8.3 C
Roma
Mer, 25 Novembre 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Recensioni Film Giovani si diventa, 2015

Giovani si diventa, 2015

- Advertisement -

“ Siamo così abituati a camuffarci agli occhi degli altri che alla fine ci camuffiamo ai nostri occhi.”

Charles F. De Foucauld

Josh e Cornelia, una coppia di quarantenni newyorkesi felicemente sposati e impegnati in campo artistico, hanno accettato il fatto di non poter avere figli. Josh che da dieci anni non riesce neppure a terminare il laborioso montaggio del suo lavoro, è consapevole che la spinta creativa si è affievolita e sente di dover dare una svolta alla propria vita.  L’occasione arriva quando fa la conoscenza di Jamie e Darby, due ventenni, spiriti liberi e indipendenti, fantasiosi e pieni di iniziativa. Senza esitazioni Josh e Cornelia abbandonano gli amici di sempre per seguire i due hipster.

Film non solo divertente come spesso tutte le locandine che annunciano la presenza di Stiller garantiscono ma molto di più. Ho riso sì dall’ inizio alla fine ed è stato un divertimento sincero. Tuttavia bisogna anche ammettere che si tratta di un film ricercato ed intelligente. Un film davvero disorientante, sulla verità e la finzione, su come sia possibile la verità attraverso la finzione e su come sia possibile la finzione attraverso la verità. Chi vuole essere vero a tutti costi non può smettere di fingere, e chi finge finisce per essere vero. Questo rapporto è rappresentato dai giovani (fingono ma in fondo sono veritieri) e dai meno giovani (sono veritieri ma in fondo fingono), da una coppia di ventenni che vuole prendersi tutto dalla vita senza troppe cerimonie pur di essere nel mondo, anche escogitando sotterfugi, e una coppia di quarantenni, che pur di essere se stessi, rifiutano le aspettative del mondo, ipocrite e frustranti. Il film è il frutto maturo della comicità verbale e sofisticata di Noah Baumbach e insieme del rigore espressivo già rivelato dallo scrittore regista in Frances Ha vicino a certe acredini di Woody Allen. Se la prima parte del film nella quale le due coppie iniziano a conoscersi e frequentarsi abbiamo una brillantezza costante ed esponenzialmente in ascesa nella seconda parte sembra stridere per un “colpo di scena” decisamente antitetico al filone portante che non necessariamente è la rivalità sic et simpliciter tra generazioni diverse. Divertimento puro e sano e con nel cast  Stiller, Watts, Driver e la Seyfried, Baumbach ha fatto di nuovo centro.

Josh Screbnick (personificato da un ottimo Ben Stiller) è serenamente sposato con Cornelia (Naomi Watts). Sono una coppia con principi “trasparenti” e soddisfatti del loro amore intellettuale borghese, anche se a tratti sono attanagliati da qualche rimpianto non troppo esplicitato, almeno agli inizi, soprattutto se si confrontano con i loro altri amici, con il bebè da coccolare e da crescere. In più Josh sta tentando di realizzare oramai da anni un documentario complesso sulla condizione socioculturale degli USA, cercando di affrontare le tematiche del proletariato attraverso le coordinate della dimensione economica, militare e mediatica della globalizzazione. E’ un lavoro che sembra non finire mai, intervallato da interviste a uno storico critico nei confronti della pace infinita contro il terrorismo. Sono scene gustosissime, esilaranti, tra il comico e il grottesco. Ma Josh ci crede, nel suo lavoro, anche se i finanziamenti non arrivano mai.

While we are young, titolo originale rende e fa comprendere meglio il tema. While infatti significa mentre. Pertanto la traduzione non è Giovani si diventa bensì; mentre siamo ancora giovani ( di una gioventù senza REW). Pregievole non solo il lavor di Baumbach ma anche la fotografia e la colonna sonora sono eccellenti.

E’ un film che andrebbe rivisto più di una volta, perché conserva in sé molteplici letture. Pur nella sua semplicità, non mancano i colpi di scena, evidenziando dinamiche introspettive di non poco conto. In più, con un tocco leggero e profondo, quest’opera sa esprimere tutta la desolazione di un’esistenza, che non può fare a meno di essere nel mondo, ma al tempo stesso non vuole perdersi in esso, cadendo in contraddizioni inaccessibili.

