19.5 C
Roma
Mer, 23 Settembre 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Gesù Maestro potente in parole e opere

Gesù Maestro potente in parole e opere

Il Papa all'Angelus

- Advertisement -

Prima della preghiera mariana, Papa Francesco, ha commentato l’episodio evangelico dell’esorcismo nella sinagoga di Cafarnao, spiegando che Gesù illumina le strade della nostra esistenza e ci aiuta a superare prove e tentazioni. Poi il lancio dei palloncini con i ragazzi di Azione Cattolica per la “Carovana della pace”. “Quando vedete che le vostre preghiera non salgono, cercate l’aiuto di qualcuno”

Gesù è il nostro Maestro, potente in parole e opere, che illumina le strade della nostra esistenza e ci comunica la forza per superare prove e tentazioni. Lo ha sottolineato con forza Papa Francesco questa mattina, prima della preghiera dell’Angelus, recitata dalla finestra del suo studio nel Palazzo apostolico, commentando il Vangelo domenicale e l’episodio dell’esorcismo su un posseduto da uno spirito immondo nella sinagoga di Cafarnao.

I presenti restano stupiti per le parole e le opere di Gesù, che insegna con autorità, rivelandosi l’inviato di Dio, che non deve fondare il proprio insegnamento su tradizioni precedenti. La sua è una nuova dottrina, data con autorità. E Gesù si rivela potente anche nella opere, spiega ancora il Papa. Infatti con poche parole ottiene la vittoria su Satana, che conosce la sua potenza e proclama anche la sua santità. Dice la verità, il diavolo, ha commentato Francesco, “perché “Gesù è venuto per rovinare e vincere il demonio”.

Gesù da’ senso alla vita e ci libera dal Maligno

La sua potenza conferma l’autorevolezza del suo insegnamento, commenta ancora il Papa: “Egli non pronuncia solo parole, ma agisce”. E nella sua missione terrena, “rivela l’amore di Dio sia con la predicazione sia con innumerevoli gesti di attenzione e soccorso ai malati, ai bisognosi, ai bambini, ai peccatori”.

Gesù è il nostro Maestro, potente in parole e opere. Gesù ci comunica tutta la luce che illumina le strade, a volte buie, della nostra esistenza; ci comunica anche la forza necessaria per superare le difficoltà, le prove, le tentazioni. Pensiamo a quale grande grazia è per noi aver conosciuto questo Dio così potente e così buono! Un maestro e un amico, che ci indica la strada e si prende cura di noi, specialmente quando siamo nel bisogno.

I ragazzi dell’AC accanto al Papa: siate strumenti di pace

Dopo la preghiera mariana, c’è stato il tradizionale appuntamento con i ragazzi e le ragazze dell’Azione Cattolica della Diocesi di Roma venuti al termine della “Carovana della pace”, accompagnati dall’arcivescovo vicario De Donatis. Papa Francesco ha chiesto loro di non stancarsi “di essere strumenti di pace e di gioia tra i vostri coetanei!”.

Dopo il messaggio sul tema “Pronti a scattare” letto da due ragazzi di Ac accanto al Papa, Francesco ha invitato a pregare per la pace “ognuno nel suo cuore” mentre salivano al cielo i palloncini colorati. E così il Pontefice ha commentato:

Avete visto questi palloncini? Quando noi preghiamo male, quando noi portiamo una vita che non è la vita che Gesù vuole, le nostre preghiere non arrivano e per questo deve venire un aiuto per farle andare su. Quando voi sentite che le vostre preghiere non salgono, cercate l’aiuto di qualcuno.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Gesù Maestro potente in parole e opere

Il Papa all'Angelus

  

- Advertisement -

Prima della preghiera mariana, Papa Francesco, ha commentato l’episodio evangelico dell’esorcismo nella sinagoga di Cafarnao, spiegando che Gesù illumina le strade della nostra esistenza e ci aiuta a superare prove e tentazioni. Poi il lancio dei palloncini con i ragazzi di Azione Cattolica per la “Carovana della pace”. “Quando vedete che le vostre preghiera non salgono, cercate l’aiuto di qualcuno”

Gesù è il nostro Maestro, potente in parole e opere, che illumina le strade della nostra esistenza e ci comunica la forza per superare prove e tentazioni. Lo ha sottolineato con forza Papa Francesco questa mattina, prima della preghiera dell’Angelus, recitata dalla finestra del suo studio nel Palazzo apostolico, commentando il Vangelo domenicale e l’episodio dell’esorcismo su un posseduto da uno spirito immondo nella sinagoga di Cafarnao.

I presenti restano stupiti per le parole e le opere di Gesù, che insegna con autorità, rivelandosi l’inviato di Dio, che non deve fondare il proprio insegnamento su tradizioni precedenti. La sua è una nuova dottrina, data con autorità. E Gesù si rivela potente anche nella opere, spiega ancora il Papa. Infatti con poche parole ottiene la vittoria su Satana, che conosce la sua potenza e proclama anche la sua santità. Dice la verità, il diavolo, ha commentato Francesco, “perché “Gesù è venuto per rovinare e vincere il demonio”.

Gesù da’ senso alla vita e ci libera dal Maligno

- Advertisement -

La sua potenza conferma l’autorevolezza del suo insegnamento, commenta ancora il Papa: “Egli non pronuncia solo parole, ma agisce”. E nella sua missione terrena, “rivela l’amore di Dio sia con la predicazione sia con innumerevoli gesti di attenzione e soccorso ai malati, ai bisognosi, ai bambini, ai peccatori”.

Gesù è il nostro Maestro, potente in parole e opere. Gesù ci comunica tutta la luce che illumina le strade, a volte buie, della nostra esistenza; ci comunica anche la forza necessaria per superare le difficoltà, le prove, le tentazioni. Pensiamo a quale grande grazia è per noi aver conosciuto questo Dio così potente e così buono! Un maestro e un amico, che ci indica la strada e si prende cura di noi, specialmente quando siamo nel bisogno.

I ragazzi dell’AC accanto al Papa: siate strumenti di pace

Dopo la preghiera mariana, c’è stato il tradizionale appuntamento con i ragazzi e le ragazze dell’Azione Cattolica della Diocesi di Roma venuti al termine della “Carovana della pace”, accompagnati dall’arcivescovo vicario De Donatis. Papa Francesco ha chiesto loro di non stancarsi “di essere strumenti di pace e di gioia tra i vostri coetanei!”.

Dopo il messaggio sul tema “Pronti a scattare” letto da due ragazzi di Ac accanto al Papa, Francesco ha invitato a pregare per la pace “ognuno nel suo cuore” mentre salivano al cielo i palloncini colorati. E così il Pontefice ha commentato:

Avete visto questi palloncini? Quando noi preghiamo male, quando noi portiamo una vita che non è la vita che Gesù vuole, le nostre preghiere non arrivano e per questo deve venire un aiuto per farle andare su. Quando voi sentite che le vostre preghiere non salgono, cercate l’aiuto di qualcuno.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
285FansMi piace
975FollowerSegui
13,000FollowerSegui
632FollowerSegui
118IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

La preghiera, la sete, le radici

Le 110 parabole di papa Francesco

Cosentino: Non è quel che credi

Wénin: Abramo

Dai racconti orali ai Vangeli

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x