16.3 C
Roma
Lun, 17 Maggio 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiVita cristianaDon Elio Benedetto incanta alla presentazione del nuovo CD sulla fede.

Don Elio Benedetto incanta alla presentazione del nuovo CD sulla fede.

- Advertisement -

1

In uno scenario di festa, luci e colori – puntuale come una vera star – sabato 26 ottobre alle 20.30, Don Elio Benedetto è salito sul palco dell’Auditorium “Giovanni Paolo II” della Parrocchia S. Maria degli Angeli in Termoli (CB), per offrire tutto se stesso nella presentazione della sua ultima fatica discografica: “FIDES, tra buio e luce”.  In una sala stracolma all’inverosimile – composta per lo più da fans provenienti da tutto il Molise nonché dalle regioni italiane in cui la musica di Don Elio si è fatta apprezzare – spiccano le presenze di famiglie, giovani, amici sacerdoti e familiari del cantautore palatese, così come quelle dei tanti “amici ammalati” e volontari unitalsiani di cui Don Elio stesso è assistente diocesano e stimata guida spirituale. Ma su tutti, coloro che sempre hanno sostenuto il sacerdote nella sua avventura musicale: la folta schiera di parrocchiani palatesi giunti a Termoli per sostenere il loro parroco. A questo clima di festa, in segno di partecipazione e di presenza, si sono aggiunti anche il Vescovo diocesano Mons. Gianfranco De Luca, Don Giuseppe De Virgilio, stimatissimo e apprezzatissimo biblista in campo nazionale, nonché autore di diversi testi interpretati da Don Elio e, infine, volti noti della pro loco termolese, del panorama politico cittadino e regionale, ai quali Don Elio non ha fatto mancare il suo particolare e sentito grazie per aver patrocinato e incoraggiato l’evento.

Parole, gesti, fatti, versi della Sacra Scrittura e testi spirituali appartenenti alla tradizione “più bella” della chiesa, si diffondono e penetrano nel cuore combinandosi con una musica d’autore straordinaria ed evocativa. Ritmi travolgenti che, attraverso la voce dell’artista molisano, hanno saputo offrire due ore di magnetico coinvolgimento, intriso di profonda spiritualità. Undici brani dalla genuina radice cristiana, che tracciano i sentieri della vita di fede e s’incarnano nel vissuto concreto di ciascuno; questi i titoli: “Vedrai”, “Solo il suo nome”, “Sei nel mio cuore”, Dio, Dio, Dio”, “Tenero il Tuo cuore”, “Cammineremo”, “Via, Verità e Vita”, “Tardi ti ho amato”, “Sete di Te”, “Eternamente Tu”, “Vieni”.

Una serata resa ancora più intensa, divertente, mai noiosa e dal sapore frizzante grazie alla partecipazione straordinaria di personaggi “doc” del mondo dello spettacolo. Da un lato, il noto regista e autore teatrale Redi Maghenzani, presentatore d’eccezione dell’evento e grande intenditore di musica che, in più circostanze, ha saputo tener banco e “catturare” l’attenzione della platea. Inoltre, lo stesso Maghenzani, si è espresso favorevolmente a proposito del nuovo progetto discografico di Don Elio, definendolo «un’opera per nulla scontata e ricca di fine sensibilità poetica». Volendo parafrasare lo stesso presentatore, il nuovo album di Don Elio, segna una tappa fondamentale nell’itinerario cantautorale del sacerdote palatese. In esso si trovano espresse delle costanti insite nella produzione ma anche perle che luccicano di novità. Lo scrivere ispirandosi alla Sacra Scrittura, alla Liturgia e alla Spiritualità vera e propria, mediata dai testi di S. Agostino, Bernardino da Siena e Rosmini e dalla fine capacità di rielaborazione poetica e spirituale, in Fides trovano nuova maturazione e autorevolezza evidenti. Fides viene a chiudere una trilogia dedicata alle virtù teologali: “Cammino semplice” (Carità), “L’isola che c’è” (Speranza) e appunto “Fides” (Fede); nell’anno in cui Benedetto XVI invita a riflettere sulla gioia di essere cristiani attraverso il Battesimo, “porta della fede” e in cui questa, viene percepita più tangibile, attraverso il dono straordinario di papa Francesco.

Dall’altro lato, la meravigliosa cornice dipinta dall’Ensemble Mas Band composta da artisti di calibro internazionale come Agostino Mas, Michele Mele, Dado Iannelli (sui quali non basterebbero giorni per descriverne le doti) ma su tutti Luigi Mas, noto pianista già apprezzato in Rai, Mediaset e TMC partecipando a trasmissioni come Porto Matto, Domenica In, Tappeto Volante, Non è la Rai, Acqua Calda, In famiglia e Caffè Italia. È autore e realizzatore di spot pubblicitari per noti marchi: Fiat, Opel, Daewoo, Vodafone, Tim, Poste Italiane, Pasta Divella, Disney, Esso e per la Nazionale di Calcio Italiana. È stato anche autore di musiche per spot pubblicitari per teatro e fiction televisive; tra le più note ricordiamo la colonna sonora del film tv per Canale 5 “Piper” (F.lli Vanzina) e dei film per il cinema “Un’estate al mare” (2008) e “Un’estate ai Caraibi” (2009) sempre dei F.lli Vanzina. Luigi Mas, ottimo arrangiatore, ha saputo comprendere la poetica di don Elio, seguendolo nei diversi “climi d’anima”; ogni brano infatti, è caratterizzato da un suo climax: dall’orante allo struggente, dall’evocativo al narrativo, dal confidenziale al nostalgico per giungere al testimoniale.

In buona sostanza, è stata una serata all’insegna del successo; la performance del parroco cantautore, don Elio Benedetto – ancora una volta – ha saputo stupire e incantare tutti: non poteva essere altrimenti.

Giuseppe Gravante, SpeSalvi.it

 

http://www.spesalvi.it/wp/File/fides 2013.pdf

G. Gravante
Teologo della Liturgia. È docente di Liturgia presso l'Istituto di Musica Sacra e presso l'Istituto per la formazione laicale "J. Ratzinger" della Diocesi di Termoli-Larino. Nell'Arcidiocesi di Chieti-Vasto, è docente di Religione Cattolica. Ha studiato Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Lateranense; Archivistica Storica e Biblioteconomia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ha approfondito la propria formazione liturgica (attraverso seminari e corsi) presso i Pontifici Istituti Liturgici di "S. Anselmo" in Roma e di "S. Giustina" in Padova. È direttore del sito web di cultura e informazione cattolica SpeSalvi.it; collabora con diverse testate online di natura filosofico-teologico e con testate giornalistiche locali. Per Tau Editrice (febbraio 2016): Culmine e Fonte. L’evoluzione della Messa dal Concilio di Trento alla riforma del Vaticano II.
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Don Elio Benedetto incanta alla presentazione del nuovo CD sulla fede.

- Advertisement -

1

In uno scenario di festa, luci e colori – puntuale come una vera star – sabato 26 ottobre alle 20.30, Don Elio Benedetto è salito sul palco dell’Auditorium “Giovanni Paolo II” della Parrocchia S. Maria degli Angeli in Termoli (CB), per offrire tutto se stesso nella presentazione della sua ultima fatica discografica: “FIDES, tra buio e luce”.  In una sala stracolma all’inverosimile – composta per lo più da fans provenienti da tutto il Molise nonché dalle regioni italiane in cui la musica di Don Elio si è fatta apprezzare – spiccano le presenze di famiglie, giovani, amici sacerdoti e familiari del cantautore palatese, così come quelle dei tanti “amici ammalati” e volontari unitalsiani di cui Don Elio stesso è assistente diocesano e stimata guida spirituale. Ma su tutti, coloro che sempre hanno sostenuto il sacerdote nella sua avventura musicale: la folta schiera di parrocchiani palatesi giunti a Termoli per sostenere il loro parroco. A questo clima di festa, in segno di partecipazione e di presenza, si sono aggiunti anche il Vescovo diocesano Mons. Gianfranco De Luca, Don Giuseppe De Virgilio, stimatissimo e apprezzatissimo biblista in campo nazionale, nonché autore di diversi testi interpretati da Don Elio e, infine, volti noti della pro loco termolese, del panorama politico cittadino e regionale, ai quali Don Elio non ha fatto mancare il suo particolare e sentito grazie per aver patrocinato e incoraggiato l’evento.

Parole, gesti, fatti, versi della Sacra Scrittura e testi spirituali appartenenti alla tradizione “più bella” della chiesa, si diffondono e penetrano nel cuore combinandosi con una musica d’autore straordinaria ed evocativa. Ritmi travolgenti che, attraverso la voce dell’artista molisano, hanno saputo offrire due ore di magnetico coinvolgimento, intriso di profonda spiritualità. Undici brani dalla genuina radice cristiana, che tracciano i sentieri della vita di fede e s’incarnano nel vissuto concreto di ciascuno; questi i titoli: “Vedrai”, “Solo il suo nome”, “Sei nel mio cuore”, Dio, Dio, Dio”, “Tenero il Tuo cuore”, “Cammineremo”, “Via, Verità e Vita”, “Tardi ti ho amato”, “Sete di Te”, “Eternamente Tu”, “Vieni”.

Una serata resa ancora più intensa, divertente, mai noiosa e dal sapore frizzante grazie alla partecipazione straordinaria di personaggi “doc” del mondo dello spettacolo. Da un lato, il noto regista e autore teatrale Redi Maghenzani, presentatore d’eccezione dell’evento e grande intenditore di musica che, in più circostanze, ha saputo tener banco e “catturare” l’attenzione della platea. Inoltre, lo stesso Maghenzani, si è espresso favorevolmente a proposito del nuovo progetto discografico di Don Elio, definendolo «un’opera per nulla scontata e ricca di fine sensibilità poetica». Volendo parafrasare lo stesso presentatore, il nuovo album di Don Elio, segna una tappa fondamentale nell’itinerario cantautorale del sacerdote palatese. In esso si trovano espresse delle costanti insite nella produzione ma anche perle che luccicano di novità. Lo scrivere ispirandosi alla Sacra Scrittura, alla Liturgia e alla Spiritualità vera e propria, mediata dai testi di S. Agostino, Bernardino da Siena e Rosmini e dalla fine capacità di rielaborazione poetica e spirituale, in Fides trovano nuova maturazione e autorevolezza evidenti. Fides viene a chiudere una trilogia dedicata alle virtù teologali: “Cammino semplice” (Carità), “L’isola che c’è” (Speranza) e appunto “Fides” (Fede); nell’anno in cui Benedetto XVI invita a riflettere sulla gioia di essere cristiani attraverso il Battesimo, “porta della fede” e in cui questa, viene percepita più tangibile, attraverso il dono straordinario di papa Francesco.

Dall’altro lato, la meravigliosa cornice dipinta dall’Ensemble Mas Band composta da artisti di calibro internazionale come Agostino Mas, Michele Mele, Dado Iannelli (sui quali non basterebbero giorni per descriverne le doti) ma su tutti Luigi Mas, noto pianista già apprezzato in Rai, Mediaset e TMC partecipando a trasmissioni come Porto Matto, Domenica In, Tappeto Volante, Non è la Rai, Acqua Calda, In famiglia e Caffè Italia. È autore e realizzatore di spot pubblicitari per noti marchi: Fiat, Opel, Daewoo, Vodafone, Tim, Poste Italiane, Pasta Divella, Disney, Esso e per la Nazionale di Calcio Italiana. È stato anche autore di musiche per spot pubblicitari per teatro e fiction televisive; tra le più note ricordiamo la colonna sonora del film tv per Canale 5 “Piper” (F.lli Vanzina) e dei film per il cinema “Un’estate al mare” (2008) e “Un’estate ai Caraibi” (2009) sempre dei F.lli Vanzina. Luigi Mas, ottimo arrangiatore, ha saputo comprendere la poetica di don Elio, seguendolo nei diversi “climi d’anima”; ogni brano infatti, è caratterizzato da un suo climax: dall’orante allo struggente, dall’evocativo al narrativo, dal confidenziale al nostalgico per giungere al testimoniale.

- Advertisement -

In buona sostanza, è stata una serata all’insegna del successo; la performance del parroco cantautore, don Elio Benedetto – ancora una volta – ha saputo stupire e incantare tutti: non poteva essere altrimenti.

Giuseppe Gravante, SpeSalvi.it

 

http://www.spesalvi.it/wp/File/fides 2013.pdf

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

G. Gravante
Teologo della Liturgia. È docente di Liturgia presso l'Istituto di Musica Sacra e presso l'Istituto per la formazione laicale "J. Ratzinger" della Diocesi di Termoli-Larino. Nell'Arcidiocesi di Chieti-Vasto, è docente di Religione Cattolica. Ha studiato Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Lateranense; Archivistica Storica e Biblioteconomia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ha approfondito la propria formazione liturgica (attraverso seminari e corsi) presso i Pontifici Istituti Liturgici di "S. Anselmo" in Roma e di "S. Giustina" in Padova. È direttore del sito web di cultura e informazione cattolica SpeSalvi.it; collabora con diverse testate online di natura filosofico-teologico e con testate giornalistiche locali. Per Tau Editrice (febbraio 2016): Culmine e Fonte. L’evoluzione della Messa dal Concilio di Trento alla riforma del Vaticano II.
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
650FollowerSegui
303IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x