25.6 C
Rome
domenica, 25 Agosto 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Libri Consigliati Dialoghi sulla preghiera del cuore

Dialoghi sulla preghiera del cuore

La lettura di queste pagine offre al lettore, nello stesso tempo, un’ampia panoramica della spiritualità e della teologia ortodosse.

Scheda Prodotto

*Acquistando su Amazon da questo link, aiuterai SpeSalvi.it a sostenersi senza costi aggiuntivi o spese varie.

Copertina

copertina-vlachos

Scheda Prodotto

copertina-vlachos

*Acquistando su Amazon da questo link, aiuterai SpeSalvi.it a sostenersi senza costi aggiuntivi o spese varie.

- Advertisement -
di: Bruno Scapin

«Queste pagine non devono essere lette come un racconto, nemmeno come una storia, ma come un insegnamento». Questo scrive nell’Introduzione l’autore, l’allora archimandrita Hierotheos Vlachos, oggi metropolita greco-ortodosso, vescovo di Nafpaktos e Aghios Vlasios. Ed è davvero un lungo insegnamento quello che ci viene proposto in queste pagine. Il tema è la preghiera “del cuore” anzitutto, preghiera condensata nella formula “Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore”, invocazione basilare dei monaci che risiedono sulla “Santa Montagna”, il Monte Athos.

Hierotheos si recherà sulla Santa Montagna per imparare una via di salvezza. Incontrerà l’Anziano, cioè un vecchio monaco che, con paziente saggezza, risponderà alle sue tante domande.

Prima di riferire il colloquio, l’autore si sofferma a descrivere la Santa Montagna, «luogo di mistero, in cui a parlare a voce alta è il silenzio, ossia l’eternità stessa». Lì i monaci «vivono la Vita. Nuotano nel Paradiso. Sono essi i realmente “divinizzati”, che vivono tutta la vita in Cristo “in vasi di creta” (2Cor 4,7), cioè in corpi spossati dall’ascesi e dal servizio». Non sono tristi, né straccioni e, quando la loro bocca si apre, «ti inonda di profumo», perché la loro vita continuamente si cristifica.

È da cinquant’anni che l’Anziano ha abbandonato il mondo. «Dove va il mondo?» chiede l’Anziano? «Il mondo – risponde Hierotheos – si è allontanato parecchio da Dio… Le chiese si sono svuotate… È scappato dai padri spirituali e ha affollato gli ospedali psichiatrici…».

Alla volontà manifestata da Hierotheos di voler “purificare” la propria vita, l’Anziano risponde che c’è «un unico, semplicissimo metodo», la preghiera dl cuore rivolta a Gesù.

Parte da qui il lungo dialogo sulla preghiera. Un trattato sulla preghiera, se vogliamo, ma vivacizzato da domande e risposte, da obiezioni e da richieste di chiarimenti.

L’Anziano risponderà a tutte le richieste del suo interlocutore, che sono anche i nostri interrogativi sulla preghiera: distrazioni, pensieri buoni e pensieri cattivi, interferenze, tentazioni diaboliche. E poi ancora: come pregare, con quale postura del corpo, quali errori evitare, quanto pregare, la preghiera come dolcezza interiore e come lotta, la preghiera di intercessione, la divina liturgia…

Il dialogo è abbellito, da parte dell’Anziano, da splendide citazioni, tratte dalle opere dei Padri del deserto e dai Padri della Chiesa. Abbiamo così consigli, aforismi e sentenze di san Gregorio Palamas, san Simeone il Nuovo Teologo, san Climaco, san Giovanni Crisostomo, san Gregorio Sinaita, san Nicodemo Aghiorita, san Basilio Magno, san Serafino di Sarov, san Gregorio di Nissa, sant’Isacco il Siro, san Massimo il Confessore, san Simeone di Tessalonica, sant’Efrem, san Germano, Niceforo Monaco, sant’Arsenio… Un’antologia preziosa di coloro che hanno percorso le strade della santità.

La lettura di queste pagine offre al lettore, nello stesso tempo, un’ampia panoramica della spiritualità e della teologia ortodosse.

Un grande merito va al traduttore e al curatore delle note, Antonio Ranzolin. Ottima la traduzione, assai preziosa per gli studiosi la certosina  composizione delle abbondanti note.

Se una piccola critica è possibile muovere a questa benemerita fatica, essa riguarda la composizione grafica. Nel lungo dialogo fra Hierotheos e l’Anziano, sarebbe stato opportuno differenziare graficamente le domande dalle risposte.

Scheda Prodotto

copertina-vlachos

*Acquistando su Amazon da questo link, aiuterai SpeSalvi.it a sostenersi senza costi aggiuntivi o spese varie.

Scheda Prodotto

*Acquistando su Amazon da questo link, aiuterai SpeSalvi.it a sostenersi senza costi aggiuntivi o spese varie.

