Cookie Consent by Free Privacy Policy website
15 C
Roma
Gio, 28 Ottobre 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiPapaCard. Muller: «Nessun Papa può cambiare la dottrina sui sacramenti»

Card. Muller: «Nessun Papa può cambiare la dottrina sui sacramenti»

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

di Lorenzo Bertocchi

«Non è possibile vivere in grazia di Dio in situazione di peccato. La Chiesa non ha la potestà di cambiare il diritto divino, non può cambiare l’indissolubilità del matrimonio. Non si può dire sì a Gesù Cristo nell’Eucaristia e no nel matrimonio. É una contraddizione oggettiva». Con queste parole è entrato nel dibattito sull’esortazione post-sinodale Amoris laetitia il cardinale Gherard L. Muller, intervenuto all’Università Francisco de Vittoria a Madrid per presentare il suo ultimo libro-intervista con Carlos Granados, Informe sobre la esperanza (Edizioni Bac).

In questo senso, il cardinale prefetto della Congregazione dellaDottrina della Fede ha ricordato che quando una persona è “in peccato mortale”, deve ricevere il sacramento della penitenza e questo «non lo può cambiare il Papa, né un concilio ecumenico». La presentazione del libro-intervista, che presto uscirà anche in Italia per l’editore Cantagalli, è avvenuta martedì, ma era stata preceduta da una polemica al vetriolo che sarebbe intercorsa tra lo stesso cardinale prefetto e il vescovo di Madrid, Carlos Osoro, di recente nomina grazie a una scelta personale di papa Francesco.

In poche parole, il libro avrebbe dovuto essere presentato all’Università cattolica di San Damaso, maproprio mons. Osoro avrebbe rifiutato l’utilizzo di quella università in quanto, secondo alcuni organi di informazione spagnoli, «non voleva avere nulla a che fare con un libro contro il Papa». Durante la presentazione di martedì, avvenuta poi nell’università della congregazione dei Legionari di Cristo, il cardinale Muller ha ribadito che il suo libro è stato fatto con «grande dedizione al Papa» e ha elogiato «lo stile personale di Francesco», particolarmente «vicino alla gente», precisando di fare attenzione a «non fraintendere» il suo modo di predicare, e di «non inventarsi» contraddizioni tra i diversi Papi.

Come riporta il portale Infovaticana, in una conferenza stampa che ha preceduto la presentazione dellibro, il cardinale ha definito una «sciocchezza» le affermazioni di coloro che lo vogliono mettere contro il Papa: «Il Papa ha letto il mio libro e lo apprezza». Al di là delle affermazioni concilianti, bisogna riconoscere che la posizione di Muller sull’interpretazione di Amoris laetitia è netta, e non precisamente allineata a certi approcci pastorali poco rispettosi della tanto richiamata continuità con il magistero precedente. «Le interpretazioni che vanno oltre il dogma sono false», ha sottolineato Muller, aggiungendo che «proprio Francesco ha manifestato in numerose occasioni la sua adesione al magistero dei Papi precedenti».

- Advertisement -

Infine, ha ribadito in modo chiaro qual è la situazione della coppie di divorziati-risposati: «A coloroche sanno di essere in una situazione “irregolare”, la Chiesa dona loro due possibilità, o separarsi dallo sposo illegittimo, oppure convivere come fratello e sorella. Si tratta di un lungo cammino di integrazione, ma non può giustificare una situazione contro la legge divina». Non stupiscono le parole del cardinale che ricordano la dottrina e la prassi cattolica, semmai destano qualche perplessità perché leggendo Amoris laetitia, in particolare il capitolo 8 e le tanto discusse note 329, 336 e 351, è difficile non vedere che la situazione che si viene ora a prospettare porta qualche novità.

D’altra parte lo stesso cardinale Schonborn, proprio alla conferenza stampa di presentazionedell’esortazione, ha parlato apertamente di uno sviluppo presente in Amoris laetitia, di un approfondimento rispetto al magistero precedente. Allora viene spontaneo chiedersi se questo sviluppo c’è, e come si realizza la tanto richiamata continuità con il magistero dei Papi precedenti (in particolare con la Familiaris consortio n.84 di Giovanni Paolo II e con Sacramentum caritatis n.29 di Benedetto XVI). Di certo bisogna registrare che, per ora,Amoris laetitia un risultato lo ha raggiunto: alimentare una serie di interpretazioni che più che fare chiarezza, conducono ad una prassi multiforme e a una Chiesa altrettanto multiforme.

