22.2 C
Roma
Ven, 17 Settembre 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiFamiglia e Vita di CoppiaCon un dito non ci si lava la faccia

Con un dito non ci si lava la faccia

- Advertisement -
«Con un dito solo non si lava la faccia e non si sbuccia una banana». È il proverbio citato da un vescovo africano ieri sera, durante gli interventi liberi, per sottolineare l’esigenza di una maggiore vicinanza – anche sul fronte della solidarietà – alle Chiese che vivono le tragedie dell’immigrazione. Cristiani perseguitati vuol dire, al di là degli esiti più nefasti, perdita del patrimonio culturale, difficoltà di culto, smarrimento dei riferimenti nell’ambito della fede vissuta e praticata. «Se i cristiani di Siria arrivano in Canada – spiegava un vescovo asiatico – come sarà loro possibile mantenere le loro tradizioni di culto?».

- Advertisement -
- Advertisement -

Altri vescovi hanno ricordato le violenze subite delle ragazze cristiane rapite dai terroristi dell’Is. Ma anche il dramma del lavoro minorile in molte regioni africane, dove bambini di fatto schiavizzati, non possono ricevere alcuna educazione. Le sofferenze del mondo, le ingiustizie che segnano interi Paesi, entrano nei lavori del Sinodo già nella giornata inaugurale, lasciando sullo sfondo le dispute sui divorziati risposati che appassionano noi giornalisti. «Entrando nella basilica vaticana, guardavo il volto della gente – ha raccontato un altro vescovo – e intuivo che la cosa più importante è offrire un segno di speranza».

- Advertisement -
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Con un dito non ci si lava la faccia

- Advertisement -
«Con un dito solo non si lava la faccia e non si sbuccia una banana». È il proverbio citato da un vescovo africano ieri sera, durante gli interventi liberi, per sottolineare l’esigenza di una maggiore vicinanza – anche sul fronte della solidarietà – alle Chiese che vivono le tragedie dell’immigrazione. Cristiani perseguitati vuol dire, al di là degli esiti più nefasti, perdita del patrimonio culturale, difficoltà di culto, smarrimento dei riferimenti nell’ambito della fede vissuta e praticata. «Se i cristiani di Siria arrivano in Canada – spiegava un vescovo asiatico – come sarà loro possibile mantenere le loro tradizioni di culto?».

Altri vescovi hanno ricordato le violenze subite delle ragazze cristiane rapite dai terroristi dell’Is. Ma anche il dramma del lavoro minorile in molte regioni africane, dove bambini di fatto schiavizzati, non possono ricevere alcuna educazione. Le sofferenze del mondo, le ingiustizie che segnano interi Paesi, entrano nei lavori del Sinodo già nella giornata inaugurale, lasciando sullo sfondo le dispute sui divorziati risposati che appassionano noi giornalisti. «Entrando nella basilica vaticana, guardavo il volto della gente – ha raccontato un altro vescovo – e intuivo che la cosa più importante è offrire un segno di speranza».

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
645FollowerSegui
316IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Preghiera per proteggere la tua casa e scacciare gli spiriti cattivi

E' una lunga invocazione che chiede anzitutto l'intervento della gloria di Gesù Cristo E’ una preghiera potente in cui si invocano Gesù Cristo, la Madonna...

Libri consigliati

Ri-innamorarsi

Le lettere di Paolo

Interrogare la sofferenza

Il Cristo dell’Apocalisse

Il Libro della Sapienza

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x