Copertina

copertina-vlachos
Originale: Settimana News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Dialoghi sulla preghiera del cuore

La lettura di queste pagine offre al lettore, nello stesso tempo, un’ampia panoramica della spiritualità e della teologia ortodosse.

  

Scheda Prodotto

*Acquistando su Amazon da questo link, aiuterai SpeSalvi.it a sostenersi senza costi aggiuntivi o spese varie.

Copertina

copertina-vlachos
- Advertisement -
di: Bruno Scapin

«Queste pagine non devono essere lette come un racconto, nemmeno come una storia, ma come un insegnamento». Questo scrive nell’Introduzione l’autore, l’allora archimandrita Hierotheos Vlachos, oggi metropolita greco-ortodosso, vescovo di Nafpaktos e Aghios Vlasios. Ed è davvero un lungo insegnamento quello che ci viene proposto in queste pagine. Il tema è la preghiera “del cuore” anzitutto, preghiera condensata nella formula “Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore”, invocazione basilare dei monaci che risiedono sulla “Santa Montagna”, il Monte Athos.

Hierotheos si recherà sulla Santa Montagna per imparare una via di salvezza. Incontrerà l’Anziano, cioè un vecchio monaco che, con paziente saggezza, risponderà alle sue tante domande.

Prima di riferire il colloquio, l’autore si sofferma a descrivere la Santa Montagna, «luogo di mistero, in cui a parlare a voce alta è il silenzio, ossia l’eternità stessa». Lì i monaci «vivono la Vita. Nuotano nel Paradiso. Sono essi i realmente “divinizzati”, che vivono tutta la vita in Cristo “in vasi di creta” (2Cor 4,7), cioè in corpi spossati dall’ascesi e dal servizio». Non sono tristi, né straccioni e, quando la loro bocca si apre, «ti inonda di profumo», perché la loro vita continuamente si cristifica.

È da cinquant’anni che l’Anziano ha abbandonato il mondo. «Dove va il mondo?» chiede l’Anziano? «Il mondo – risponde Hierotheos – si è allontanato parecchio da Dio… Le chiese si sono svuotate… È scappato dai padri spirituali e ha affollato gli ospedali psichiatrici…».

Alla volontà manifestata da Hierotheos di voler “purificare” la propria vita, l’Anziano risponde che c’è «un unico, semplicissimo metodo», la preghiera dl cuore rivolta a Gesù.

- Advertisement -

Parte da qui il lungo dialogo sulla preghiera. Un trattato sulla preghiera, se vogliamo, ma vivacizzato da domande e risposte, da obiezioni e da richieste di chiarimenti.

L’Anziano risponderà a tutte le richieste del suo interlocutore, che sono anche i nostri interrogativi sulla preghiera: distrazioni, pensieri buoni e pensieri cattivi, interferenze, tentazioni diaboliche. E poi ancora: come pregare, con quale postura del corpo, quali errori evitare, quanto pregare, la preghiera come dolcezza interiore e come lotta, la preghiera di intercessione, la divina liturgia…

Il dialogo è abbellito, da parte dell’Anziano, da splendide citazioni, tratte dalle opere dei Padri del deserto e dai Padri della Chiesa. Abbiamo così consigli, aforismi e sentenze di san Gregorio Palamas, san Simeone il Nuovo Teologo, san Climaco, san Giovanni Crisostomo, san Gregorio Sinaita, san Nicodemo Aghiorita, san Basilio Magno, san Serafino di Sarov, san Gregorio di Nissa, sant’Isacco il Siro, san Massimo il Confessore, san Simeone di Tessalonica, sant’Efrem, san Germano, Niceforo Monaco, sant’Arsenio… Un’antologia preziosa di coloro che hanno percorso le strade della santità.

La lettura di queste pagine offre al lettore, nello stesso tempo, un’ampia panoramica della spiritualità e della teologia ortodosse.

Un grande merito va al traduttore e al curatore delle note, Antonio Ranzolin. Ottima la traduzione, assai preziosa per gli studiosi la certosina  composizione delle abbondanti note.

Se una piccola critica è possibile muovere a questa benemerita fatica, essa riguarda la composizione grafica. Nel lungo dialogo fra Hierotheos e l’Anziano, sarebbe stato opportuno differenziare graficamente le domande dalle risposte.

- Advertisement -

Scheda Prodotto

*Acquistando su Amazon da questo link, aiuterai SpeSalvi.it a sostenersi senza costi aggiuntivi o spese varie.

Copertina

copertina-vlachos
Tratto da: Settimana News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
845FollowerSegui
13,000FollowerSegui
598FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Rut, la moabita

La Shoah alla luce del Sinai

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
ISCRIVITI
alla nostra Newsletter