- Advertisement -
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Card. Muller: «Nessun Papa può cambiare la dottrina sui sacramenti»

- Advertisement -

di Lorenzo Bertocchi

«Non è possibile vivere in grazia di Dio in situazione di peccato. La Chiesa non ha la potestà di cambiare il diritto divino, non può cambiare l’indissolubilità del matrimonio. Non si può dire sì a Gesù Cristo nell’Eucaristia e no nel matrimonio. É una contraddizione oggettiva». Con queste parole è entrato nel dibattito sull’esortazione post-sinodale Amoris laetitia il cardinale Gherard L. Muller, intervenuto all’Università Francisco de Vittoria a Madrid per presentare il suo ultimo libro-intervista con Carlos Granados, Informe sobre la esperanza (Edizioni Bac).

In questo senso, il cardinale prefetto della Congregazione dellaDottrina della Fede ha ricordato che quando una persona è “in peccato mortale”, deve ricevere il sacramento della penitenza e questo «non lo può cambiare il Papa, né un concilio ecumenico». La presentazione del libro-intervista, che presto uscirà anche in Italia per l’editore Cantagalli, è avvenuta martedì, ma era stata preceduta da una polemica al vetriolo che sarebbe intercorsa tra lo stesso cardinale prefetto e il vescovo di Madrid, Carlos Osoro, di recente nomina grazie a una scelta personale di papa Francesco.

In poche parole, il libro avrebbe dovuto essere presentato all’Università cattolica di San Damaso, maproprio mons. Osoro avrebbe rifiutato l’utilizzo di quella università in quanto, secondo alcuni organi di informazione spagnoli, «non voleva avere nulla a che fare con un libro contro il Papa». Durante la presentazione di martedì, avvenuta poi nell’università della congregazione dei Legionari di Cristo, il cardinale Muller ha ribadito che il suo libro è stato fatto con «grande dedizione al Papa» e ha elogiato «lo stile personale di Francesco», particolarmente «vicino alla gente», precisando di fare attenzione a «non fraintendere» il suo modo di predicare, e di «non inventarsi» contraddizioni tra i diversi Papi.

Come riporta il portale Infovaticana, in una conferenza stampa che ha preceduto la presentazione dellibro, il cardinale ha definito una «sciocchezza» le affermazioni di coloro che lo vogliono mettere contro il Papa: «Il Papa ha letto il mio libro e lo apprezza». Al di là delle affermazioni concilianti, bisogna riconoscere che la posizione di Muller sull’interpretazione di Amoris laetitia è netta, e non precisamente allineata a certi approcci pastorali poco rispettosi della tanto richiamata continuità con il magistero precedente. «Le interpretazioni che vanno oltre il dogma sono false», ha sottolineato Muller, aggiungendo che «proprio Francesco ha manifestato in numerose occasioni la sua adesione al magistero dei Papi precedenti».

- Advertisement -

Infine, ha ribadito in modo chiaro qual è la situazione della coppie di divorziati-risposati: «A coloroche sanno di essere in una situazione “irregolare”, la Chiesa dona loro due possibilità, o separarsi dallo sposo illegittimo, oppure convivere come fratello e sorella. Si tratta di un lungo cammino di integrazione, ma non può giustificare una situazione contro la legge divina». Non stupiscono le parole del cardinale che ricordano la dottrina e la prassi cattolica, semmai destano qualche perplessità perché leggendo Amoris laetitia, in particolare il capitolo 8 e le tanto discusse note 329, 336 e 351, è difficile non vedere che la situazione che si viene ora a prospettare porta qualche novità.

D’altra parte lo stesso cardinale Schonborn, proprio alla conferenza stampa di presentazionedell’esortazione, ha parlato apertamente di uno sviluppo presente in Amoris laetitia, di un approfondimento rispetto al magistero precedente. Allora viene spontaneo chiedersi se questo sviluppo c’è, e come si realizza la tanto richiamata continuità con il magistero dei Papi precedenti (in particolare con la Familiaris consortio n.84 di Giovanni Paolo II e con Sacramentum caritatis n.29 di Benedetto XVI). Di certo bisogna registrare che, per ora,Amoris laetitia un risultato lo ha raggiunto: alimentare una serie di interpretazioni che più che fare chiarezza, conducono ad una prassi multiforme e a una Chiesa altrettanto multiforme.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
645FollowerSegui
322IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Preghiera per proteggere la tua casa e scacciare gli spiriti cattivi

E' una lunga invocazione che chiede anzitutto l'intervento della gloria di Gesù Cristo E’ una preghiera potente in cui si invocano Gesù Cristo, la Madonna...

Libri consigliati

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x