30.7 C
Rome
giovedì, 27 Giugno 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Francesco: mai approfittare delle attività buone per interessi illeciti

Francesco: mai approfittare delle attività buone per interessi illeciti

Il Papa all'Angelus

- Advertisement -

Il Papa all’Angelus: non cadere nella tentazione di cercare il proprio tornaconto, spesso illegale, in iniziative belle; che «brutto quando la Chiesa scivola su questo atteggiamento»

DOMENICO AGASSO JR

CITTÀ DEL VATICANO

Il Papa mette in guardia dalla tentazione molto «comune» di coltivare il proprio tornaconto in iniziative belle e doverose. Lo fa all’Angelus di oggi, 4 marzo 2018, in piazza San Pietro. Francesco esorta a non approfittare delle attività buone per interessi privati e spesso illeciti.  

Dalla finestra dello studio nel Palazzo apostolico vaticano il Pontefice, di fronte a 20mila fedeli (dato della Gendarmeria vaticana) riflette sull’insegnamento di Gesù nello scacciare i mercanti dal tempio, e nel dire «Non fate della casa del Padre mio un mercato!». Il Vescovo di Roma precisa che è un messaggio «sempre attuale, non soltanto per le comunità ecclesiali, ma anche per i singoli, per le comunità civili e per le società».  

È «comune, infatti – spiega – la tentazione di approfittare di attività buone, a volte doverose, per coltivare interessi privati, se non addirittura illeciti».  

E questo è un «pericolo grave, specialmente quando strumentalizza Dio stesso e il culto a Lui dovuto, oppure il servizio all’uomo, sua immagine. Perciò Gesù quella volta ha usato “le maniere forti”, per scuoterci da questo pericolo mortale».  

Questa azione «decisa, compiuta in prossimità della Pasqua – commenta Jorge Mario Bergoglio a proposito della cacciata dei venditori dal tempio di Gerusalemme – suscitò grande impressione nella folla e l’ostilità delle autorità religiose e di quanti si sentirono minacciati nei loro interessi economici». Si domanda il Papa: «Come dobbiamo interpretarla? Certamente non era un’azione violenta, tant’è vero che non provocò l’intervento dei tutori dell’ordine pubblico. Fu intesa come un’azione tipica dei profeti, i quali spesso denunciavano, in nome di Dio, abusi ed eccessi». 

Illustra la situazione il Pontefice: «Lo zelo per il Padre e per la sua casa porterà Gesù fino alla croce: il suo è lo zelo dell’amore che porta al sacrificio di sé, non quello falso che presume di servire Dio mediante la violenza. Infatti il “segno” che Gesù darà come prova della sua autorità sarà proprio la sua morte e risurrezione». 

L’atteggiamento del Figlio di Dio raccontato nell’odierna pagina evangelica invita a «vivere la nostra vita non nella ricerca dei nostri vantaggi e interessi, ma per la gloria di Dio che è l’amore. Siamo chiamati – sottolinea – a tenere sempre presenti quelle parole forti di Gesù “Non fate della casa del Padre mio un mercato”». Papa Bergoglio a questo punto aggiunge senza leggere il testo scritto: «È molto brutto quando la Chiesa scivola su questo atteggiamento di fare della casa di Dio un mercato».  

Le parole di Cristo «Non fate della casa del Padre mio un mercato» aiutano a respingere il «pericolo di fare della nostra anima, che è la dimora di Dio, un luogo di mercato, vivendo nella continua ricerca del nostro tornaconto invece che nell’amore generoso e solidale», conclude Francesco.  

Originale: Vatican Insider
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Francesco: mai approfittare delle attività buone per interessi illeciti

Il Papa all'Angelus

  

- Advertisement -

Il Papa all’Angelus: non cadere nella tentazione di cercare il proprio tornaconto, spesso illegale, in iniziative belle; che «brutto quando la Chiesa scivola su questo atteggiamento»

DOMENICO AGASSO JR

CITTÀ DEL VATICANO

Il Papa mette in guardia dalla tentazione molto «comune» di coltivare il proprio tornaconto in iniziative belle e doverose. Lo fa all’Angelus di oggi, 4 marzo 2018, in piazza San Pietro. Francesco esorta a non approfittare delle attività buone per interessi privati e spesso illeciti.  

Dalla finestra dello studio nel Palazzo apostolico vaticano il Pontefice, di fronte a 20mila fedeli (dato della Gendarmeria vaticana) riflette sull’insegnamento di Gesù nello scacciare i mercanti dal tempio, e nel dire «Non fate della casa del Padre mio un mercato!». Il Vescovo di Roma precisa che è un messaggio «sempre attuale, non soltanto per le comunità ecclesiali, ma anche per i singoli, per le comunità civili e per le società».  

È «comune, infatti – spiega – la tentazione di approfittare di attività buone, a volte doverose, per coltivare interessi privati, se non addirittura illeciti».  

- Advertisement -

E questo è un «pericolo grave, specialmente quando strumentalizza Dio stesso e il culto a Lui dovuto, oppure il servizio all’uomo, sua immagine. Perciò Gesù quella volta ha usato “le maniere forti”, per scuoterci da questo pericolo mortale».  

Questa azione «decisa, compiuta in prossimità della Pasqua – commenta Jorge Mario Bergoglio a proposito della cacciata dei venditori dal tempio di Gerusalemme – suscitò grande impressione nella folla e l’ostilità delle autorità religiose e di quanti si sentirono minacciati nei loro interessi economici». Si domanda il Papa: «Come dobbiamo interpretarla? Certamente non era un’azione violenta, tant’è vero che non provocò l’intervento dei tutori dell’ordine pubblico. Fu intesa come un’azione tipica dei profeti, i quali spesso denunciavano, in nome di Dio, abusi ed eccessi». 

Illustra la situazione il Pontefice: «Lo zelo per il Padre e per la sua casa porterà Gesù fino alla croce: il suo è lo zelo dell’amore che porta al sacrificio di sé, non quello falso che presume di servire Dio mediante la violenza. Infatti il “segno” che Gesù darà come prova della sua autorità sarà proprio la sua morte e risurrezione». 

L’atteggiamento del Figlio di Dio raccontato nell’odierna pagina evangelica invita a «vivere la nostra vita non nella ricerca dei nostri vantaggi e interessi, ma per la gloria di Dio che è l’amore. Siamo chiamati – sottolinea – a tenere sempre presenti quelle parole forti di Gesù “Non fate della casa del Padre mio un mercato”». Papa Bergoglio a questo punto aggiunge senza leggere il testo scritto: «È molto brutto quando la Chiesa scivola su questo atteggiamento di fare della casa di Dio un mercato».  

Le parole di Cristo «Non fate della casa del Padre mio un mercato» aiutano a respingere il «pericolo di fare della nostra anima, che è la dimora di Dio, un luogo di mercato, vivendo nella continua ricerca del nostro tornaconto invece che nell’amore generoso e solidale», conclude Francesco.  

- Advertisement -
Originale: Vatican Insider

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato di SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
273FansMi piace
801FollowerSegui
13,000FollowerSegui
582FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO