20.6 C
Rome
giovedì, 19 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Gioia e commozione a Camerino per l’abbraccio con Papa Francesco

Gioia e commozione a Camerino per l’abbraccio con Papa Francesco

Il Pontefice visita le zone terremotate della diocesi di Camerino – San Severino Marche

- Advertisement -
Il Pontefice visita le zone terremotate della diocesi di Camerino – San Severino Marche e ringrazia le famiglie nelle strutture abitative emergenziali per la “pazienza” e il “coraggio”, auspicando che la situazione si risolva presto. Toccante la preghiera e la visita nella cattedrale, ancora inagibile a tre anni dal sisma
 

Barbara Castelli – Città del Vaticano

“Sono vicino a ognuno di voi. Sono vicino. E prego per voi, perché questa situazione si risolva al più presto possibile. Grazie per la vostra pazienza e per il vostro coraggio”. E’ una giornata unica e speciale per gli abitanti delle zone terremotate della diocesi di Camerino – San Severino Marche, che oggi hanno accolto Papa Francesco. Atterrato presso il Centro sportivo dell’Università di Camerino, il Pontefice si è subito recato presso le Sae, le strutture abitative emergenziali che hanno dato un tetto provvisorio ai terremotati del 2016.

Le diverse famiglie che hanno avuto la gioia di abbracciare il Successore di Pietro avevano preparato caffè e qualche dolce per questo ospite illustre. Abbracci, carezze, conforto: Papa Francesco ha riservato per ciascuno un momento di vera condivisione, ascoltando i racconti di quanti ancora si portano dentro il fragore della terra che trema.

Dopo la benedizione, il Pontefice ha salutato le persone che si erano assiepate nei pressi delle Sae, prima di recarsi nella cattedrale di Camerino, che ancora porta i segni profondi del sisma di magnitudo 6.0. Scortato nella zona rossa, Papa Bergoglio ha indossato l’elmetto di protezione dei Vigili del fuoco e ha pregato in un silenzio surreale. A tre anni dal terremoto il tempo sembra essersi fermato, con le statue ancora distrutte, l’edificio puntellato, il dolore e la paura per l’irruenza della natura nei solchi delle pareti.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Gioia e commozione a Camerino per l’abbraccio con Papa Francesco

Il Pontefice visita le zone terremotate della diocesi di Camerino – San Severino Marche

  

- Advertisement -
Il Pontefice visita le zone terremotate della diocesi di Camerino – San Severino Marche e ringrazia le famiglie nelle strutture abitative emergenziali per la “pazienza” e il “coraggio”, auspicando che la situazione si risolva presto. Toccante la preghiera e la visita nella cattedrale, ancora inagibile a tre anni dal sisma
 

Barbara Castelli – Città del Vaticano

“Sono vicino a ognuno di voi. Sono vicino. E prego per voi, perché questa situazione si risolva al più presto possibile. Grazie per la vostra pazienza e per il vostro coraggio”. E’ una giornata unica e speciale per gli abitanti delle zone terremotate della diocesi di Camerino – San Severino Marche, che oggi hanno accolto Papa Francesco. Atterrato presso il Centro sportivo dell’Università di Camerino, il Pontefice si è subito recato presso le Sae, le strutture abitative emergenziali che hanno dato un tetto provvisorio ai terremotati del 2016.

Le diverse famiglie che hanno avuto la gioia di abbracciare il Successore di Pietro avevano preparato caffè e qualche dolce per questo ospite illustre. Abbracci, carezze, conforto: Papa Francesco ha riservato per ciascuno un momento di vera condivisione, ascoltando i racconti di quanti ancora si portano dentro il fragore della terra che trema.

Dopo la benedizione, il Pontefice ha salutato le persone che si erano assiepate nei pressi delle Sae, prima di recarsi nella cattedrale di Camerino, che ancora porta i segni profondi del sisma di magnitudo 6.0. Scortato nella zona rossa, Papa Bergoglio ha indossato l’elmetto di protezione dei Vigili del fuoco e ha pregato in un silenzio surreale. A tre anni dal terremoto il tempo sembra essersi fermato, con le statue ancora distrutte, l’edificio puntellato, il dolore e la paura per l’irruenza della natura nei solchi delle pareti.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
605FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO