7.3 C
Roma
Ven, 16 Aprile 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiGiovaniFrancesco ai giovani di Taizé: non seminate diffidenza, siate abitati dalla speranza

Francesco ai giovani di Taizé: non seminate diffidenza, siate abitati dalla speranza

- Advertisement -

Messaggio del Papa ai ragazzi della Comunità francese che dal 27 dicembre si riuniranno virtualmente per il loro 43mo Incontro europeo di fine anno

Francesca Sabatinelli – Città del Vaticano

E’ forte e importante la richiesta che Francesco rivolge ai giovani di Taizé: “Non siate tra coloro che seminano disperazione, suscitando una costante diffidenza, il che neutralizzerebbe la forza della speranza che a noi viene offerta dallo spirito di Cristo risorto”. Il Papa li invita a lasciarsi “abitare da questa speranza” che darà loro “il coraggio di seguire Cristo, di lavorare insieme per e con i più svantaggiati, in particolare coloro che lottano per affrontare le difficoltà del tempo presente”.

La vicinanza del Papa a ragazzi creativi e con immaginazione

Ai ragazzi della Comunità ecumenica di Taizé, che da domani al 1° gennaio saranno riuniti on line per il loro 43° Incontro europeo di fine anno, Francesco invia il suo messaggio a firma del cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato. “Il Papa – si legge nel testo – è felice, anche quest’anno, di unirsi a voi nel pensiero e nella preghiera”. Nel riscontrare una situazione sanitaria che non consente di incontrarsi fisicamente, ai giovani viene dato atto di “una prova di creatività e immaginazione” poiché, sebbene lontani, si sono connessi “in un modo inedito grazie ai nuovi mezzi di comunicazione”.

Sperate nel tempo favorevole e sfavorevole

L’augurio è che “questi giorni in cui pregate insieme e vi sostenete a vicenda nella fede e della fiducia, vi aiutino a ‘sperare nel tempo favorevole e sfavorevole’”, così come sottolineato nel messaggio di frère Alois, priore della Comunità che accompagnerà i giovani per tutto il 2021.  

Si prosegua il cammino nella speranza

Il fatto stesso, continua il messaggio, che i giovani si incontrino “seppur eccezionalmente in modo virtuale,  vi pone già sul cammino della speranza”.  Il riferimento è al quanto indicato dal Papa nell’enciclica Fratelli tutti: “Nessuno può affrontare la vita in modo isolato . C’è bisogno di una comunità che ci sostenga, che ci aiuti e nella quale ci aiutiamo a vicenda a guardare avanti”.  Da qui l’invito ai partecipanti a lasciarsi pervadere dalla speranza che “è audace, sa guardare oltre la comodità personale, le piccole sicurezze e compensazioni che restringono l’orizzonte, per aprirsi a grandi ideali che rendono la vita più bella e dignitosa. Camminiamo nella speranza!”. “Possiate nel corso di quest’anno – è l’augurio conclusivo del Papa -continuare a sviluppare una cultura dell’incontro e della fraternità e camminare insieme verso questo orizzonte di speranza svelato dalla risurrezione di Cristo”.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Francesco ai giovani di Taizé: non seminate diffidenza, siate abitati dalla speranza

- Advertisement -

Messaggio del Papa ai ragazzi della Comunità francese che dal 27 dicembre si riuniranno virtualmente per il loro 43mo Incontro europeo di fine anno

Francesca Sabatinelli – Città del Vaticano

E’ forte e importante la richiesta che Francesco rivolge ai giovani di Taizé: “Non siate tra coloro che seminano disperazione, suscitando una costante diffidenza, il che neutralizzerebbe la forza della speranza che a noi viene offerta dallo spirito di Cristo risorto”. Il Papa li invita a lasciarsi “abitare da questa speranza” che darà loro “il coraggio di seguire Cristo, di lavorare insieme per e con i più svantaggiati, in particolare coloro che lottano per affrontare le difficoltà del tempo presente”.

La vicinanza del Papa a ragazzi creativi e con immaginazione

Ai ragazzi della Comunità ecumenica di Taizé, che da domani al 1° gennaio saranno riuniti on line per il loro 43° Incontro europeo di fine anno, Francesco invia il suo messaggio a firma del cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato. “Il Papa – si legge nel testo – è felice, anche quest’anno, di unirsi a voi nel pensiero e nella preghiera”. Nel riscontrare una situazione sanitaria che non consente di incontrarsi fisicamente, ai giovani viene dato atto di “una prova di creatività e immaginazione” poiché, sebbene lontani, si sono connessi “in un modo inedito grazie ai nuovi mezzi di comunicazione”.

- Advertisement -

Sperate nel tempo favorevole e sfavorevole

L’augurio è che “questi giorni in cui pregate insieme e vi sostenete a vicenda nella fede e della fiducia, vi aiutino a ‘sperare nel tempo favorevole e sfavorevole’”, così come sottolineato nel messaggio di frère Alois, priore della Comunità che accompagnerà i giovani per tutto il 2021.  

Si prosegua il cammino nella speranza

Il fatto stesso, continua il messaggio, che i giovani si incontrino “seppur eccezionalmente in modo virtuale,  vi pone già sul cammino della speranza”.  Il riferimento è al quanto indicato dal Papa nell’enciclica Fratelli tutti: “Nessuno può affrontare la vita in modo isolato . C’è bisogno di una comunità che ci sostenga, che ci aiuti e nella quale ci aiutiamo a vicenda a guardare avanti”.  Da qui l’invito ai partecipanti a lasciarsi pervadere dalla speranza che “è audace, sa guardare oltre la comodità personale, le piccole sicurezze e compensazioni che restringono l’orizzonte, per aprirsi a grandi ideali che rendono la vita più bella e dignitosa. Camminiamo nella speranza!”. “Possiate nel corso di quest’anno – è l’augurio conclusivo del Papa -continuare a sviluppare una cultura dell’incontro e della fraternità e camminare insieme verso questo orizzonte di speranza svelato dalla risurrezione di Cristo”.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
647FollowerSegui
225IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Le 217 domande di Gesù

“Non fare come gli ipocriti”

Libri Consigliati – Marzo 2019

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x