14.2 C
Rome
Lun, 16 Dicembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Vita cristiana E' valido il Battesimo della Chiesa anglicana?

E’ valido il Battesimo della Chiesa anglicana?

- Advertisement -

E’ sufficiente che ci sia il segno dell’acqua e che sia fatto nel nome della Trinità?

Caro direttore, a inizio settembre la mia nipotina riceverà il Battesimo. In attesa della cerimonia mi è venuto in mente il battesimo di Charlotte, la secondogenita di William e Kate. In Inghilterra c’è la Chiesa anglicana…è valido anche il loro Battesimo?
TERESA, GALLICO MARINA

Il sacramento del Battesimo ci unisce a Cristo, ci rende membra del suo Corpo. Ci rigenera a vita nuova, la vita della grazia, la vita divina. In questo modo ci rende anche parte della Chiesa, Corpo di Cristo. Il Battesimo è anche il sacramento della fede: è per mezzo della fede in Cristo che noi accogliamo il dono della grazia e iniziamo il cammino della vita cristiana. Per molti di noi questo dono ci è stato dato mediante la fede dei nostri genitori. Il Battesimo, comunque, è solo un inizio. La fede è qualcosa di vitale, da rinnovare e approfondire ogni giorno, con sempre maggiore consapevolezza, per arrivare a una comunione sempre più piena con Cristo e con i fratelli. Per questo ogni anno, nella Veglia pasquale, ma anche in altre occasioni, siamo invitati a rinnovare le promesse battesimali, cioè la nostra rinuncia al peccato e la nostra adesione a Cristo. Il Battesimo di una nipotina è un momento speciale per fare questo.

Una delle cose più belle del sacramento del Battesimo, di cui spesso non ci ricordiamo, è che ci unisce a Cristo e a tutti i cristiani, non solo ai cattolici. E’ il sacramento ecumenico per eccellenza. Il decreto sull’ecumenismo del Concilio Vaticano II afferma: “Coloro che credono in Cristo e hanno ricevuto validamente il Battesimo, sono costituiti in una certa comunione, sebbene imperfetta, con la Chiesa cattolica […]. Giustificati nel Battesimo dalla fede, sono incorporati a Cristo e perciò sono a ragione insigniti del nome di cristiani, e dai figli della Chiesa cattolica sono giustamente riconosciuti quali fratelli nel Signore”. Secondo la dottrina cattolica, anche il Battesimo conferito dalle altre Chiese cristiane è valido. Quindi anche quello che ha ricevuto la piccola Charlotte nella Chiesa anglicana. Ci sono solo alcune condizioni minime da rispettare l’acqua e l’invocazione della Trinità. La parola battezzare infatti significa immergere: quindi è necessario il segno dell’acqua. Inoltre Gesù ha chiesto di farlo “nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo” (Matteo 28,19).

Per questo il Direttorio ecumenico, emanato nel 1993 dal Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani, precisa che “il battesimo per immersione, o per infusione, con la formula trinitaria è, in sé, valido. Di conseguenza, se i rituali, i libri liturgici o le consuetudini stabilite da una Chiesa o da una comunità ecclesiale prescrivono uno di questi modi di battezzare, il sacramento deve essere ritenuto valido, a meno che si abbiano fondate ragioni per mettere in dubbio che il ministro abbia osservato le norme della propria comunità o Chiesa”. In caso di dubbio, se una persona decide di entrare nella Chiesa cattolica la si battezza sotto condizione, in forma privata. Ma questo problema, di per sé, con la Chiesa anglicana e con le altre Chiese cristiane non esiste. Fanno eccezione, perché non hanno i requisiti minimi per essere considerati cristiani, i mormoni e i Testimoni di Geova.   

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

E’ valido il Battesimo della Chiesa anglicana?

  

- Advertisement -

E’ sufficiente che ci sia il segno dell’acqua e che sia fatto nel nome della Trinità?

Caro direttore, a inizio settembre la mia nipotina riceverà il Battesimo. In attesa della cerimonia mi è venuto in mente il battesimo di Charlotte, la secondogenita di William e Kate. In Inghilterra c’è la Chiesa anglicana…è valido anche il loro Battesimo?
TERESA, GALLICO MARINA

Il sacramento del Battesimo ci unisce a Cristo, ci rende membra del suo Corpo. Ci rigenera a vita nuova, la vita della grazia, la vita divina. In questo modo ci rende anche parte della Chiesa, Corpo di Cristo. Il Battesimo è anche il sacramento della fede: è per mezzo della fede in Cristo che noi accogliamo il dono della grazia e iniziamo il cammino della vita cristiana. Per molti di noi questo dono ci è stato dato mediante la fede dei nostri genitori. Il Battesimo, comunque, è solo un inizio. La fede è qualcosa di vitale, da rinnovare e approfondire ogni giorno, con sempre maggiore consapevolezza, per arrivare a una comunione sempre più piena con Cristo e con i fratelli. Per questo ogni anno, nella Veglia pasquale, ma anche in altre occasioni, siamo invitati a rinnovare le promesse battesimali, cioè la nostra rinuncia al peccato e la nostra adesione a Cristo. Il Battesimo di una nipotina è un momento speciale per fare questo.

Una delle cose più belle del sacramento del Battesimo, di cui spesso non ci ricordiamo, è che ci unisce a Cristo e a tutti i cristiani, non solo ai cattolici. E’ il sacramento ecumenico per eccellenza. Il decreto sull’ecumenismo del Concilio Vaticano II afferma: “Coloro che credono in Cristo e hanno ricevuto validamente il Battesimo, sono costituiti in una certa comunione, sebbene imperfetta, con la Chiesa cattolica […]. Giustificati nel Battesimo dalla fede, sono incorporati a Cristo e perciò sono a ragione insigniti del nome di cristiani, e dai figli della Chiesa cattolica sono giustamente riconosciuti quali fratelli nel Signore”. Secondo la dottrina cattolica, anche il Battesimo conferito dalle altre Chiese cristiane è valido. Quindi anche quello che ha ricevuto la piccola Charlotte nella Chiesa anglicana. Ci sono solo alcune condizioni minime da rispettare l’acqua e l’invocazione della Trinità. La parola battezzare infatti significa immergere: quindi è necessario il segno dell’acqua. Inoltre Gesù ha chiesto di farlo “nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo” (Matteo 28,19).

Per questo il Direttorio ecumenico, emanato nel 1993 dal Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani, precisa che “il battesimo per immersione, o per infusione, con la formula trinitaria è, in sé, valido. Di conseguenza, se i rituali, i libri liturgici o le consuetudini stabilite da una Chiesa o da una comunità ecclesiale prescrivono uno di questi modi di battezzare, il sacramento deve essere ritenuto valido, a meno che si abbiano fondate ragioni per mettere in dubbio che il ministro abbia osservato le norme della propria comunità o Chiesa”. In caso di dubbio, se una persona decide di entrare nella Chiesa cattolica la si battezza sotto condizione, in forma privata. Ma questo problema, di per sé, con la Chiesa anglicana e con le altre Chiese cristiane non esiste. Fanno eccezione, perché non hanno i requisiti minimi per essere considerati cristiani, i mormoni e i Testimoni di Geova.   

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
279FansMi piace
873FollowerSegui
13,000FollowerSegui
610FollowerSegui
58IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Parrocchia e civiltà urbana

Rileggere il Decalogo

Desiderio e sequela

Razzismo 2.0, l’odio online

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Consigli Pubblicitari

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO