14.5 C
Rome
giovedì, 17 Ottobre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Spiritualità È meglio parlare o tacere?

È meglio parlare o tacere?

Quando la vostra perfezione vi ossessiona, ricordate che non siete Dio

- Advertisement -

Mi piace pensare che la mia scelta metta al centro l’altro. Colui in cui Dio si rende presente. Gentile con chi non lo è. Misericordioso con chi nutre odio.

Dio mi chiede forse di vivere l’impossibile. Lo scelgo di nuovo. Sapendo che dando posso trovare il vuoto e amando posso ricevere il rifiuto.

Accetto il possibile fallimento delle mie imprese. Non ho paura della vita. Vale la pena di dare più di ciò che ho. Senza cercare i primi posti, né il potere che tanto mi abbaglia.

Rinuncio alla superbia. Metto da parte il mio orgoglio, il mio amor proprio. Mi stacco dalla maschera della mia fama che mi fa tanto male.

Ho venduto la mia immagine al mondo e la curo come se fosse la cosa più preziosa. Non è forse lo sguardo di Dio quello di cui mi importa di più?

 

Guardo il suo cuore di Padre e mi commuovo. Non ho paura della vita che passa fugacemente davanti ai miei occhi.

 

Confido nel rimanere in silenzio scegliendo sempre l’amore. Non evito di soffrire, perché soffrendo imparo le cose più preziose.

E quando amo so che una parte del mio cuore resta sepolta in terra feconda. Sorrido, taccio, aspetto. Non ho paura.

Originale: Aleteia.org
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

È meglio parlare o tacere?

Quando la vostra perfezione vi ossessiona, ricordate che non siete Dio

- Advertisement -

Mi piace pensare che la mia scelta metta al centro l’altro. Colui in cui Dio si rende presente. Gentile con chi non lo è. Misericordioso con chi nutre odio.

Dio mi chiede forse di vivere l’impossibile. Lo scelgo di nuovo. Sapendo che dando posso trovare il vuoto e amando posso ricevere il rifiuto.

Accetto il possibile fallimento delle mie imprese. Non ho paura della vita. Vale la pena di dare più di ciò che ho. Senza cercare i primi posti, né il potere che tanto mi abbaglia.

Rinuncio alla superbia. Metto da parte il mio orgoglio, il mio amor proprio. Mi stacco dalla maschera della mia fama che mi fa tanto male.

Ho venduto la mia immagine al mondo e la curo come se fosse la cosa più preziosa. Non è forse lo sguardo di Dio quello di cui mi importa di più?

 
- Advertisement -

Guardo il suo cuore di Padre e mi commuovo. Non ho paura della vita che passa fugacemente davanti ai miei occhi.

 

Confido nel rimanere in silenzio scegliendo sempre l’amore. Non evito di soffrire, perché soffrendo imparo le cose più preziose.

E quando amo so che una parte del mio cuore resta sepolta in terra feconda. Sorrido, taccio, aspetto. Non ho paura.

- Advertisement -
Originale: Aleteia.org

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
603FollowerSegui
57IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

12 storie di ordinaria santità

Eva e il serpente

Wilmer: Mosè, lezioni di deserto

La morte, compagna della vita

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO