11.8 C
Rome
lunedì, 18 20 Novembre19

Solennità di Tutti i Santi – Anno C – 1 novembre 2019

«Credo la Chiesa una, santa, cattolica…». Questa affermazione è patrimonio della fede della chiesa ed è una vocazione alla quale siamo tutti chiamati attraverso il Battesimo che ci ha resi santi. Si potrebbe affermare che la vita del cristiano consiste nel “custodire” questa santità  depositata nel cuore di ogni figlio di Dio.

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 27 ottobre 2019

Tutto nasce da una bella preghiera pronunciata dal fariseo che è salito al tempio. “Ti ringrazio…” ma poi si perde, offuscato ed ammaliato dal suo egoismo, nelle accecanti accuse verso gli altri. Non si può pregare Dio ed accusare i suoi figli, è una preghiera ingiusta e pretenziosa. Nessuno può giudicare perché non si conosce fino in fondo la verità. L’unico che potrebbe giudicare è Dio e se ne astiene per non condannare ma salvare e l’uomo che ne è incapace si riveste di autorità, si sente superiore e pronuncia giudizi e condanne senza appelli. Dio che è Padre difende i suoi figli e non tollera che noi ci permettiamo di giudicare.

XXIX Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 20 ottobre 2019

Una giornata senza preghiera è una giornata da cestinare. La preghiera ci dona Dio e ci dona a Dio. Pregare è come esporsi al calore del Padre. Una pianta senza l’esposizione al sole non vive e, quando manca la luce, cerca, s’innalza, verso di essa per essere piena di vita ed assicurarsi la crescita.

XXVIII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 13 ottobre 2019

Gesù li incontra ed ascolta la loro richiesta esaudendola. Vengono inviati ai sacerdoti, per la rituale purificazione, e, mentre vanno, vengono guariti secondo la loro richiesta. Nove si accontentano della guarigione e fuggono via soddisfatti ed avvolti nella loro libertà ritrovata. Uno solo, lo straniero fra essi, sente la necessità di tornare indietro per ringraziare Gesù. E solo lui viene salvato oltre che guarito.

XXVII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 6 ottobre 2019

Il servizio in genere è considerato come degradante e schiavizzante. Addirittura nelle epoche passate, coloro che oggi si chiamano ragazze alla pari, collaboratrici domestiche, colf o badanti, venivano, genericamente e poco elegantemente, chiamate serve.

XXVI Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 29 settembre 2019

“Il valore dell’umiltà lo acquistano più facilmente i poveri che i ricchi. Infatti i poveri nella scarsità dei mezzi hanno per amica la mitezza. I ricchi hanno come loro familiare l’arroganza. Non si deve negare, tuttavia, che in molti ricchi si trovi quella disposizione a usare della propria abbondanza non per orgogliosa ostentazione, ma per opere di bontà. Essi considerano grande guadagno ciò che elargiscono a sollievo delle miserie e delle sofferenze altrui” (San Leone Magno) . Certamente non fu così per epulone.

XXIV Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 15 settembre 2019

Le tre parabole della misericordia ci fanno comprendere appieno che Dio non si stanca mai d’essere Padre buono e attento alle necessità dei figli. La capacità di perdonare non solo fa sperimentare la forza rigeneratrice dell’amore ma esprime la grandezza di chi ama.

XXIII Domenica del Tempo Ordinario Anno C – 8 settembre 2019

L’esperienza dell’amore è una ed è unica, ma è pur vero che nella vita relazionale umana si passa attraverso l’esperienza esaltante di tanti amori. L’amore genitoriale, quello amicale, quello professionale, hobbistico. L’amore per una donna o per un uomo con cui si progetta e si forma una famiglia e nell’ambito della quale ci si apre alla vita generando nuove creature a cui si insegna ad amare.

XXII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 1 settembre 2019

Quante volte in occasioni di matrimoni o altre cerimonie che prevedono il relativo pranzo, il principio che presiede alla scelta degli invitati, tra gli altri è quello di invitare per primi coloro che ci hanno invitati in analoghe circostanze. Questo modo risponde ai criteri che ci impone la società ed a cui, purtroppo, supinamente soggiacciamo e, involontariamente, ne diventiamo fermi sostenitori agendo allo stesso modo?

XXI Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 25 agosto 2019

Uno dei criteri principali che guida la vita di ogni individuo è quello di primeggiare, d’essere i primi, di risultare vincitori. Ogni quattro anni si celebrano, nella varie parti del mondo, le Olimpiadi. Tutti gareggiano per stabilire i record mondiali e molte volte il tutto si risolve in pochi attimi o addirittura in frazioni di secondi.

Assunzione della B.V.M. – Anno C – 15 agosto 2019

Negli anni ’80, quando Papa Francesco era solo il sacerdote Jorge Bergoglio, scoprì durante un viaggio in Germania una immagine della Madonna la cosiddetta “Knotenloeserin” o Vergine che scioglie i nodi di cui riportò in Argentina varie riproduzioni e che è ormai l’oggetto di una forte venerazione popolare a Buenos Aires.

XIX Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 11 agosto 2019

Quando si è innamorati di qualcuno, e c’è corrispondenza affettiva, si ama essere desiderati, attesi, pensati. E’ caratteristico della logica e della dinamica dell’amore voler abitare ed essere abitati dalla persona che si ama. Perfino perdere il sonno, per pensare la persona amata, trova giustificazione.

XVIII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 4 agosto 2019

In un mondo come quello contemporaneo dove tutto si regge sull’economia che è il motore di ogni decisione, di ogni Stato e di ciascun individuo, il brano di vangelo odierno sembra essere un terremoto dirompente. “… Anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede”.

XVII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 28 luglio 2019

L’arte del pregare non si esprime nella ricchezza delle parole ma nell’intensità dell’amore che abita colui che la vive. Pregare è esporsi al calore dell’amore di Dio avendo lo sguardo rivolto ai fratelli. Non si può pregare pensando o richiudendosi solo in se stessi

XVI Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 21 luglio 2019 

Anche Gesù ha bisogno di riposarsi e lo fa in casa di amici che lo ospitano. Evidentemente era casa che lui abitava spesso giacchè si avverte d’essere avvolto da affetto che si esprimono nelle cure e nelle attenzioni che gli vengono riservate. Due sorelle, Marta e Maria che assieme a Lazzaro formavano una famiglia tranquilla e serena, si prendono cura di lui. La prima lo accudisce, si prodiga a fare, preparare; la seconda si accovaccia ai suoi piedi e preferisce ascoltarlo, nutrirsi del suo respiro, delle sue parole, dei suoi insegnamenti.
278FansMi piace
870FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
58IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Libri consigliati – Aprile 2019

Il Vangelo di Marco

I settanta volti della Torah

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Consigli Pubblicitari

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO