32.6 C
Rome
mercoledì, 26 Giugno 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Recensioni Film Padri e  Figlie.

Padri e  Figlie.

- Advertisement -

“Se ai tuoi figli puoi fare solo un regalo, fa in modo che sia l’entusiasmo.”               

Bruce Barton

 

Tutti noi abbiamo idoli, preferenze o simpatie a vario titolo. Si attende sempre i nuovi lavori di coloro che ci fanno flippare il cuore. Il cast di Padre e Figlie è un’ originale ed avvincente coincidenza quasi una spettacolare retata di gruppo; se così si può dire. Aspettavo con gioia il nuovo film di Muccino, di Crowe, della Seyfried, di Paul e anche della Kruger. Attendevo da tempo di riprovare quelle emozioni sicure che solo un regista come Muccino è in grado di concretizzare. Attendevo Crowe che con il suo modo di esprimere i personaggi riesce sempre ad assorbirti in se e tenerti dentro per poi lasciarti tornare a casa lasciandoti qualcosa nelle ossa. La Seyfried che nonostante la sua bellezza quasi surreale riesce a tenerti incollata al suolo come se stessi vivendo in prima persone tutte quelle vicende che lei sta rappresentando. Padri e Figlie è un film così straordinario che ti porterai dentro per molti giorni perché tutti, regista, attori, autori e tutti si sono superati mettendo tutto il loro genio in emozioni vere, immagini struggenti e lacrime catartiche.

Padri e Figlie racconta il dramma famigliare che attraverso i flashback temporali copre un arco narrativo di 25 anni. Jake Davis, Russel Crowe (L.A. Confidential 1997, Insider-dentro la verità 1999, Il Gladiatore 2000, Rapimento e Riscatto 2000, A Beautiful Mind 2001, Master & Commander 2003, Cinderella Man 2005, Un ottima annata 2006, American Gangster 2007, Nessuna Verità 2008, Robin Hood 2010, Les Misérables 2012, Storia d’ Inverno 2014, Noah 2014) è uno scrittore che ha già vinto un premio Pulitzer. Quando sua moglie Janet McTeer (Mistery 1986, Cime tempestose 1992, Velvet Goldmine 1998, As You Like it 2006, Into teh Storm – La guerra di Churchill 2009, The Woman in Black 2012, Hannah Arendt 2013) muore in un incidente d’auto lui si ritrova a dover crescere la loro figlia da solo, e a gestire una serie di problemi fisici e mentali che lo costringono ad un temporaneo ricovero presso un ospedale psichiatrico. Purtroppo per 7 mesi Katie Kylie Rogers (Forsake Me Not 2012, Shooter 2012, Space Station 76 del 2014, Private Practice 2012, CSI 2013, One Upon a Time In Wonderland 2014, The Whispers 2015) viene affidata alla zia Elizabeth Diane Kruger (Mon Idole 2002, Troy 2004, Il mistero dei Templari 2004, Joveux Noël 2005, Frankie 2005, Il mistero delle pagine perdute 2007, Anything for her 2006, Mr. Nobody 2009, Bastardi senza gloria 2009, Pieds nus sur les limances 2009, Un piano perfetto 2012, Maryland 2015) sorella della madre defunta e di zio William Bruce Greenwood (L’Isola della paura 1979, Rambo 1982, Orchidea Selvaggia 1990, Due Padri di troppo 1997, Colpevole d’Innocenza 1999, Ararat 2002, Travolti dal destino 2002, Below 2002, Truman Capote – A Sangue Freddo 2005, 8 amici da salvare 2006, Il mistero delle pagine perdute 2007, Cell 213 – la dannazione 2011, Un amore senza fine 2014, Elephant Song 2014). La zia prova un profondo rancore verso Jake e il marito William – che ha più soldi di Dio (sue testuali parole) – la asseconda per togliere la piccola Katie a suo padre addottandola. La vita di Jake è molto pesante, economicamente e fisicamente si trova ad approntare delle pressioni che poco si conciliano con i doveri di un padre. Pur avendo vinto un premio Pulitzer dopo l’incidente la sua professione lo condurrà verso un flop molto rovinoso. Mentre cerca disperatamente di tenere insieme la sua vita la malattia rincrudisce e durante una crisi convulsiva batte la testa in bagno e muore. La coppia di cognati sta però divorziando e quindi la bambina sarà affidata solo alla zia Elizabeth. Scopriremo con il tempo che la storia di Elizabeth e di sua sorella è stata anaffettiva quasi quanto quella di Katie Amanda Seyfried (American Gun 2004, Solstice 2008, Mamma mia! 2008, Tradire è un’arte 2009, Chloe – Tra seduzione e inganno 2009, Letters to Juliet 2010, Cappuccetto rosso sangue 2011, The end of Love 2012, Gone 2012, Les Misérables 2012, Un milione di modi per morire nel West 2014, Giovani si diventa 2014) e che lei amava così profondamente il padre che la sua assenza è plasticamente un baratro che non riesce a colmare per paura di restare di nuovo sola. Ormai è una bella 30 enne assistente sociale che si occupa di bambini disagiati e che nel tempo libero si concede a chiunque, rifiutando di instaurare legami che vadano oltre il sesso occasionale. Il grande amore che ha provato per il padre l’ha resa una persona speciale nell’aiutare gli altri, ma non se stessa. Ma fortunatamente la vita non è sempre matrigna in ogni aspetto. In una delle sere di libera uscita incontra un ragazzo, Cameron, Aaron Paul (Costi quel che costi 2000, Maial College 2002, Bad Girls 2005, Mission Ipossible III 2006, Daydreamer 2007, Say Goodnight 2008, L’ultima casa a sinistra 2009, Smashed 2012, Non buttiamoci giù 2014, Exodus – Dei e Re 2014) che lotterà al suo fianco amandola finché non riuscirà a sbloccare la sua interiorità ferita.

Muccino è stato scelto per dirigere il film durante il Festival di Cannes del 2013 e la storia si basa su di una scenografia del drammaturgo Brad Desch. La fotografia affidata a Shane Hurlbut è di pregio. Eccellente la colonna sonora del nostro Paolo Buonvino e i costumi di Isis Mussenden entrambi pluripremiati.

Un film che consiglio vivamente perché merita da qualsiasi angolatura lo si voglia osservare.

[review]

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Padri e  Figlie.

  

- Advertisement -

“Se ai tuoi figli puoi fare solo un regalo, fa in modo che sia l’entusiasmo.”               

Bruce Barton

 

Tutti noi abbiamo idoli, preferenze o simpatie a vario titolo. Si attende sempre i nuovi lavori di coloro che ci fanno flippare il cuore. Il cast di Padre e Figlie è un’ originale ed avvincente coincidenza quasi una spettacolare retata di gruppo; se così si può dire. Aspettavo con gioia il nuovo film di Muccino, di Crowe, della Seyfried, di Paul e anche della Kruger. Attendevo da tempo di riprovare quelle emozioni sicure che solo un regista come Muccino è in grado di concretizzare. Attendevo Crowe che con il suo modo di esprimere i personaggi riesce sempre ad assorbirti in se e tenerti dentro per poi lasciarti tornare a casa lasciandoti qualcosa nelle ossa. La Seyfried che nonostante la sua bellezza quasi surreale riesce a tenerti incollata al suolo come se stessi vivendo in prima persone tutte quelle vicende che lei sta rappresentando. Padri e Figlie è un film così straordinario che ti porterai dentro per molti giorni perché tutti, regista, attori, autori e tutti si sono superati mettendo tutto il loro genio in emozioni vere, immagini struggenti e lacrime catartiche.

