8.9 C
Rome
Mar, 10 Dicembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Francesco ai piccoli della terra: siete il tesoro della Chiesa

Francesco ai piccoli della terra: siete il tesoro della Chiesa

L'amore salva il mondo

- Advertisement -
Videomessaggio di Papa Francesco ai pellegrini dell’Associaizone Fratello, riuniti a Lourdes per la Terza Giornata Mondiale dei Poveri

Emanuela Campanile – Città del Vaticano

Le parole di Papa Francesco rivolte ai pellegrini dell’Associazione Fratello, riuniti a Lourdes per la Terza Giornata Mondiale dei Poveri, esprimono tutto il suo amore per i più piccoli della terra. “Fratelli e sorelle – dice il Pontefice nel videomessaggio – ho bisogno di voi, di ognuno di voi. Siate consapevoli che Dio vi ama. Dio ascolta in particolare la vostra preghiera”. In un mondo sofferente, “la preghiera dei poveri commuove il Signore”, prosegue Francesco, che intende consolare questi suoi fratelli. Questi suoi figli, “tesoro della Chiesa”:

“ Voi che siete piccoli, siete poveri, fragili, siete il tesoro della Chiesa. Siete nel cuore del Papa, nel cuore di Maria, nel cuore di Dio. Ogni volta che la vostra vita è stata calpestata, maltrattata, offesa, è Gesù che è stato calpestato, maltrattato, offeso ”

L’associazione Fratello

Fratello è un’associazione francese composta da laici impegnati nella Chiesa, all’origine coinvolti in un grande pellegrinaggio che ha portato a Roma nel 2014 e nel novembre 2016 alcune migliaia di persone che hanno la strada come casa. Dopo averli incontrati in udienza, Papa Francesco ha dichiarato una nuova giornata mondiale: quella dei poveri.

Tornare alla sorgente

Le parole che Francesco affida al videomessaggio vogliono essere balsamo sulle ferite di chi è ai piedi della croce:

Ogni volta che la vostra vita è stata calpestata, maltrattata, offesa, è Gesù che è stato calpestato, maltrattato, offeso. Oggi, il Papa vuole consolarvi, cerca di darvi una consolazione, dirvi che vi ama e invitarvi a tornare alla sorgente.

La preghiera e i sacramenti

Ma per tornare alla sorgente e ritornare a Dio, due sono le vie maestre da percorrere. La prima è la preghiera, attraverso la quale, spiega il Pontefice, si riceve Maria, “la porta della Chiesa che è spalancata”, e al cui fianco ci si può “rannicchiare”:

Pregate: E per questo, ricevete Maria dentro di voi, rannicchiatevi addosso a lei. Lei è la porta della Chiesa che è spalancata. Lei ha accolto interamente lo Spirito Santo. Lei ci dona Gesù e ci conduce a Lui.

Il secondo passo sono i sacramenti, “doni” li definisce Francesco, attraverso i quali Dio guarisce e mostra la sua tenerezza:

Volete essere cristiani? Chiedete il battesimo. Vi invito a scoprire in modo speciale la confessione, il sacramento del perdono in cui Dio ci mostra la sua tenerezza e ci libera. Vivete l’Eucaristia per accogliere Dio stesso nel vostro corpo e nella vostra anima. Egli vi dà la fede e la gioia. Vivete anche il sacramento dell’unzione dei malati, così prezioso per quelli di voi che sono feriti nel corpo o nella mente.

L’amore salva il mondo

Al termine, e nella certezza che l’amore salva il mondo e che Dio vuole salvarlo attraverso ognuno di noi, il Papa lancia a chi lo ascolta un altro invito. Impegnativo, certo, ma capace di diffondere proprio quell’amore in grado di strapparci dal giogo della morte:

Infine, quando rientrerete, non andate via come siete venuti. Rientrate con la speranza, siate testimoni dell’amore di Dio intorno a voi. Raccontate al mondo qual è il vostro tesoro: “Gesù”. Andate con Maria, perché vi faccia apostoli della tenerezza di Dio. Il Papa vi ama e confida in voi.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Francesco ai piccoli della terra: siete il tesoro della Chiesa

L'amore salva il mondo

  

- Advertisement -
Videomessaggio di Papa Francesco ai pellegrini dell’Associaizone Fratello, riuniti a Lourdes per la Terza Giornata Mondiale dei Poveri

Emanuela Campanile – Città del Vaticano

Le parole di Papa Francesco rivolte ai pellegrini dell’Associazione Fratello, riuniti a Lourdes per la Terza Giornata Mondiale dei Poveri, esprimono tutto il suo amore per i più piccoli della terra. “Fratelli e sorelle – dice il Pontefice nel videomessaggio – ho bisogno di voi, di ognuno di voi. Siate consapevoli che Dio vi ama. Dio ascolta in particolare la vostra preghiera”. In un mondo sofferente, “la preghiera dei poveri commuove il Signore”, prosegue Francesco, che intende consolare questi suoi fratelli. Questi suoi figli, “tesoro della Chiesa”:

“ Voi che siete piccoli, siete poveri, fragili, siete il tesoro della Chiesa. Siete nel cuore del Papa, nel cuore di Maria, nel cuore di Dio. Ogni volta che la vostra vita è stata calpestata, maltrattata, offesa, è Gesù che è stato calpestato, maltrattato, offeso ”

L’associazione Fratello

Fratello è un’associazione francese composta da laici impegnati nella Chiesa, all’origine coinvolti in un grande pellegrinaggio che ha portato a Roma nel 2014 e nel novembre 2016 alcune migliaia di persone che hanno la strada come casa. Dopo averli incontrati in udienza, Papa Francesco ha dichiarato una nuova giornata mondiale: quella dei poveri.

Tornare alla sorgente

Le parole che Francesco affida al videomessaggio vogliono essere balsamo sulle ferite di chi è ai piedi della croce:

- Advertisement -

Ogni volta che la vostra vita è stata calpestata, maltrattata, offesa, è Gesù che è stato calpestato, maltrattato, offeso. Oggi, il Papa vuole consolarvi, cerca di darvi una consolazione, dirvi che vi ama e invitarvi a tornare alla sorgente.

La preghiera e i sacramenti

Ma per tornare alla sorgente e ritornare a Dio, due sono le vie maestre da percorrere. La prima è la preghiera, attraverso la quale, spiega il Pontefice, si riceve Maria, “la porta della Chiesa che è spalancata”, e al cui fianco ci si può “rannicchiare”:

Pregate: E per questo, ricevete Maria dentro di voi, rannicchiatevi addosso a lei. Lei è la porta della Chiesa che è spalancata. Lei ha accolto interamente lo Spirito Santo. Lei ci dona Gesù e ci conduce a Lui.

Il secondo passo sono i sacramenti, “doni” li definisce Francesco, attraverso i quali Dio guarisce e mostra la sua tenerezza:

Volete essere cristiani? Chiedete il battesimo. Vi invito a scoprire in modo speciale la confessione, il sacramento del perdono in cui Dio ci mostra la sua tenerezza e ci libera. Vivete l’Eucaristia per accogliere Dio stesso nel vostro corpo e nella vostra anima. Egli vi dà la fede e la gioia. Vivete anche il sacramento dell’unzione dei malati, così prezioso per quelli di voi che sono feriti nel corpo o nella mente.

L’amore salva il mondo

Al termine, e nella certezza che l’amore salva il mondo e che Dio vuole salvarlo attraverso ognuno di noi, il Papa lancia a chi lo ascolta un altro invito. Impegnativo, certo, ma capace di diffondere proprio quell’amore in grado di strapparci dal giogo della morte:

Infine, quando rientrerete, non andate via come siete venuti. Rientrate con la speranza, siate testimoni dell’amore di Dio intorno a voi. Raccontate al mondo qual è il vostro tesoro: “Gesù”. Andate con Maria, perché vi faccia apostoli della tenerezza di Dio. Il Papa vi ama e confida in voi.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
279FansMi piace
873FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
58IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Libri Consigliati – Luglio 2018

Le 110 parabole di papa Francesco

Teologia spirituale

Fusco: La gioia dell’ascolto

La simbolica del grido nel Vangelo di Marco

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Consigli Pubblicitari

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO