23.9 C
Rome
giovedì, 27 Giugno 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Giovani Francesco incita i ragazzi del Brasile a lottare contro la corruzione

Francesco incita i ragazzi del Brasile a lottare contro la corruzione

- Advertisement -

“Voi siete la speranza del Brasile e del mondo, non abbiate paura di combattere la corruzione”. Con queste parole Papa Francesco si rivolge ai giovani brasiliani che partecipano ad Aparecida a “Rota 300”, un raduno promosso in occasione dei 300 anni delle apparizioni della Vergine protettrice del Brasile. Francesco li esorta a “non aver paura di rischiare e di impegnarsi a costruire una nuova società, permeando con la forza del Vangelo gli ambienti sociali, politici, economici e universitari! Non abbiate paura – scrive – di combattere la corruzione e non lasciatevi sedurre da essa! Confidando nel Signore, la cui presenza è fonte di vita abbondante, e sotto il manto di Maria, potete riscoprire la creatività e la forza di essere protagonisti di una cultura di alleanza e, quindi, generare nuovi paradigmi che guideranno la vita del Brasile”.
“La Vergine Maria – sottolinea il Papa – è un esempio prezioso per tutti i giovani e un aiuto grande per intraprendere il cammino della vita”. Per realizzare questa verità – spiega Francesco – non sono richieste grandi riflessioni, piuttosto basta fermarsi e contemplare l’immagine della Madre al Santuario Nazionale, come lui stesso ha fatto per ben due volte: nel 2007 durante la quinta Conferenza dell’episcopato latinoamericano e poi nel 2013, in occasione della GMG di Rio de Janeiro, suo primo viaggio internazionale dopo l’elezione al soglio pontificio.
Il Papa ringrazia i giovani per la loro forte testimonianza di fede, lo zelo con cui affrontano le sfide di ogni giorno e li incoraggia ad andare avanti nel cammino missionario sotto la protezione di Maria, che infonde speranza a tutto il popolo brasiliano: “Cari amici – sintetizza il Pontefice sempre rivolto ai ragazzi del Brasile – in mezzo a incertezze e insicurezze di ogni giorno, in mezzo alla precarietà che le situazioni di ingiustizia creano intorno a voi, avete una certezza: Maria è un segno di speranza che saprà animarvi con grande slancio missionario. Lei conosce le sfide in cui vivete. Con la sua attenzione e la cura materna vi farà capire che non siete soli”.
Nel suo messaggio Papa Bergoglio ricorda ancora una volta, la storia di quei “poveri pescatori” che dopo una giornata di pesca infruttuosa nel fiume Paraiba do Sul, lanciarono di nuovo le loro reti in acqua e con loro grande sorpresa trovarono la statua della “Nostra Signora”, coperta di fango: prima il corpo, poi la testa. “Questo fatto – scrive il Pontefice – ha in sè un simbolismo molto significativo: quello che era stato diviso, torna ad essere unito, come i cuori di quei pescatori, come il Brasile coloniale, distrutto dal muro della schiavitù, che invece trova la sua unità nella fede, che il volto negro della Nostra Signora, ha ispirato”. Quindi l’invito del Papa ai ragazzi brasiliani è di lasciarsi trasformare dall’incontro con la Madre Aparecida. “Possa lei trasformare le ‘retì della vostra vita – reti di amici, reti sociali, reti materiali e virtuali – realtà che spesso sono divise, in qualcosa di più significativo: possano esse diventare una comunità! Comunità missionarie ‘in uscità! Comunità che sono luce e fermento di una società più giusta e fraterna”.
Il messaggio si conclude infine con un’invocazione: “Possa la Madonna, che in gioventù ha saputo abbracciare con coraggio la chiamata di Dio nella sua vita e andare incontro ai più bisognosi, camminare davanti a voi, guidandovi in tutte le sue vie!” .

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Francesco incita i ragazzi del Brasile a lottare contro la corruzione

  

- Advertisement -

“Voi siete la speranza del Brasile e del mondo, non abbiate paura di combattere la corruzione”. Con queste parole Papa Francesco si rivolge ai giovani brasiliani che partecipano ad Aparecida a “Rota 300”, un raduno promosso in occasione dei 300 anni delle apparizioni della Vergine protettrice del Brasile. Francesco li esorta a “non aver paura di rischiare e di impegnarsi a costruire una nuova società, permeando con la forza del Vangelo gli ambienti sociali, politici, economici e universitari! Non abbiate paura – scrive – di combattere la corruzione e non lasciatevi sedurre da essa! Confidando nel Signore, la cui presenza è fonte di vita abbondante, e sotto il manto di Maria, potete riscoprire la creatività e la forza di essere protagonisti di una cultura di alleanza e, quindi, generare nuovi paradigmi che guideranno la vita del Brasile”.
“La Vergine Maria – sottolinea il Papa – è un esempio prezioso per tutti i giovani e un aiuto grande per intraprendere il cammino della vita”. Per realizzare questa verità – spiega Francesco – non sono richieste grandi riflessioni, piuttosto basta fermarsi e contemplare l’immagine della Madre al Santuario Nazionale, come lui stesso ha fatto per ben due volte: nel 2007 durante la quinta Conferenza dell’episcopato latinoamericano e poi nel 2013, in occasione della GMG di Rio de Janeiro, suo primo viaggio internazionale dopo l’elezione al soglio pontificio.
Il Papa ringrazia i giovani per la loro forte testimonianza di fede, lo zelo con cui affrontano le sfide di ogni giorno e li incoraggia ad andare avanti nel cammino missionario sotto la protezione di Maria, che infonde speranza a tutto il popolo brasiliano: “Cari amici – sintetizza il Pontefice sempre rivolto ai ragazzi del Brasile – in mezzo a incertezze e insicurezze di ogni giorno, in mezzo alla precarietà che le situazioni di ingiustizia creano intorno a voi, avete una certezza: Maria è un segno di speranza che saprà animarvi con grande slancio missionario. Lei conosce le sfide in cui vivete. Con la sua attenzione e la cura materna vi farà capire che non siete soli”.
Nel suo messaggio Papa Bergoglio ricorda ancora una volta, la storia di quei “poveri pescatori” che dopo una giornata di pesca infruttuosa nel fiume Paraiba do Sul, lanciarono di nuovo le loro reti in acqua e con loro grande sorpresa trovarono la statua della “Nostra Signora”, coperta di fango: prima il corpo, poi la testa. “Questo fatto – scrive il Pontefice – ha in sè un simbolismo molto significativo: quello che era stato diviso, torna ad essere unito, come i cuori di quei pescatori, come il Brasile coloniale, distrutto dal muro della schiavitù, che invece trova la sua unità nella fede, che il volto negro della Nostra Signora, ha ispirato”. Quindi l’invito del Papa ai ragazzi brasiliani è di lasciarsi trasformare dall’incontro con la Madre Aparecida. “Possa lei trasformare le ‘retì della vostra vita – reti di amici, reti sociali, reti materiali e virtuali – realtà che spesso sono divise, in qualcosa di più significativo: possano esse diventare una comunità! Comunità missionarie ‘in uscità! Comunità che sono luce e fermento di una società più giusta e fraterna”.
Il messaggio si conclude infine con un’invocazione: “Possa la Madonna, che in gioventù ha saputo abbracciare con coraggio la chiamata di Dio nella sua vita e andare incontro ai più bisognosi, camminare davanti a voi, guidandovi in tutte le sue vie!” .

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato di SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
273FansMi piace
803FollowerSegui
13,000FollowerSegui
582FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Un solo Libro, due eredi

Dieci parole per vivere

Rileggere il Decalogo

“Beati” nel nostro tempo

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO