18.2 C
Roma
Sab, 24 Ottobre 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Francesco sul prete ucciso a Como: don Roberto martire della carità

Francesco sul prete ucciso a Como: don Roberto martire della carità

La commozione, per le parole del Pontefice, del parroco della Comunità Beato Scalabrini di Como, don Gianluigi Bollini

- Advertisement -

Dopo la catechesi all’udienza generale di oggi il ricordo e la preghiera di Papa Francesco per don Roberto Malgesini, il sacerdote vittima ieri a Como di uno squilibrato che stava aiutando. La commozione, per le parole del Pontefice, del parroco della Comunità Beato Scalabrini di Como, don Gianluigi Bollini

Giancarlo La Vella – Città del Vaticano

Al termine della catechesi dell’odierna udienza generale, Papa Francesco ha rivolto il suo commosso pensiero a don Roberto Malgesini, il sacerdote, collaboratore della Comunità Beato Scalabrini, ucciso ieri a Como da una persona bisognosa che lui stesso aiutava. “Martire e testimone della carità”, lo ha definito il Pontefice.

“Desidero ricordare in questo momento don Roberto Malgesini, il sacerdote della diocesi di Como che ieri mattina è stato ucciso da una persona bisognosa che lui stesso aiutava, una persona malata di testa. Mi unisco al dolore e alla preghiera dei suoi familiari e della comunità comasca e, come ha detto il suo Vescovo, rendo lode a Dio per la testimonianza, cioè per il martirio, di questo testimone della carità verso i più poveri. Preghiamo in silenzio per don Roberto Malgesini e per tutti i preti, suore, laici, laiche che lavorano con le persone bisognose e scartate dalla società”.

Le parole del Santo Padre hanno suscitato commozione, riconoscenza e ringraziamento nella comunità presso la quale don Roberto operava per i più deboli. Parole che leniscono il dolore per la perdita drammatica del confratello, che si spendeva senza risparmi per i poveri della città, una missione per la quale ha dato la sua vita. Così ai nostri microfoni, don Gianluigi Bollini, parroco della Comunità Pastorale Beato Scalabrini.

Ascolta l’intervista a Don Gianluigi Bollini

“Don Roberto ci lascia un’eredità importante, alla quale terremo fede con impegno”, afferma don Bollini. Il sacerdote, nella sua attività al servizio dei più bisognosi, riusciva a fare del bene a chiunque, al di là della sua appartenenza nazionale, etnica, religiosa e culturale. 

Proprio per questo, sottolinea don Bollini, tutta la comunità comasca ha espresso il suo dolore per la perdita tragica di un prete che dialogava con tutti. Anche da parte dei rappresentanti di religione islamica sono arrivati sentimenti di profondo cordoglio. Domenica prossima, la Messa prevista per i 150 anni della investitura a parroco della chiesa di San Bartolomeo, a Como, di Giovanni Battista Scalabrini, afferma don Bollini, sarà anche dedicata anche a don Roberto e al legame che lo unisce al nostro Beato.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Francesco sul prete ucciso a Como: don Roberto martire della carità

La commozione, per le parole del Pontefice, del parroco della Comunità Beato Scalabrini di Como, don Gianluigi Bollini

  

- Advertisement -

Dopo la catechesi all’udienza generale di oggi il ricordo e la preghiera di Papa Francesco per don Roberto Malgesini, il sacerdote vittima ieri a Como di uno squilibrato che stava aiutando. La commozione, per le parole del Pontefice, del parroco della Comunità Beato Scalabrini di Como, don Gianluigi Bollini

Giancarlo La Vella – Città del Vaticano

Al termine della catechesi dell’odierna udienza generale, Papa Francesco ha rivolto il suo commosso pensiero a don Roberto Malgesini, il sacerdote, collaboratore della Comunità Beato Scalabrini, ucciso ieri a Como da una persona bisognosa che lui stesso aiutava. “Martire e testimone della carità”, lo ha definito il Pontefice.

“Desidero ricordare in questo momento don Roberto Malgesini, il sacerdote della diocesi di Como che ieri mattina è stato ucciso da una persona bisognosa che lui stesso aiutava, una persona malata di testa. Mi unisco al dolore e alla preghiera dei suoi familiari e della comunità comasca e, come ha detto il suo Vescovo, rendo lode a Dio per la testimonianza, cioè per il martirio, di questo testimone della carità verso i più poveri. Preghiamo in silenzio per don Roberto Malgesini e per tutti i preti, suore, laici, laiche che lavorano con le persone bisognose e scartate dalla società”.

Le parole del Santo Padre hanno suscitato commozione, riconoscenza e ringraziamento nella comunità presso la quale don Roberto operava per i più deboli. Parole che leniscono il dolore per la perdita drammatica del confratello, che si spendeva senza risparmi per i poveri della città, una missione per la quale ha dato la sua vita. Così ai nostri microfoni, don Gianluigi Bollini, parroco della Comunità Pastorale Beato Scalabrini.

- Advertisement -

Ascolta l’intervista a Don Gianluigi Bollini

“Don Roberto ci lascia un’eredità importante, alla quale terremo fede con impegno”, afferma don Bollini. Il sacerdote, nella sua attività al servizio dei più bisognosi, riusciva a fare del bene a chiunque, al di là della sua appartenenza nazionale, etnica, religiosa e culturale. 

Proprio per questo, sottolinea don Bollini, tutta la comunità comasca ha espresso il suo dolore per la perdita tragica di un prete che dialogava con tutti. Anche da parte dei rappresentanti di religione islamica sono arrivati sentimenti di profondo cordoglio. Domenica prossima, la Messa prevista per i 150 anni della investitura a parroco della chiesa di San Bartolomeo, a Como, di Giovanni Battista Scalabrini, afferma don Bollini, sarà anche dedicata anche a don Roberto e al legame che lo unisce al nostro Beato.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
286FansMi piace
985FollowerSegui
13,000FollowerSegui
631FollowerSegui
123IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Libri consigliati

La Shoah alla luce del Sinai

Le 110 parabole di papa Francesco

Parrocchia e civiltà urbana

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x