Padri e Figlie racconta il dramma famigliare che attraverso i flashback temporali copre un arco narrativo di 25 anni. Jake Davis, Russel Crowe (L.A. Confidential 1997, Insider-dentro la verità 1999, Il Gladiatore 2000, Rapimento e Riscatto 2000, A Beautiful Mind 2001, Master & Commander 2003, Cinderella Man 2005, Un ottima annata 2006, American Gangster 2007, Nessuna Verità 2008, Robin Hood 2010, Les Misérables 2012, Storia d’ Inverno 2014, Noah 2014) è uno scrittore che ha già vinto un premio Pulitzer. Quando sua moglie Janet McTeer (Mistery 1986, Cime tempestose 1992, Velvet Goldmine 1998, As You Like it 2006, Into teh Storm – La guerra di Churchill 2009, The Woman in Black 2012, Hannah Arendt 2013) muore in un incidente d’auto lui si ritrova a dover crescere la loro figlia da solo, e a gestire una serie di problemi fisici e mentali che lo costringono ad un temporaneo ricovero presso un ospedale psichiatrico. Purtroppo per 7 mesi Katie Kylie Rogers (Forsake Me Not 2012, Shooter 2012, Space Station 76 del 2014, Private Practice 2012, CSI 2013, One Upon a Time In Wonderland 2014, The Whispers 2015) viene affidata alla zia Elizabeth Diane Kruger (Mon Idole 2002, Troy 2004, Il mistero dei Templari 2004, Joveux Noël 2005, Frankie 2005, Il mistero delle pagine perdute 2007, Anything for her 2006, Mr. Nobody 2009, Bastardi senza gloria 2009, Pieds nus sur les limances 2009, Un piano perfetto 2012, Maryland 2015) sorella della madre defunta e di zio William Bruce Greenwood (L’Isola della paura 1979, Rambo 1982, Orchidea Selvaggia 1990, Due Padri di troppo 1997, Colpevole d’Innocenza 1999, Ararat 2002, Travolti dal destino 2002, Below 2002, Truman Capote – A Sangue Freddo 2005, 8 amici da salvare 2006, Il mistero delle pagine perdute 2007, Cell 213 – la dannazione 2011, Un amore senza fine 2014, Elephant Song 2014). La zia prova un profondo rancore verso Jake e il marito William – che ha più soldi di Dio (sue testuali parole) – la asseconda per togliere la piccola Katie a suo padre addottandola. La vita di Jake è molto pesante, economicamente e fisicamente si trova ad approntare delle pressioni che poco si conciliano con i doveri di un padre. Pur avendo vinto un premio Pulitzer dopo l’incidente la sua professione lo condurrà verso un flop molto rovinoso. Mentre cerca disperatamente di tenere insieme la sua vita la malattia rincrudisce e durante una crisi convulsiva batte la testa in bagno e muore. La coppia di cognati sta però divorziando e quindi la bambina sarà affidata solo alla zia Elizabeth. Scopriremo con il tempo che la storia di Elizabeth e di sua sorella è stata anaffettiva quasi quanto quella di Katie Amanda Seyfried (American Gun 2004, Solstice 2008, Mamma mia! 2008, Tradire è un’arte 2009, Chloe – Tra seduzione e inganno 2009, Letters to Juliet 2010, Cappuccetto rosso sangue 2011, The end of Love 2012, Gone 2012, Les Misérables 2012, Un milione di modi per morire nel West 2014, Giovani si diventa 2014) e che lei amava così profondamente il padre che la sua assenza è plasticamente un baratro che non riesce a colmare per paura di restare di nuovo sola. Ormai è una bella 30 enne assistente sociale che si occupa di bambini disagiati e che nel tempo libero si concede a chiunque, rifiutando di instaurare legami che vadano oltre il sesso occasionale. Il grande amore che ha provato per il padre l’ha resa una persona speciale nell’aiutare gli altri, ma non se stessa. Ma fortunatamente la vita non è sempre matrigna in ogni aspetto. In una delle sere di libera uscita incontra un ragazzo, Cameron, Aaron Paul (Costi quel che costi 2000, Maial College 2002, Bad Girls 2005, Mission Ipossible III 2006, Daydreamer 2007, Say Goodnight 2008, L’ultima casa a sinistra 2009, Smashed 2012, Non buttiamoci giù 2014, Exodus – Dei e Re 2014) che lotterà al suo fianco amandola finché non riuscirà a sbloccare la sua interiorità ferita.

- Advertisement -

Muccino è stato scelto per dirigere il film durante il Festival di Cannes del 2013 e la storia si basa su di una scenografia del drammaturgo Brad Desch. La fotografia affidata a Shane Hurlbut è di pregio. Eccellente la colonna sonora del nostro Paolo Buonvino e i costumi di Isis Mussenden entrambi pluripremiati.

Un film che consiglio vivamente perché merita da qualsiasi angolatura lo si voglia osservare.

[review]

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato di SpeSalvi.it

E. Simonetti
Ha conseguito il Baccalaureato in S. Teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano di Chieti affiliato alla Pontificia Università Lateranense - Roma.

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
272FansMi piace
805FollowerSegui
13,000FollowerSegui
582FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO