. Chi fosse non avrei potuto saperlo. Da lontano, Rosa, sorridendo, mi ha fatto un cenno con il capo. Ho capito. Era lui. Proprio lui, il bambino che corse il rischio di essere gettato via. Miracolo? Caso? O che cosa? E chi saprebbe dirlo. Provatelo a chiedere a lui. Rosa e suo marito non hanno mai smesso di ringraziare Dio per aver messo Mena sulla loro strada. Mistero della vita.

Padre Maurizio Patriciello.

Originale: Aleteia.org
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Grazie a Mena, donna di fede con la sclerosi multipla, Rosa non abortì

  

- Advertisement -

Era tetraplegica, Mena. La sclerosi multipla l’aveva costretta sulla sedia a rotelle. Una donna di fede, ancora giovane, stupenda, madre di tre figli. Ebbi la grazia di conoscerla. Diventammo amici. Un giorno un’amica le parlò di Rosa e del dramma che viveva. Era rimasta incinta e stava per abortire. Mena la incontrò. Le disse di non aver paura. Le chiese di avere coraggio. Le disse tutte le cose belle che una mamma può dire alla sua figliola. Sempre col sorriso sulle labbra. Niente da fare. Rosa era decisa. L’incontro volgeva al termine. Prima che andasse via, Mena, con un fil di voce, chiese a Leonarda, l’amica che l’accudiva:« Leo, alza…». Leonarda le alzò le braccia e le tenne in quella posizione per qualche interminabile minuto. Mena continuò:« Lascia…». Leonarda obbedì. Le braccia caddero. Mena si afflosciò sulla poltrona, riversa su se stessa. Leonarda le rialzò la testa. Mena sorrise ancora a Rosa. Un sorriso struggente. Poi, con una dolcezza immensa, le confido’:« Sai, Rosa? Io, in queste condizioni, mio figlio l’ho fatto nascere. Si chiama Gino…». Che cosa accadde, non saperei dirlo. Rosa se ne andò turbata.Corse da Daniele, il suo ragazzo. Parlarono a lungo. Si abbracciarono. Piansero. Decisero … L’ ho visto un mese fa a una festa. Si chiama Gianni. Un professionista. Giovane. Brillante. Alto. Bello. Impegnato nel volontariato. Un uomo di “successo”. Il figlio che ogni mamma vorrebbe avere. Chi fosse non avrei potuto saperlo. Da lontano, Rosa, sorridendo, mi ha fatto un cenno con il capo. Ho capito. Era lui. Proprio lui, il bambino che corse il rischio di essere gettato via. Miracolo? Caso? O che cosa? E chi saprebbe dirlo. Provatelo a chiedere a lui. Rosa e suo marito non hanno mai smesso di ringraziare Dio per aver messo Mena sulla loro strada. Mistero della vita.

Padre Maurizio Patriciello.

- Advertisement -
Originale: Aleteia.org

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
286FansMi piace
985FollowerSegui
13,000FollowerSegui
633FollowerSegui
126IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Libri consigliati

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x