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Giovani si diventa, 2015

- Advertisement -

“ Siamo così abituati a camuffarci agli occhi degli altri che alla fine ci camuffiamo ai nostri occhi.”

Charles F. De Foucauld

Josh e Cornelia, una coppia di quarantenni newyorkesi felicemente sposati e impegnati in campo artistico, hanno accettato il fatto di non poter avere figli. Josh che da dieci anni non riesce neppure a terminare il laborioso montaggio del suo lavoro, è consapevole che la spinta creativa si è affievolita e sente di dover dare una svolta alla propria vita.  L’occasione arriva quando fa la conoscenza di Jamie e Darby, due ventenni, spiriti liberi e indipendenti, fantasiosi e pieni di iniziativa. Senza esitazioni Josh e Cornelia abbandonano gli amici di sempre per seguire i due hipster.

Film non solo divertente come spesso tutte le locandine che annunciano la presenza di Stiller garantiscono ma molto di più. Ho riso sì dall’ inizio alla fine ed è stato un divertimento sincero. Tuttavia bisogna anche ammettere che si tratta di un film ricercato ed intelligente. Un film davvero disorientante, sulla verità e la finzione, su come sia possibile la verità attraverso la finzione e su come sia possibile la finzione attraverso la verità. Chi vuole essere vero a tutti costi non può smettere di fingere, e chi finge finisce per essere vero. Questo rapporto è rappresentato dai giovani (fingono ma in fondo sono veritieri) e dai meno giovani (sono veritieri ma in fondo fingono), da una coppia di ventenni che vuole prendersi tutto dalla vita senza troppe cerimonie pur di essere nel mondo, anche escogitando sotterfugi, e una coppia di quarantenni, che pur di essere se stessi, rifiutano le aspettative del mondo, ipocrite e frustranti. Il film è il frutto maturo della comicità verbale e sofisticata di Noah Baumbach e insieme del rigore espressivo già rivelato dallo scrittore regista in Frances Ha vicino a certe acredini di Woody Allen. Se la prima parte del film nella quale le due coppie iniziano a conoscersi e frequentarsi abbiamo una brillantezza costante ed esponenzialmente in ascesa nella seconda parte sembra stridere per un “colpo di scena” decisamente antitetico al filone portante che non necessariamente è la rivalità sic et simpliciter tra generazioni diverse. Divertimento puro e sano e con nel cast  Stiller, Watts, Driver e la Seyfried, Baumbach ha fatto di nuovo centro.

Josh Screbnick (personificato da un ottimo Ben Stiller) è serenamente sposato con Cornelia (Naomi Watts). Sono una coppia con principi “trasparenti” e soddisfatti del loro amore intellettuale borghese, anche se a tratti sono attanagliati da qualche rimpianto non troppo esplicitato, almeno agli inizi, soprattutto se si confrontano con i loro altri amici, con il bebè da coccolare e da crescere. In più Josh sta tentando di realizzare oramai da anni un documentario complesso sulla condizione socioculturale degli USA, cercando di affrontare le tematiche del proletariato attraverso le coordinate della dimensione economica, militare e mediatica della globalizzazione. E’ un lavoro che sembra non finire mai, intervallato da interviste a uno storico critico nei confronti della pace infinita contro il terrorismo. Sono scene gustosissime, esilaranti, tra il comico e il grottesco. Ma Josh ci crede, nel suo lavoro, anche se i finanziamenti non arrivano mai.

- Advertisement -

While we are young, titolo originale rende e fa comprendere meglio il tema. While infatti significa mentre. Pertanto la traduzione non è Giovani si diventa bensì; mentre siamo ancora giovani ( di una gioventù senza REW). Pregievole non solo il lavor di Baumbach ma anche la fotografia e la colonna sonora sono eccellenti.

E’ un film che andrebbe rivisto più di una volta, perché conserva in sé molteplici letture. Pur nella sua semplicità, non mancano i colpi di scena, evidenziando dinamiche introspettive di non poco conto. In più, con un tocco leggero e profondo, quest’opera sa esprimere tutta la desolazione di un’esistenza, che non può fare a meno di essere nel mondo, ma al tempo stesso non vuole perdersi in esso, cadendo in contraddizioni inaccessibili.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
288FansMi piace
985FollowerSegui
13,000FollowerSegui
636FollowerSegui
137IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Libri consigliati

Ezechiele quadriforme

Rileggere il Decalogo

Le ultime parole del Crocifisso

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x