19 C
Roma
Mer, 23 Settembre 2020

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Papa Cerimonia di benvenuto per Papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti

Cerimonia di benvenuto per Papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti

Incontro privato con il principe ereditario

- Advertisement -
Papa Francesco, primo Pontefice a visitare gli Emirati Arabi Uniti, è accolto al palazzo presidenziale per la cerimonia di benvenuto. Segue la visita ufficiale al principe ereditario, sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan
 

Barbara Castelli – Città del Vaticano

Papa Francesco araldo di pace negli Emirati Arabi Uniti. La seconda giornata del Pontefice nel Paese della penisola araba prende il via dal palazzo presidenziale, dove ha luogo la cerimonia di benvenuto. Papa Bergoglio, al suo 27.esimo viaggio apostolico, è accolto dal principe ereditario sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, 57 anni, figlio del defunto sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, “padre della nazione” e primo presidente degli E.A.U..

La vettura del Pontefice è scortata dalle guardie presidenziali a cavallo fino all’ingresso principale del palazzo, mentre nei cieli alcuni aerei rilasciano una scia bianco-gialla, i colori della bandiera vaticana. La guardia d’onore e gli inni nazionali precedono le presentazioni delle rispettive delegazioni. L’edificio che fa da cornice alla cerimonia di benvenuto, disteso su un’area di 150 ettari e ampio 160 mila mq, ospita gli uffici del Presidente, del vice-Presidente, del principe ereditario e dei ministri, oltre ad accogliere i dignitari in visita. Eretto sulla penisola di Ras al Akhdar, il palazzo è sormontato da oltre 70 cupole in mosaico di vetro e oro, per una superficie pari a 18 mila mq.

Incontro privato con il principe ereditario

L’incontro con il principe ereditario, in forma privata, dura circa 20 minuti. Nella firma del Libro d’Onore, il Pontefice ringrazia per la calorosa accoglienza e invoca benedizioni di pace e solidarietà fraterna. Ultima tappa di questo evento, lo scambio dei doni. Il Pontefice dona un medaglione raffigurante l’incontro tra san Francesco e il sultano Al-Malik al-Kamil, episodio narrato nel nono capitolo della Legenda Maior, avvenuto 800 anni fa, nel 1219. Alle loro spalle la rappresentazione del fuoco. Nel giro, l’iscrizione in latino del viaggio apostolico: “Rendimi strumento della tua pace”. Dal canto suo, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan offre l’atto notarile, del 22 giugno 1963, con la donazione della terra per la costruzione della prima chiesa negli Emirati Arabi Uniti.

Originale: Vatican News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Cerimonia di benvenuto per Papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti

Incontro privato con il principe ereditario

  

- Advertisement -
Papa Francesco, primo Pontefice a visitare gli Emirati Arabi Uniti, è accolto al palazzo presidenziale per la cerimonia di benvenuto. Segue la visita ufficiale al principe ereditario, sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan
 

Barbara Castelli – Città del Vaticano

Papa Francesco araldo di pace negli Emirati Arabi Uniti. La seconda giornata del Pontefice nel Paese della penisola araba prende il via dal palazzo presidenziale, dove ha luogo la cerimonia di benvenuto. Papa Bergoglio, al suo 27.esimo viaggio apostolico, è accolto dal principe ereditario sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, 57 anni, figlio del defunto sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, “padre della nazione” e primo presidente degli E.A.U..

La vettura del Pontefice è scortata dalle guardie presidenziali a cavallo fino all’ingresso principale del palazzo, mentre nei cieli alcuni aerei rilasciano una scia bianco-gialla, i colori della bandiera vaticana. La guardia d’onore e gli inni nazionali precedono le presentazioni delle rispettive delegazioni. L’edificio che fa da cornice alla cerimonia di benvenuto, disteso su un’area di 150 ettari e ampio 160 mila mq, ospita gli uffici del Presidente, del vice-Presidente, del principe ereditario e dei ministri, oltre ad accogliere i dignitari in visita. Eretto sulla penisola di Ras al Akhdar, il palazzo è sormontato da oltre 70 cupole in mosaico di vetro e oro, per una superficie pari a 18 mila mq.

Incontro privato con il principe ereditario

L’incontro con il principe ereditario, in forma privata, dura circa 20 minuti. Nella firma del Libro d’Onore, il Pontefice ringrazia per la calorosa accoglienza e invoca benedizioni di pace e solidarietà fraterna. Ultima tappa di questo evento, lo scambio dei doni. Il Pontefice dona un medaglione raffigurante l’incontro tra san Francesco e il sultano Al-Malik al-Kamil, episodio narrato nel nono capitolo della Legenda Maior, avvenuto 800 anni fa, nel 1219. Alle loro spalle la rappresentazione del fuoco. Nel giro, l’iscrizione in latino del viaggio apostolico: “Rendimi strumento della tua pace”. Dal canto suo, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan offre l’atto notarile, del 22 giugno 1963, con la donazione della terra per la costruzione della prima chiesa negli Emirati Arabi Uniti.

- Advertisement -
Originale: Vatican News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
285FansMi piace
975FollowerSegui
13,000FollowerSegui
632FollowerSegui
118IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Rut, la moabita

Ezechiele quadriforme

Immergersi nella storicità di Gesù

Le lettere di Paolo

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x